Effetto Kate Middleton: moltiplicati check-up preventivi per il cancro, soprattutto di donne

L'esempio di Kate Middleton influenza la Gran Bretagna: aumentati gli screening e controlli di prevenzione. Ma in cosa consiste la terapia preventiva?

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Nei giorni scorsi Kate Middleton ha rivelato di avere un tumore in un video: “A gennaio sono stata sottoposta a un grosso intervento chirurgico all’addome (presso la London Clinic) e in quel momento si pensava che non avessi un tumore. L’intervento è andato bene, ma i test successivi all’operazione hanno rivelato che avevo un cancro”.

La principessa del Galles si sta ora sottoponendo a una chemioterapia preventiva e la sua rivelazione al mondo ha avuto un effetto più che positivo: in Gran Bretagna, secondo le dichiarazioni di alcuni responsabili del servizio sanitario nazionale inglese, NHS, riprese dal “Sun” e dal “Daily Mirror” moltissimi sono i cittadini ― specialmente donne ― che si stanno sottoponendo a dei controlli e a screening oncologici, seguendo proprio l’esempio di Kate Middleton.

In particolare, secondo il professor Peter Jackson, responsabile della prevenzione oncologica nel NHS inglese, il coraggio di Kate sarà in grado di “salvare molte vite umane”.

Effetto re Carlo e principessa Kate Middleton: come sta incidendo sulla prevenzione in UK?

kate middleton

Dopo le polemiche sorte in seguito alla foto ritoccata, per stessa ammissione dalla principessa Kate Middleton in persona, proprio quest’ultima ha deciso di rendere pubblica la sua malattia in un video, smentendo numerose voci e varie ipotesi sulla sua assenza e su teorie complottiste in merito al suo stato di salute.

L’esempio di Kate Middleton, come già accennato, ha ispirato molti cittadini britannici, e le prevenzioni e check-up negli ospedali sono, oggigiorno, moltiplicate e triplicate, anche a seguito dell’annuncio di re Carlo in merito a una chemioterapia cui si sta sopponendo dopo un intervento. Gli screening maggiormente richiesti sono per il tumore al seno e alla prostata.

Che cos’è la terapia preventiva cui si sta sottoponendo la principessa Kate Middleton?

Buckingham Palace non ha specificato quale sia il tumore della principessa del Galles, sebbene si stia sottoponendo a una terapia preventiva, anche se il termine più corretto per definirla è chemioterapia adiuvante o precauzionale. Ma di cosa si tratta più nello specifico?

Il professor Camillo Porta, docente di Oncologia presso l’Università Aldo Moro di Bari ha chiarito come funziona e quali sono le sue specificità a “Fanpage.it”: “Quando si parla di terapia adiuvante o precauzionale si intende un trattamento di chemioterapia con farmaci antitumorali somministrata dopo un intervento chirurgico con cui la massa tumorale è stata rimossa radicalmente e con l’obiettivo di prevenire eventuali recidive, ovvero che il tumore ricompaia in futuro”.

Ha continuato l’oncologo Porta: “Bisogna considerare alcuni fattori, in primis il rischio di recidiva associato alla neoplasia trattata, le dimensioni del tumore, i risultati dell’esame istologico e altre caratteristiche specifiche della patologia trattata. Fatte queste valutazioni, nei pazienti ad alto rischio di recidiva, e per quei tumori in cui sappiamo che la chemioterapia somministrata in via precauzionale ha dimostrato di ridurre le possibilità che il tumore si ripresenti, si procede con il trattamento”.

Vi sono alcune differenze rispetto alla chemioterapia che i pazienti fanno, ma non a scopo preventivo: “In quella adiuvante il trattamento non cambia, ma sono gli obiettivi a essere diversi, infatti, non serve per ridurre i sintomi o allungare le aspettative di sopravvivenza, ma ad abbassare il rischio di recidiva e, quindi,contribuire a curare il paziente”.

Leggi anche: Quale tumore potrebbe avere Kate e quali le terapie per guarire

spot_img

Correlati

Chi è Alessandro Araimo, CEO di Warner Bros Discovery che ha portato Fazio e Amadeus sul NOVE

Alessandro Araimo è Executive Vice Presidente, General Manager e Amministratore Delegato di Warner Bros....

Antitrust restituisce 122 milioni a 600mila consumatori: “Beneficenza e sponsorizzazione li penalizzano”

Nella giornata di ieri 17 aprile il presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del...

Stellantis, approvato il maxi stipendio del CEO Carlos Tavares: quanto guadagnerà al giorno

Il 70,2% degli azionisti di Stellantis, nata dalla fusione di PSA e Fiat-Chrysler, ha...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img