lunedì, Gennaio 18, 2021

Coronavirus, zero contagi a Napoli e Roma in netto miglioramento

Clarice Subiaco
Clarice Subiacohttps://medium.com/@ClariceSubiaco
Classe 1986, passato di studi umanistici e presente nel mondo dei dati. In mezzo, esperienze di lavoro come Digital PR, Content Strategist e Project Manager per startup e agenzie internazionali. Ama raccontare l'innovazione che ha un forte impatto sociale.

In attesa dei dettagli della Fase 2 previsti per questo week end, iniziano ad arrivare le prime buone notizie da due importanti città italiane. Ieri a Napoli non si è registrato nessun nuvo caso di contagio e nessun decesso di persone affette da Covid-19. A riportarlo è lo stesso comune di Napoli nel suo resoconto giornaliero del 20 aprile. Nel capoluogo campano, dunque, il numero dei casi positivi complessivamente registrati dall’inizio dell’emergenza resta invariato, ovvero 833 casi, mentre i decessi sono fermi a 52 da ben quattro giorni. Il numero dei totalmente guariti, ovvero persone risultate negative a due test sale a 142, ovvero 11 unità in più rispetto al giorno precedente, mentre i clinicamente guariti sono 42. Si registra anche un ricovero in meno in ospedale, ovvero 153, e una persona in meno tra le 12 ricoverate in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono invece 486, ovvero 10 in meno rispetto alle 24 ore precedenti. Buone notizie anche da Roma. Ieri infatti, nella capitale si sono registrati solo 23 nuovi casi positivi. In totale nel Lazio i nuovi positivi nelle ultime 24 ore sono 60, il numero più basso da oltre un mese. Frena dunque il trend all’1%. Otto è il numero dei guariti e altrettanti sono i decessi; in calo inoltre i ricoveri e le terapie intensive.

Una giornata simbolica: proprio oggi quando vengono dimessi, dopo la riabilitazione fatta al San Filippo Neri, la coppia dei coniugi di Wuhan, registriamo il dato più basso dal 12 marzo. Non dobbiamo ora vanificare gli sforzi, è il momento di stabilizzare questa discesa e continuare a lavorare e mantenere alta l’attenzione sulle case di riposo e le RSA. Aumentano i controlli sulle RSA e le strutture socio-assistenziali private accreditate. Sono ad oggi 384 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio. Oggi sono partite le USCAR unità mobili con medici ed infermieri a bordo che serviranno per interventi tempestivi sul territorio

Queste le parole di Alessio D’Amato, assessore alla sanità della Regione Lazio, durante la conferenza stampa di ieri. Leggi anche: Coronavirus, perché la Grecia ha pochissimi contagi? di Clarice Subiaco    

Clarice Subiaco
Clarice Subiacohttps://medium.com/@ClariceSubiaco
Classe 1986, passato di studi umanistici e presente nel mondo dei dati. In mezzo, esperienze di lavoro come Digital PR, Content Strategist e Project Manager per startup e agenzie internazionali. Ama raccontare l'innovazione che ha un forte impatto sociale.

Ultime notizie

Quali sono le competenze fondamentali per fare trading online

Un numero crescente di risparmiatori, in virtù anche delle difficoltà di accesso alle filiali bancarie, approccia quotidianamentea a questo mondo. Ecco cos'è

Il ‘dono’ di Lorenzo Quinn a Palermo: le mani giganti davanti alla Cattedrale

Lorenzo Quinn, scultore italiano nonché emblema dell'arte figurativa, arriva anche in Sicilia...

Medico morto dopo il vaccino anti-Covid, l’autopsia esclude correlazione con il farmaco

Il medico morto dopo il vaccino anti-Covid, 64 anni, mantovano, è deceduto...

Blue Monday, il giorno più triste dell’anno nell’era della pandemia

È arrivato il Blue Monday. Oggi, lunedì 18 gennaio, è il giorno più...

I tesori sepolti del nostro Paese: l’inestimabile scoperta dell’Anfiteatro di Volterra

L'Anfiteatro di Volterra, scoperto cinque anni fa ma portato alla luce solo...