venerdì, Dicembre 2, 2022

Elezioni 2022: È accordo Letta Calenda. “Insieme per battere la destra”

Intesa raggiunta sul fronte progressista per le elezioni 2022. I leader di Pd, Azione e + Europa trovano l’accordo. Tutto quello che c'è da sapere.

Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.

Per le elezioni 2022 alle porte, è intesa tra il segretario del Pd Enrico Letta, il leader di Azione Carlo Calenda e quello di + Europa Benedetto Della Vedova. “Siamo solidi e compatti”, ha detto Calenda. È un patto siglato “perché è un dovere costruire una proposta vincente di Governo”. La totalità dei candidati nei collegi uninominali della coalizione verrà suddivisa tra Democratici e Progressisti e Azione, +Europa nella misura del 70% (Partito Democratico) e 30% (+Europa, Azione).

I punti chiave sono ben evidenti, a partire dal primo, la “grave responsabilità attribuita a chi ha fatto cadere il governo“. E poi c’è l’agenda Draghi e la promessa che nessun leader di partito vedrà il suo nome nei collegi uninominali. Qui “non saranno candidati i leader delle forze politiche che costituiranno l’alleanza, gli ex parlamentari del M5s (usciti nell’ultima legislatura), gli ex parlamentari di Forza Italia (usciti nell’ultima legislatura)”. Ma vediamo nel dettaglio in cosa consiste l’accordo.

Elezioni 2022: gli obiettivi del patto Calenda Letta

Le elezioni 2022 sono molto vicine. Chiari i punti salienti dell’intesa Calenda Letta:

 ·       Primo obiettivo è quello di “realizzare integralmente il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

·       Considerata “assoluta priorità” l’approvazione delle leggi in materia di diritti civili.

. Ribadito, in ambito economico e sociale, l’impegno a “contrastare le disuguaglianze e i costi della crisi su salari e pensioni“, nell’obiettivo di “realizzare il salario minimo nel quadro della direttiva Ue” e “correggere lo strumento” del reddito di cittadinanza.

·        Ribadita la linea atlantista della politica internazionale e l’appoggio all’Ucraina.

·       Per quanto riguarda le politiche energetiche, l’intesa mira a mettere in campo:

Le politiche pubbliche più idonee per garantire l’autonomia del Paese attraverso un’intensificazione degli investimenti in energie rinnovabili, il rafforzamento della diversificazione degli approvvigionamenti per ridurre LA DIPENDENZA DAL GAS RUSSO, la realizzazione di impianti di rigassificazione nel quadro di una strategia nazionale di transizione ecologica virtuosa e sostenibile.

 

Elezioni 2022, le parole di Letta e Calenda

elezioni 2022

Il segretario del Pd, Enrico Letta, in conferenza stampa alla Camera, ha detto:

Un momento per annunciare che a seguito di un incontro con delegazioni dei due partiti abbiamo siglato una intesa, che riteniamo molto importante, un patto elettorale, all’interno di un accordo più largo con altre componenti a nostro avviso fondamentali per essere vincenti nei confronti della destra. Non è immaginabile che il Paese dopo Draghi passi al governo delle destre o guidato da Giorgia Meloni. Dopo Draghi l’Italia ha bisogno di una esperienza di governo che porti avanti programmi che hanno avuto grande successo.

Il Leader di azione Carlo Calenda, in merito alla possibilità di un’alleanza con Italia Viva:

Le porte sono aperte a tutti e io ci ho pensato molto. È del tutto evidente che la rottura in questa fase paga quasi sempre dal punto di vista dei numeri, ma non si fa politica per i numeri. Non credo che nessuno abbia mai messo veti dal punto di vista coalizione.

Pungente, invece, il commento a caldo, pubblicato su Twitter, del leader dei 5 stelle Giuseppe Conte:

Finalmente è finita la telenovela Letta-Calenda. In bocca al lupo alla nuova ammucchiata.

Leggi anche: Rosatellum, 3 cose da sapere per votare il 25 settembre

Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.

Ultime notizie