giovedì, Dicembre 2, 2021

Giorgia Meloni: “Per mia figlia Ginevra il vaccino è più pericoloso del Covid”

Ospite da Nicola Porro a Quarta Repubblica, Meloni ha espresso il suo parere negativo sul vaccinare i bambini. Poi ha chiarito il suo "no" a Green Pass e proroga dello stato d'emergenza e sui vaccini ha detto: "Perché ancora non ne conosciamo il costo?"

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ospite da Nicola Porro a Quarta Repubblica su Rete 4, Giorgia Meloni ha spiegato i motivi che l’hanno spinta a non vaccinare sua figlia Ginevra, 5 anni. La leader di FdI non ha nascosto i suoi dubbi riguardo l’immunizzazione dei più piccoli: stando alle sue parole, per loro il vaccino presenterebbe più rischi del Covid stesso.

Nello specifico, Meloni ha spiegato: “Non vaccino mia figlia Ginevra perché per lei il vaccino è più rischioso del Covid. Un bambino ha le stesse probabilità di morire di Covid che di essere colpito da un fulmine. Per questo ho deciso di non vaccinarla”.

Giorgia Meloni contro proroga dello stato d’emergenza e Green Pass. Sul vaccino: “Perché ancora non ne conosciamo il costo?”

Giorgia Meloni contro proroga dello stato d'emergenza e Green Pass. Sul vaccino: "Perché ancora non ne conosciamo il costo?"

Come leader dell’unica forza politica all’opposizione, Giorgia Meloni è tornata a ribadire il suo netto “no” alla proroga dello stato d’emergenza. Ha detto: “No, non la voterò. C’è un problema di ordine costituzionale, al massimo in Italia può durare due anni. Non è più emergenza questa, lo stato di emergenza nel merito non puoi prorogarlo”.

La leader di FdI si è detta contraria anche alla certificazione verde: sempre a suo dire, il Green Pass si sarebbe dimostrato inefficace, dato che “oggi parliamo di nuovo di lockdown, regioni colorate, cenoni a Natale con il limite della capienza”. L’ultima sferzata l’ha diretta al Governo di Mario Draghi, colpevole di aver generato un’enorme confusione soprattutto sul tema vaccini. In riferimento al caos AstraZeneca, ha sottolineato: “Non si capisce niente, la gente si preoccupa: non sono no vax, sono persone spaventate”. Poi, ha aggiunto:

Abbiamo messo il Green pass europeo a 9 mesi, poi portato a 12 e adesso lo stiamo riportando a 9, ma il vaccino dura 6 mesi. Sulla base di quale evidenza scientifica? La gente ha pensato che il vaccino durasse 12 mesi. Quando hanno detto che con il Green pass si era al sicuro la gente si è levata la mascherina.

Facendo infine riferimento al costo dei vaccini, ancora secretato, Giorgia Meloni ha concluso:

Ancora oggi il dato sul costo del vaccino è secretato, perché non possiamo sapere quanto lo paghiamo? Serviva serietà, trasparenza e informazione.

Leggi anche: Lilli Gruber deride la voce di Mario Giordano, Meloni: “Una scena imbarazzante e triste”

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie