venerdì, 22 Gennaio 2021

Gianluca Profili: “Medicina e chirurgia estetica decollano nonostante il Covid”

Mercato in ascesa per la medicina e chirurgia estetica nonostante il Covid, abbiamo chiesto un confronto all'esperto Gianluca Profili, presidente della società leader di settore Clinic Medical Beauty.

Il Covid sfianca ogni settore dell’economia, ma uno sembra esser immune dalla crisi: quello dell’estetica. A pensarla così non è solo Gianluca Profili presidente di Clinic Medical Beauty ma i dati mondiali analizzati nel 2020 dell’intero settore. Forse perché le donne, non solo quelle italiane, sono divenute maggiormente risparmiatrici in questo periodo e in maniera forzata. Si risparmia infatti su abbigliamento, cinema, teatro, ristoranti, viaggi. Ma l’estetica, anche sotto la mascherina sembra essere, un fattore irrinunciabile.

Per indagare su questa sorprendente inversione di tendenza nel mercato della medicina e chirurgia al tempo del Covid, abbiamo chiesto un parere a Gianluca Profili, presidente di Clinic Medica Beauty, azienda leader con numerose cliniche su Roma e nel Lazio, che adesso è impegnata allo sviluppo di progetti franchising per chi volesse investire in un settore sempre più in crescita.

Leggi anche: Perché investire nel settore della medicina e chirurgia estetica: ce lo spiega Gianluca Profili

Il Covid non tocca il mercato della medicina e chirurgia estetica, ce lo spiega Gianluca Profili

Ma facciamo un attimo chiarezza con una distinzione. Il mercato dell’estetica, sempre più in costante crescita, comprende due diversi segmenti:

  • La medicina estetica, una branca meno invasiva che non utilizza operazioni chirurgiche per correggere gli inestetismi o difetti del paziente. I trattamenti di medicina estetica sono caratterizzati da azioni non invasive e tempi di convalescenza solitamente brevi e poco dolorosi.
  • La chirurgia estetica, permette invece di migliorare l’aspetto del paziente o eliminare definitivamente, in maniera totale o parziale, i suoi difetti fisici attraverso degli interventi chirurgici. Le procedure di chirurgia estetica sono abbastanza invasive, nella maggior parte dei casi producono risultati permanenti, e prevedono tempi di convalescenza più lunghi e impegnativi.

Gianluca Profili: “Il mercato della medicina estetica crescerà del + 50 % fino al 2026”

gianluca profili

“Studi recentissimi riscontrano che un + 50 % investirà i fatturati nel mercato che si concentra prevalentemente sul primo segmento: la medicina estetica piuttosto che la chirurgia”- sottolinea Profili. Il mercato globale della medicina estetica sta crescendo rapidamente ma anche quello della chirurgia. Aggiunge Profili:

Il mercato della medicina estetica rimane ancora prevalentemente dominato dagli Stati Uniti, dove sono state effettuate un numero record di 2.4 milioni di procedure non chirurgiche nel 2018. Anche il mercato italiano è in crescita, grazie in particolare alla crescente popolarità dei metodi cosiddetti “non invasivi” di medicina estetica, posti al confine tra cure mediche e semplici procedure estetiche.

Non solo donne, anche gli uomini sono sempre più interessati alla medicina e chirurgia estetica

L’Italia è infatti il paese al mondo con il più alto numero di procedure di medicina estetica in proporzione alla popolazione. Sottolinea Gianluca Profili:

Nel 2019, gli interventi non chirurgici hanno rappresentano un impressionante 12.8% della popolazione nazionale. Il mercato italiano è ancora prevalentemente guidato dalle donne, con l’87,4% delle procedure, ma l’interesse da parte degli uomini è cresciuto negli ultimi anni.

Si stima, infatti, che le richieste di trattamenti non chirurgici da parte degli uomini sia aumentato del 25.4% dal 2011 anno da cui mi occupo di questo settore Gli italiani ricorrono alla medicina estetica a partire da un’età sempre più bassa, in quanto preferiscono prevenire i segni dell’età, invece di curarli, nel miglior modo possibile e con risultati ottimali.

Cresce anche la domanda da parte della popolazione più anziana, che secondo una ricerca di CLINIC è il segmento di mercato che cresce più rapidamente.

Medicina e chirurgia estetica: punturine in auge

In Italia, il segmento degli iniettabili domina il mercato della medicina estetica, con l’80,7% di tutte le procedure. Infatti, i filler all’acido ialuronico e tossina botulinica sono le procedure non chirurgiche più amate dagli italiani.

Precisa Gianluca Profili:

Il mercato della medicina estetica richiede alti costi di ingresso e tecnologia avanzata e la maggior parte dei produttori sono specializzati nella produzione.

Il mercato è in costante rinnovamento, e negli ultimi anni ci sono stati grandi progressi tecnologici che hanno permesso la diffusione di procedure sempre meno invasive e più efficaci, come la Lipoemulsione per la scultura di parti del corpo e il Rinofiller per togliere le imperfezioni del naso.

Leggi anche: Clinic decolla nel digital: è brand leader nella medicina e chirurgia estetica

Correlati

Gli organi della piccola Antonella, morta per una sfida social, salveranno tre bambini

Gli organi di Antonella Sicomero, morta per una presunta challenge su Tik Tok, sono stati espiantati e destinati a tre piccoli pazienti. Intanto la procura della Repubblica indaga per istigazione al suicidio.

Smog, rapporto Mal’Aria 2020: ecco le città italiane più inquinate. Torino in testa

Ecco i nuovi dati dello studio sullo smog in città raccolti da Legambiente nel report Mal’aria 2020. L'associazione ambientalista ha stilato una pagella sulla qualità dell’aria di 97 città italiane.

Tra storia e tradizione, 5 cose da sapere sul caffè espresso

Il caffè espresso, come lo conosciamo oggi, nasce solo 80 anni fa. Ecco 5 cose che, forse, non sapete sul caffè.