domenica, Giugno 26, 2022

Come rendere i dati inaccessibili agli altri nella tua azienda

Se hai un'azienda e vuoi rendere i tuoi dati inaccessibili agli altri occorre affidarsi a professionisti che sappiano tenere al sicuro il materiale aziendale.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Se hai un’azienda e vuoi difenderla dagli attacchi degli hacker, rendendo i dati inaccessibili agli altri, occorre affidarsi a dei professionisti.

In un’era digitale in cui siamo dipendenti dalla tecnologia, sono le aziende e la Pubblica Amministrazione, nello specifico, che non ne possono più fare a meno e che devono occuparsi di proteggere i dati da possibili attacchi esterni. Gli aggressori infatti sono al passo nella produzione di tecniche sofisticate per compromettere la sicurezza dei dati aziendali.

Occorre intervenire e prevenire tali disastri perché una perdita di determinati dati potrebbe avere un impatto duro sulla propria attività in quanto spesso questi contengono dati sensibili appartenenti ai clienti, come dettagli sui conti correnti. Per garantire continuità, non intaccare il proprio marchio ed evitare spese inutili, bisogna giocare d’anticipo e affidarsi a chi sa come fare per tenere i nostri dati al sicuro.

Dati inaccessibili agli altri: a chi affidarsi

Boolebox è una Cyber security nata a Milano nel 2011 per le aziende di tutto il mondo, che ha raggiunto uno standard elevato di protezione grazie a una crittografia di livello militare, al fine di proteggerne i dati, ovunque si trovino, sia in azienda, nel cloud, via e-mail e sia nelle piattaforme condivise, come Windows, Gmail e Outlook.

L’offerta fornita da Boolebox riuscirà a rendere inaccessibili dati e documenti da utenti non autorizzati e persino dal più esperto haker. La Cyber security può aiutare sia le aziende che la Pubblica Amministrazione, il cui tema della sicurezza è divenuto di fondamentale importanza, come pure i soggetti che lavorano in smart working, in modo da mantenere i dati con cui lavorano al sicuro.

Dati inaccessibili agli altri: crittografia e ransomware

Per rendere i dati inaccessibili agli altri e proteggere le attività delle aziende, a cui non è possibile esimersi per evitar danni e rischi provenienti dagli attacchi informatici, vengono utilizzate le chiavi crittografiche. Ad introdursi nei computer sono i malware, software malevoli, mentre i ransomware agiscono in modo simile ai trojan che scalfiscono i sistemi operativi, entrando ad esempio in un file scaricato in precedenza, e criptano i file aziendali presenti nell’hard disk.

Oltre ai cyber attacchi occorre far attenzione ai domini malevoli, che contengono virus, allo spear-phishing che ha lo scopo di rubare le informazioni personali, oppure il password cracking che consiste nel furto delle password. Spesso questi furti hanno lo scopo di ottenere, in cambio dei dati rubati, una somma di denaro.

La prima raccomandazione per rendere i dati inaccessibili agli altri è quella di non aprire i file sospetti, ad esempio con estensioni di tipo exe. Essendo l’Italia il secondo Paese in Europa colpito dai cyber attacchi risulta per questo di fondamentale importanza accrescere i livelli di cybersecurity.

Leggi anche: Kaspersky, quanto è sicuro l’antivirus russo utilizzato in Italia dalla Pubblica Amministrazione

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie