Edwige Fenech: “Molestata quando il Me Too non c’era. Chi mi avrebbe creduto?”

Edwige Fenech è pronta a tornare al cinema e ha parlato senza filtri in un'intervista per Il Corriere della Sera. Ecco cosa ha detto.

Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img

Edwige Fenech, 74 anni, ha parlato senza filtri in un’intervista per Il Corriere della Sera. L’attrice è diventata presto un’icona del cinema internazionale, col primo film a 19 anni, affermandosi come indiscussa regina della commedia sexy all’italiana.

Poi, l’addio al nostro Paese nel 2015 e il trasferimento in Portogallo con la famiglia. Ma adesso Fenech è pronta a tornare protagonista con “La quattordicesima domenica del tempo ordinario”, il nuovo film di Pupi Avati.

Edwige Fenech sui film erotici: “Avevo bisogno di lavorare e non ero schizzinosa”

Sono uscita di scena al momento giusto e volevo tornare nel modo giusto. In questi anni, ho rifiutato tante proposte. Ma era importante tornare solo se potevo esprimere qualcosa di forte”, ha detto Edwige Fenech parlando del suo ritorno sul grande schermo col film di Pupi Avati. Poi ha aggiunto sul momento in cui ha ricevuto la proposta: “Non potevo crederci. Sembravo una ragazzina piuttosto che una signora della mia età”.

Partita come star di film erotici, su quella parentesi cinematografica dice: “Avevo bisogno di lavorare e non ero schizzinosa, anche perché in Algeria non esisteva la distinzione tra film di serie A e di serie B”. Poi, alla fine degli anni ’90, l’esordio come produttrice: “Quella carriera mi è piaciuta, anche se per le preoccupazioni non dormivo la notte. Non ho avuto le porte che si aprivano da sole, ma ho dovuto spalancarle a testate”.

Edwige Fenech: “Ai tempi il Me Too non c’era. Sono stata molestata più volte, ma li prendevo a ginocchiate”

Poi, Edwige Fenech ha parlato della sua ampissima schiera di pretendenti. L’attrice ha ammesso di aver vissuto amori profondi, corteggiamenti serrati da parte di uomini importanti. Ma anche attenzioni morbose di personaggi potenti. Ha pure raccontato di aver subito molestie in un’epoca difficile, quando il Me Too ancora non c’era e nessuno era pronto a dare credito alle denunce di una giovane donna.

Ai miei tempi il #metoo non c’era. La parola di una ragazza non aveva valore – ha ammesso Fenech – A me è successo più volte di essere molestata da chi aveva il potere di farmi lavorare e non ho denunciato”. Ma lei ha sempre saputo difendersi: “In situazioni pesanti in cui ho corso il rischio di essere violentata, sono riuscita a uscirne indenne: ho un riflesso col ginocchio che è una roba micidiale. Alle attrici di oggi consiglio di mirare col ginocchio dove sappiamo”.

L’attrice ha poi raccontato del corteggiamento spietato di alcuni pretendenti: “Sono cose di una vita fa…Un armatore greco aspettò a lungo il mio arrivo in porto, che non ci fu mai. E ho avuto casa riempita di rose antiche, non ci si camminava e il profumo stordiva”. I nomi di quei facoltosi spasimanti non si conoscono (“E mai li dirò”), ma oggi Fenech sogna ancora un amore travolgente, nonostante sia single orami da ormai dieci anni.

Leggi anche: Eurovision, Marco Mengoni: “Due Vite per portare me stesso sul palco”

spot_img

Correlati

Chi era Gaetano Di Vaio, regista, produttore e attore di Gomorra scomparso a 56 anni

Dopo sette giorni in gravi condizioni Gaetano Di Vaio è scomparso oggi all'età di...

Chi è Rino Barillari, il re dei paparazzi, dalla Dolce Vita allo scontro con Depardieu

Rino Barillari è uno dei reporter italiani più famosi in Italia, tanto da essersi...

Chiara Mastroianni sul film Marcello mio: “Per i 100 anni di mio padre, chiamatemi come lui”

Chiara Mastroianni diventa suo padre. È stato presentato al Festival di Cannes il film...
Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img