giovedì, Dicembre 1, 2022

Come gustare un dolce gourmet 365 giorni l’anno: Dilettamisù e Loison inaugurano la collaborazione

D&D sempre più all'insegna del gourmet e dell'eccellenza, ora anche in collaborazione con la storica azienda dolciaria Loison.

Rita Chessa
Rita Chessa, dalla Performance Art al giornalismo. Accanto a studi in comunicazione e antropologia, con lo pseudonimo “Kyrahm” si dedica all’arte estrema in ambito internazionale e al cinema sperimentale. Un’ultima parola, una parola di Orson Wells: “Rosabella”.

Conosciamo Dilettamisù come migliore tiramisù al mondo, l’azienda, fondata dal manager gastronomico Diego Crezzo e dalla chef soprano Diletta Scandiuzzi, protagonista al Tiramisù World Cup 2018, ci ha nuovamente stupiti per l’intera durata della pandemia, quando si è organizzata per consegnare i suoi vasetti gourmet e le sue deliziose sac à poche nelle case italiane, portando dolcezza nel periodo natalizio e non solo, durante il Carnevale ci ha deliziati con la sua irresistibile fritella. Ma ancora oggi non smette di riservarci nuove sorprese tenendo alta l’asticella della qualità.

Tante novità per il 2021, in particolare la collaborazione con Loison

La storica azienda dolciaria, fondata nel 1938 da Tranquillo Loison, nella frazione di Motta a Costabissara in provincia di Vicenza attualmente è azienda leader nella produzione di molti prodotti dolciari in maniera particolare le colombe, i panettoni, le torte i biscotti e le veneziane. Oggi la vediamo in collaborazione con il noto brand Dilettamisù. L’obiettivo della loro unione? Creare abbinamenti da gustare 365 giorni l’anno.

dilettamisù

Tiramisù, perché è il dolce più amato dagli italiani?

L’intervista a Diletta Scandiuzzi, co-founder di Dilettamisù

Diletta, come nasce la collaborazione Loison con il brand Dilettamisù?

Recentemente Dario Loison, con il suo biscottificio, è entrato a far parte del Gruppo Gambero Rosso, riconosciuto in particolare per i suoi biscotti. Il format riguardava i migliori biscottifici e associa un’eccellenza come una crema che ha vinto un campionato mondiale insieme a una eccellenza riconosciuta da Gambero Rosso.

Cosa vi accomuna di più?

Sicuramente lavorare insieme è naturale perché biscotti e creme legano per loro natura, ma al tempo stesso a unirci è anche una tradizione, un’appartenenza a una regione e a una storia.

Quali sono i punti di forza, i prodotti di cui siete più orgogliosi?

Pensiamo alla storia della Veneziana, questa focaccia che appunto può essere una punta di diamante nel momento della Pasqua, ma che in realtà si declina anche questa tutto l’anno. Quindi, fornire dei prodotti evergreen è sicuramente un punto di forza.

Come state portando innovazione sui vostri prodotti?

Ma la sfida è anche l’aspetto innovativo di questi, come garantire la comodità di poter portarsi dietro un kit che è un barattolo di vetro e una slice monoporzionata sei in viaggio.

Sei in aereo ti prendi solo il caffè e hai questo kit meraviglioso per farti una pausa sei in treno. Devi partire per lavoro? E sappiamo benissimo che con i colori arancione, giallo, verde, blu non si può usufruire sempre di un ottimo bar, di un momento di ristoro particolare.

In cosa consiste il vostro nuovo Kit?

Ecco che c’è il Kit Merenda Plus delle slice in 3 gusti. La crema è avvolgente, voluttuosa, sensuale, un’emozione plurisensoriale per il palato e la mente.

Cosa lega Loison a Dilettamisù?

Ci lega il concept di gourmet, ci lega la tradizione e l’appartenenza alla regione e alla propria tradizione culinaria, sempre di più evoluta e resa moderna, veloce, giovane, facile. Questa per me è al tempo stesso innovazione, tradizione e, quindi, appartenenza.

Leggi anche: Lockdown sì ma gustosissimo: cos’è il Kit Misto Dilettamisù?

Rita Chessa
Rita Chessa, dalla Performance Art al giornalismo. Accanto a studi in comunicazione e antropologia, con lo pseudonimo “Kyrahm” si dedica all’arte estrema in ambito internazionale e al cinema sperimentale. Un’ultima parola, una parola di Orson Wells: “Rosabella”.

Popolari

Ultimi