giovedì, Giugno 30, 2022

Finlandia nella Nato, Putin: “Un errore”. Anche Salvini contrario, Pd: “Un assist ai russi”

Il presidente Niinisto ha sentito Putin al telefono e gli ha comunicato l'intenzione del Governo di Helsinki di entrare nella Nato, sulla quale si è espresso pure Salvini, scontrandosi col Pd.

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Finlandia nella Nato? Oggi il presidente della Finlandia Sauli Niinisto ha sentito Vladimir Putin al telefono e gli ha comunicato l’intenzione del Governo di Helsinki di entrare nella Nato. Stando a quanto riportato da Niinisto su Twitter, si sarebbe trattato di “una conversazione diretta e franca, durante la quale è stato convenuto che è importante evitare tensioni”.

Nel comunicato diffuso dal Cremlino, il colloquio tra Putin e Niinisto è stato invece definito “un franco scambio di opinioni in relazione all’intenzione annunciata dalla leadership finlandese di presentare domanda per l’adesione della Nato”.

Il presidente russo Putin avrebbe risposto a Niinisto riguardo l’intenzione di far entrare la Finlandia nella Nato: “La fine della neutralità della Finlandia è un errore, la sua sicurezza non è minacciata. Questo potrà influenzare negativamente le relazioni con la Russia”.

Finlandia nella Nato: scontro Salvini-Pd

Finlandia nella Nato: scontro Salvini-Pd

In merito dell’adesione della Finlandia nella Nato si è espresso anche il leader della Lega Matteo Salvini che, ai margini della Conferenza programmatica L’Italia che vogliamo, ha detto: “Io sono per fare di tutto per avvicinare la pace. Allargare i confini della Nato ai confini con la Russia avvicina o allontana la pace? Lascio a voi giudicare”.

Poi, Salvini ha concluso: “Io sono concentrato sull’oggi. L’oggi non è l’adesione di Svezia e Finlandia nella Nato, ma covincere o costringere Ucraina e Russia a parlarsi. Poi, dell’allargamento dell’Ue, con l’ingresso dell’Ucraina, e delle adesioni della Nato di Finlandia e Svezia avremo modo di parlare nei prossimi mesi”.

Punto di vista, quello di Salvini, aspramente criticato dal Pd, col deputato dem Enrico Borghi che ha scritto su Twitter: “Fino a qui, Salvini con un irenico e generico pacifismo, aveva politicamente buttato la palla in corner sull’Ucraina. Se ora si schiera contro l’ingresso di Finlandia e Svezia nella Nato, fa direttamente un assist a Putin, aiutandolo esplicitamente”.

Per le sue posizioni, Salvini è stato contestato anche dall’ex capogruppo dem al Senato Andrea Marcucci, che ha scritto: “Se una trattativa oggi è più vicina, è perché la guerra all’Ucraina non sta andando come voleva Putin. Tutto questo succede anche grazie al sostegno militare di Ue e Nato. Spero lo capiscano anche Salvini e Conte”.

Leggi anche: Ucraina, Pentagono chiama Mosca per la prima volta: “Serve cessate il fuoco”

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie