martedì, Maggio 11, 2021

Danila Zazzera torna in campo, dopo un’operazione a cuore aperto: “Fiera di avercela fatta”

La giovane calciatrice Danila Zazzera torna in campo dopo aver subito un intervento al cuore e 10 mesi di riabilitazione. Ma non sempre è quello che accade.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Danila Zazzera torna in campo. È questa la notizia che molti suoi fan e appassionati di calcio femminile attendevano.

La giovane calciatrice dopo un intervento a cuore aperto e 10 mesi di riabilitazione è risultata idonea e potrà riprendere l’attività agonistica.

Però non sempre accade che dopo un problema, soprattutto cardiaco, si possa continuare a fare sport a livello agonistico. Vediamo chi, come Daniela, ci è riuscito e chi no. E chi invece ha dovuto cambiare traiettoria, dando una sterzata alla sua vita.

Danila Zazzera torna in campo: “Fiera e orgogliosa di avercela fatta”

danila-zazzera_calciatrice

Danila Zazzera nasce a Napoli nel 1998 e cresce calcisticamente nell’Associazione Sportiva Dilettantistica Femminile Inter Milano, prima tra le Giovanissime per poi passare nel Campionato Primavera.

Fa il suo debutto in serie A nella stagione 2013-2014 del campionato italiano di calcio femminile. Dal 2016 al 2020 gioca nella Fiorentina, Florentia e nel Sassuolo.

Tutto questo fino a luglio 2020 quando è costretta a fermarsi per un delicato intervento a cuore aperto, a soli 23 anni. Da qui ci si sarebbe potuti aspettare un suo ritiro e invece è giunta la notizia, inattesa ma sperata, del suo ritorno in campo.

Ecco come aveva commentato la bella notizia su Facebook:

Tornare a giocare sarebbe stato difficile, a tratti impossibile, tanti dicevano che dopo queste operazioni pochi ce l’avrebbero fatta.

Tante volte ho pensato di non potercela fare, ma oggi sono fiera ed orgogliosa di poter dire di avercela fatta, di essere “Idonea”.

Danila Zazzera torna in campo, prima di lei anche Cassano

Danila è la prima donna del calcio italiano ad ottenere l’idoneità dopo un intervento di questo tipo al cuore. Questo organo per un atleta, e ancor di più per un calciatore va sempre tenuto sotto controllo. Anche se a volte molte complicanze non si riescono a scorgere neanche dopo attente analisi e quindi non sempre sono prevedibili.

Un esempio è il malore, dovuto ad un difetto congenito, che portò nel 2011 Antonio Cassano ad essere operato al cuore e che non era emerso prima, nonostante il calciatore si sottoponesse a periodici controlli di ruotine. Nel suo caso dopo l’operazione e una terapia anticoagulante è riuscito a tornare in campo dopo alcuni mesi.

Danila Zazzera torna in campo, ma non a tutti il cuore lo permette

danila zazzera_davide-astori

Un altro caso è quello di Felice Natalino, giovane promessa dell’Inter, che nel 2013 in seguito ad una crisi cardiaca viene trasportato d’urgenza in ospedale. Gli viene diagnosticata una “cardiomiopatia aritmogena” ed è costretto ad operarsi.

Natalino ha poi ammesso di aver avuto la possibilità di continuare a giocare all’estero ma di aver deciso di lasciare il campo da calcio per non affaticare il cuore. Questo però non gli ha impedito di diventare un dirigente dell’Inter.

Sorte diversa invece è toccata all’ex capitano della Fiorentina, Davide Astori, la cui morte improvvisa è avvenuta a soli 30 anni, nel sonno, per un problema cardiaco. Secondo una dichiarazione del pm Antonino Nastasi la morte di Astori “si poteva evitare se fosse stato sottoposto a controlli più approfonditi, come suggerivano le aritmie rilevate durante controlli di routine”.

Recentemente un altro sportivo, il giocatore di basket americano LaMarcus Aldridge, ha scoperto di avere un problema al cuore e a soli 35 anni si è ritirato. Ecco cosa ha scritto sui social:

Ho giocato, ma avevo il battito cardiaco irregolare. Dopo la gara, la situazione è notevolmente peggiorata e mi sono veramente preoccupato.

Adesso sto meglio, ma quello che ho vissuto quella notte col mio cuore è stata una delle esperienze più terribili della mia vita.

Per 15 anni ho messo il basket al primo posto: è arrivato il momento di mettere la salute e la famiglia. Per questo ho deciso di chiudere immediatamente la mia carriera.

Danila Zazzera non può che ritenersi fortunata perché il suo cuore è forte e pronto ad altre avventure calcistiche. E non possiamo non farle un grande in bocca al lupo.

Leggi anche: Chi è Alberto Naska, ecco la sua vita “Fino all’ultima curva”

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie