Festival di Cannes 2023, Harrison Ford: “Indiana Jones finisce qui, ma il mio non è un addio”

Sulla Croisette tante novità e tanti ritorni. Premiati con la Palma d'Oro alla carriera Micheal Douglas e Harrison Ford, che nell'ultimo Indiana Jones appare ringiovanito grazie all'AI. E c'è grande attesa per i film italiani in gara.

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Benvenuti al Festival di Cannes 2023. Dal 26 al 27 maggio la città sarà la protagonista di proiezioni di film e anteprime. Alla 76ª edizione, che ha come madrina Chiara Mastroianni, ci sono tre film italiani in gara, ovvero, Il sol dell’avvenire, di Nanni Moretti, La chimera, di Alice Rohrwacher e Rapito, di Marco Bellocchio. Oltre al film di apertura, Jeanne Du Barry – La preferita del re, il cui protagonista è Johnny Depp, tra le pellicole più attese ci sono Killers of the flowers moon, di Martin Scorzese, Asteroid City, di Wes Anderson e anche Indiana Jones e il quadrante del destino, quinto e ultimo capitolo della saga dell’archeologo più famoso nel cinema, in cui Harrison Ford, che il prossimo 13 luglio compirà 81 anni, appare ringiovanito grazie all’intelligenza artificiale.

Harrison Ford: “Non è a cosa credi il punto, ma con quanta forza ci credi”

Indiana Jones e il quadrante del destino, presentato come film fuori concorso e il primo film a non essere diretto da Steven Spielberg, sbarcherà al cinema il 28 giugno e tutta Cannes ha celebrato il celeberrimo protagonista che ha ricevuto la Palma d’Oro alla carriera, così come Micheal Douglas, che, davanti ai fan entusiasti per il suo arrivo, ha così dichiarato:

Sono profondamente commosso da questo riconoscimento. E c’è un film che dovreste vedere.

È proprio dietro di me.

Quindi lasciate che mi tolga di mezzo, e grazie di nuovo per questo grande onore.

La saga di Indiana Jones ci ha abituati al ritmo serrato, contraddistinti da frusta e cappello, e nell’ultima “puntata” ci saranno fughe nella metropolitana, pericoli di ogni genere, battaglie, furti, tesori nascosti, e Ford sarà affiancato dalla sua figlioccia Phoebe Waller-Bridge, sceneggiatrice e protagonista di Fleabag.

Harrison Ford: come è ringiovanito grazie all’AI

La vicenda si sposta negli anni Sessanta e mentre è finalmente in pensione, Helena, la figlia del suo migliore amico, lo coinvolge in una sensazionale scoperta: si trova sulle orme di un quadrante che sembrerebbe essere in grado di modificare gli eventi della storia. E così, Indiana/Harrison si butta a capofitto in un’altra avventura.

Secondo Forbes il budget ammonterebbe a quasi 300 milioni di dollari, classificandosi all’ottavo posto tra i film più costosi della storia. E Sebbene Ford abbia fatto eliminare tutti i riferimenti alla sua età nel copione, per circa la prima mezz’ora avrà 35 anni: ciò è stato reso possibile grazie a un particolare software dell’intelligenza artificiale, chiamato Fran e sviluppato dalla Disney, il quale, dopo aver impostato i parametri sul volto degli attori che si vuole modificare, realizza in pochissimo tempo un ringiovanimento.

Festival di Cannes: l’Italia sulla Croisette

Per Il sol dell’avvenire, ci saranno come rappresentanti Margherita Buy, Silvio Orlando e Barbora Bobulova, mentre per La chimera saranno presenti il protagonista Josh O’ Connor, che ha interpretato il giovane re Carlo in The Crown e Alba Rohrwacher, sorella di Alice, impegnata ora nelle riprese de L’amica geniale. Infine, per quanto riguarda Rapito, gli attori ospiti sono Fabrizio Gifuni, che ha appena vinto il David di Donatello per Esterno Notte, Paolo Pierobon e Barbara Ronchi, anche lei vincitrice del David per il film Settembre, e Filippo Timi.

Inoltre, vi è da sottolineare un altro evento importante: la Cineteca di Bologna riporta a Cannes Il ferroviere, film presentato nel 1956, diretto e interpretato da Pietro Germi. La pellicola si troverà nella sezione Cannes Classics, grazie al restauro realizzato dalla stessa Cineteca e Surf Film, con il patrocinio  del Ministero della Cultura e il contributo di “A Season of Classic Films”, progetto promosso da Ace-Association des Cinémathèques Européennes.

Chi sono gli altri ospiti?

Il programma del Festival di quest’anno si presenta molto vasto e presenta dei titoli che provengono da ogni parte del mondo tra cui Senegal, Asia, Mongolia, quindi, rispetto agli altri anni vi è una maggiore partecipazione da parte di molti più Paesi.

Grandi ovazioni per Martin Scorzese, Leonardo DiCaprio e Robert De Niro, sul red carpet ieri per presentare Killers of the flower moon. E oltre a Johnny Depp ci sarà anche sua figlia Lily Rose, protagonista della serie The Idol, fuori concorso, con The Weeknd. Fa un grande ritorno Pedro Almodóvar, che presenta in anteprima il corto Strange Way of Life con Ethan Hawke e Pedro Pascal.

Cast stellare per Asteroid City: Tom Hanks, Jeffrey Wright, Tilda Swinton, Bryan Cranston, Edward Norton, Adrien Brody, Margot Robbie, Tony Revolori, Jeff Goldblum, Willem Dafoe, Matt Dillon, solo per citarne alcuni.

Non ci resta che goderci i film e aspettare le premiazioni.

Leggi anche: Festival di Cannes: in gara Rohrwacher, Bellocchio e Moretti, Chiara Mastroianni madrina ufficiale

spot_img

Correlati

È La storia con Jasmine Trinca la ‘Serie dell’anno’ 2024

La Storia di Francesca Archibugi, dal romanzo di Elsa Morante, con una straordinaria Jasmine...

Anselm, l’omaggio di Wim Wenders all’ultimo grande pittore del ‘900

Con un nuovo film, “Anselm”, pochi mesi dopo il successo di “Perfect Days”, Wim...

Slam Poetry, cos’è, come funziona e perché è amata dai giovani?

Oggi parliamo di Slam Poetry. “Che cos’è la poesia?”, domandava il professor Keating, interpretato...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img