lunedì, Settembre 26, 2022

Emergenza incendi: dalla Versilia a Gironda, l’Europa brucia

La crisi climatica si fa sentire più forte che mai, assumendo l'aspetto delle fiamme che stanno aggredendo il Vecchio Continente. Vediamo cosa sta succedendo.

Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.

L’emergenza incendi dilaga in tutta Europa. Temperature alle stelle e ondate di caldo scandiscono il ritmo di questa estate, la più calda finora, ma la più mite se guardiamo a quello che ci riserveranno i prossimi anni. Le fiamme non risparmiano nessuna nazione: dall’Inghilterra alla Francia, dall’Italia alla Grecia, dalle coste della Spagna al Portogallo, la crisi climatica è più visibile che mai e prende la forma del fumo che brucia ettari e abitazioni.

Le autorità britanniche hanno chiesto ai cittadini di restare a casa ed evitare di usare bus e treni poiché la rete ferroviaria non è stata progettata per un clima così caldo. Sono temperature mai sentite prima, per cui è stato anche necessario sospendere momentaneamente i voli a Luton, l’aeroporto di Londra dove l’asfalto della pista si era sciolto. La Francia brucia e anche l’Italia, colpita da oggi da una nuova ondata di caldo record.

Emergenza incendi in Versilia

Nella notte tra lunedì 18 e martedì 19 luglio, le fiamme hanno investito i boschi sulle colline di Massarosa, in provincia di Lucca. Almeno tre sono stati gli edifici attaccati dal rogo e sono circa 50 le persone che hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni.

Il vento ha complicato le operazioni di spegnimento e 80 ettari sono andati in fumo, come ha reso noto il presidente della Regione Eugenio Giani. Il coordinamento volontario antincendi boschivi Toscana ha dichiarato che numerosissime sono state le forze impegnate a domare il rogo, specificando che, nella giornata di oggi:

Alle 12 erano impegnate 28 squadre con 89 operatori. In volo quattro elicotteri della flotta regionale e quattro canadair della flotta nazionale.

Anche la Francia brucia per l’emergenza incendi

Si parla di apocalisse climatica, a causa dell’aumento delle temperature. L’emergenza incendi non tocca solo l’Italia. “È uno dei giorni più difficili”, hanno detto le autorità francesi all’alba di lunedì 18 luglio, dopo che anche il loro Paese è stato travolto da caldo record e da sette giorni di incendi nella regione della Gironda, dove è andata in fumo un’area grande quanto l’intera città di Parigi.

Le fiamme, che hanno raggiunto la costa atlantica, hanno già bruciato 14mila ettari di vegetazione.

L’emergenza incendi nel resto d’Europa

L’emergenza incendi sta interessando anche il resto dell’Europa, distruggendo campagne e zone urbane e colpendo anche pompieri e volontari uccisi dal fuoco e dal fumo. Secondo le mappe del Sistema europeo d’informazione sugli incendi boschivi (Effis) ci sono centinaia di roghi in Portogallo, Spagna e Francia, Olanda, Germania, Italia, Bosnia, Montenegro, Albania, Romania, Grecia, Bulgaria.

La Spagna è al centro di una nuova ondata di caldo estrema, che ha causato una trentina di incendi e provocato la morte di un vigile del fuoco di 62 anni, mentre lavorava per domare le fiamme a Ferreruela de Tabara, nella provincia di Zamora. Alto anche il livello di incendi in Portogallo che, secondo l’ultimo rapporto della protezione civile del Paese, hanno provocato due morti, una sessantina di feriti e hanno devastato tra 12 mila e 15 mila ettari di foreste.

Ritornando in Italia, non sono confortanti le parole di Antonio Sanò, direttore del sito ilMeteo.it:

Purtroppo ci sono previsioni a più lunga scadenza che ci dicono che anche ad agosto farà più caldo della norma. L’anticiclone africano, nel corso della settimana, si sposterà lentamente verso l’Italia; venendo da Ovest, dalla Spagna, colpirà prima le regioni settentrionali. Si tratta di una bolla di aria calda diversa dalle altre perché ha una temperatura in quota che di solito si registra nell’entroterra sahariano.

Leggi anche: Caldo africano in arrivo, picchi fino a 42 gradi: sarà la peggior ondata del secolo

Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.

Ultime notizie