mercoledì, Ottobre 21, 2020

Emiliano: “Non aspettiamo il 1 giugno, il 18 maggio riapriranno parrucchieri e estetisti”

“Il 18 maggio parrucchieri ed estetisti in Puglia riapriranno”. Lo annuncia Michele Emiliano, facendo chierezza sui criteri di sicurezza che accompagneranno l’apertura. Molte sono le polemiche attorno alla decisione ma specifica il Presidente della Regione:

Riapriranno in sicurezza prima del 1 giugno grazie al lavoro della Regione Puglia con i rappresentanti del settore e il prof. Lopalco. Un lavoro fatto mantenendo sempre un dialogo con il Governo nel massimo rispetto istituzionale, come tutti gli aspetti di questa emergenza. Questi sono i risultati e i fatti. Tutto il resto sono chiacchiere.

Leggi anche: Coronavirus, Puglia tra le regioni con meno contagi

“Sono abituato a poche chiacchiere e molti fatti”

Il presidente in suo video FB, ha spiegato che le misure di sicurezza studiate saranno strumenti che l’Italia intera potrà poi adottare. Conclude Emiliano:

Io sono abituato a poche chiacchiere e molti fatti. In questo caso i fatti corrispondono ad atti pubblici, chiari e ufficiali. Il 18 maggio tutti i centri di estetica e acconciatura pugliesi potranno riaprire nel rispetto delle prescrizioni della mia ordinanza. Andiamo avanti.

IL 18 MAGGIO PARRUCCHIERI ED ESTETISTI IN PUGLIA RIAPRIRANNO IN SICUREZZA

Il 18 maggio parrucchieri ed estetisti in Puglia riapriranno. E riapriranno in sicurezza prima del 1 giugno grazie al lavoro della Regione Puglia con i rappresentanti del settore e il prof. Lopalco. Un lavoro fatto mantenendo sempre un dialogo con il Governo nel massimo rispetto istituzionale, come tutti gli aspetti di questa emergenza. Questi sono i risultati e i fatti.Tutto il resto sono chiacchiere.Io sono abituato a poche chiacchiere e molti fatti. In questo caso i fatti corrispondono ad atti pubblici, chiari e ufficiali. Il 18 maggio tutti i centri di estetica e acconciatura pugliesi potranno riaprire nel rispetto delle prescrizioni della mia ordinanza. Andiamo avanti.Presenti all’incontro anche i rappresentanti di Anci Puglia con il Presidente Domenico Vitto e Giuseppe Giulitto, CNA, Casartigiani, CLAAI, Confindustria, Confartigianato, Confcommercio Puglia, Confesercenti Puglia,Cgil Puglia, CISL e UIL Puglia, gli assessori Gianni Stea, Raffaele Piemontese, Sebastiano Leo, i Presidenti di Commissione Donato Pentassuglia e Filippo Caracciolo, il consigliere Michele Mazzarano, il consigliere del Presidente Domenico De Santis.

Pubblicato da Michele Emiliano su Sabato 9 maggio 2020

 

 

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Stanchezza da pandemia: perché siamo più tristi e tesi?

Di recente sentiamo spesso parlare di stanchezza da pandemia. Ma di cosa...

Da Federica Pellegrini a CR7, così il Covid-19 colpisce lo sport

Non solo il calcio, in queste settimane tutto lo sport italiano ha...

Tra coprifuoco e mini lockdown, la lenta chiusura dell’Italia. Ecco dove

L'ultimo Dpcm mira ad evitare un nuovo lockdown, ma non consente nemmeno...

Nuove graduatorie e concorso per la scuola

Sono ormai pubblicate in tutta Italia le graduatorie...

Lago d’Aral, la rinascita di un tesoro quasi scomparso

Un tempo era uno degli specchi d’acqua tra i più grandi al mondo, oggi è considerato uno dei più gravi disastri ambientali del Pianeta. Dagli anni 90 si lavora per la rinascita del lago d'Aral.