giovedì, 11 Luglio 2024
spot_img
spot_img

Giulia Lamarca, la travel blogger di nuovo incinta: “La disabilità non mi impedisce di essere mamma”

Giulia Lamarca, la nota travel blogger è di nuovo incinta e pronta a partire per un nuovo viaggio: "Fare la mamma in carrozzina vuol dire essere una mamma come le altre".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

È arrivata l’estate e molte famiglie sono già in vacanza. Al via gli ultimi preparativi, tra creme solari, cappellini, paletta e secchiello. Sta pianificando il suo prossimo viaggio anche Giulia Lamarca, 32enne torinese che nel 2011 ha perso l’uso delle gambe dopo un incidente in motorino.

La giovanissima, però, non ha mai rinunciato ai suoi sogni: si è laureata in Psicologia, ha sposato Andrea dal cui matrimonio è nata Sophie, e ora è di nuovo incinta. Non solo, Giulia Lamarca è oggi una nota travel blogger che mostra sul suo profilo social la sua vita e i luoghi che visita con la famiglia.

Giulia Lamarca, tra i viaggi all’estero e la maternità

Proprio il viaggio, oltre al matrimonio e la nascita di sua figlia, le ha dato una nuova vita dopo l’incidente, come racconta a il “Corriere della Sera”: Viaggiare mi ha permesso di normalizzare la mia nuova vita in carrozzina e sui social. Attraverso le storie dei miei viaggi, spiego alle persone che la disabilità non è così grave come la si racconta. Dipende da ciascuno di noi tirare fuori il meglio di noi”.

La disabilità non ha mai influito sull’essere madre: “Fare la mamma in carrozzina vuol dire che puoi essere una mamma come le altre, solo che a volte lo fai in modo diverso”. Giulia Lamarca, infatti, non si preclude e non si è mai preclusa nulla: rema con sua figlia Sophie, la prende in braccio mentre corre, la prende per mano durante i salti, fanno il bagno insieme, le insegna a fare la pipì, senza mai arrendersi.

I consigli di Giulia Lamarca per i viaggi

Giulia Lamarca, suo marito Andrea e la loro figlia Sophie prendono molto spesso l’aereo e raccontano la loro quotidianità e le attività svolte durante i viaggi all’estero.

Dall’Europa agli Stati Uniti, dall’Australia alla Cina, passando per la Corea del Sud al Taiwan, Vietnam e Mongolia, la travel blogger ci dimostra che niente è impossibile: “Ho trovato il mio modo di tornare a vivere, viaggiando. Anche noi disabili vogliamo girare il mondo. Attraverso la mia testimonianza voglio dire che esistiamo anche noi e che non dobbiamo farci troppi problemi se desideriamo andare da qualche parte”. Quali sono i consigli che dà alle mamme con bimbi piccoli che vogliono intraprendere un viaggio? Ecco la sua risposta:

A contattarmi sono soprattutto le famiglie normodotate.

Mi chiedono come affrontare lunghi voli in aereo con un bimbo piccolo, come svezzarlo e trovare i pannolini giusti quando sei all’estero.

Cerchiamo di ispirare gli altri genitori a non precludersi le esperienze nemmeno con un figlio piccolo che ancora non cammina.

Tutti possono farcela.

Come affrontare la gravidanza con la disabilità?

Proprio durante un viaggio ― in Corea del Sud ― Giulia Lamarca ha scoperto di essere incinta. E cosa comporta per una donna con disabilità la gravidanza? Nessuna differenza con una normodotata, come ha sottolineato la travel blogger:

Non ho dovuto ricorrere alla fecondazione artificiale, mi hanno solo fatto il taglio cesareo perché non posso partorire naturalmente.

Le gambe durante la gravidanza si sono gonfiate il triplo e sono dovuta stare attenta a non prendere troppo peso.

A parte questo, ho affrontato la gestazione come qualsiasi altra donna.

Giulia Lamarca ha precisato, ancora una volta, che la disabilità non è mai un limite: “I limiti sono nella testa. Per me la disabilità è soprattutto una condizione che ti attribuiscono gli altri. Mi sento molto più disabile se è il contesto intorno a me a farmi sentire tale rispetto a quello che io stessa mi sento di fare o non fare”.

Nemmeno sua figlia Sophie ha mai percepito di avere una mamma diversa dalle altre: Finora non ha mai fatto paragoni tra me e le altre mamme […] Non le ho mai dovuto spiegare niente. Spinge suo padre dalle gambe e me dalle ruote. Quando vuole portarmi a vedere una cosa, e io sono seduta sul divano, mi avvicina la carrozzina, perché sa che senza di quella non posso muovermi”.

Valigie in mano, Giulia Lamarca è già pronta per partire in altro posto del mondo che non ha ancora visitato, assieme a suo marito Andrea, sua figlia Sophie e il figlio che porta in grembo.

Leggi anche: Le mamme portano i figli in ufficio, succede a Remed: “Vengono quando vogliono e fanno i compiti insieme”

spot_img
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.

Correlati

Wellness Style, l’allenamento anti-aging per mettersi in forma a prova di mamme in carriera

Non è mai troppo tardi per mettersi in forma, anche in estate ormai inoltrata,...

Melissa Masini dona il suo latte ad altre mamme: “Nessun limite, ogni goccia è preziosa”

L'allattamento al seno è un momento che crea una forte connessione tra le mamme...

Basta ciucci, canzoncine e favole, per far smettere i bimbi in auto basta solo una foto della mamma

Vacanze al via per molte famiglie, tra mare e montagna. Molti però, soprattutto i...
spot_img