venerdì, Maggio 7, 2021

Coronavirus, Oms: nel mondo la pandemia sta rallentando

Sarebbero incoraggianti i dati forniti dall'Oms sull'andamento della pandemia da coronavirus nel mondo. Meglio l'America ma ancora preoccupanti il Sudest asiatico e il Mediterraneo orientale.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

L’Organizzazione Mondiale della Sanità comunica che la pandemia da coronavirus pare stia rallentando la sua presa nel mondo, in particolare nel continente americano.

I dati dell’Oms sulla pandemia

I dati dell’Oms riportati dall’Ansa parlano di più di 1,7 milioni di nuovi casi e 39 mila nuovi decessi segnalati nella settimana dal 17 al 23 agosto, con una diminuzione pari al 5% dei casi e del 12% dei decessi rispetto alla settimana precedente. Un rallentamento generale che ancora però non riguarda il Sudest asiatico dove si registra un aumento del 4,06% dei casi, e il Mediterraneo orientale con un incremento del 4,28% di nuovi positivi.

Leggi anche: Il virologo che ha scoperto Ebola: “La pandemia è appena cominciata”

Oms, la pandemia rallenta

Sono dati che fanno ben sperare per il futuro, anche sul fronte americano: gli Stati Uniti, uno dei paesi più colpiti dalla pandemia, stanno registrando una diminuzione di casi del -11,35%. Anche l’Africa ha avuto un calo dell’8,4% di casi. Minino invece il calo per l’Europa, con lo 0.9%.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie