martedì, Ottobre 27, 2020

Contributi a fondo perduto per imprese e partite Iva: il modello sull’Agenzia delle Entrate

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Nel decreto Rilancio sono previsti finanziamenti a fondo perduto per aziende e partite Iva che dimostreranno di aver avuto un calo consistente del fatturato in conseguenza del lockdown e dell’emergenza coronavirus. Le domande potranno essere inviate a partire dal prossimo 15 giugno scaricando il modulo pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate. La scadenza per presentare domanda è fissata al 24 agosto.

Chi ha diritto ai fondi

I contributi a fondo perduto potranno essere richiesti dalle imprese, dalle partite Iva e dai titolari di reddito agrario ancora in attività al momento della presentazione della domanda. Occorre, però, rispettare una serie requisiti. In primis, i ricavi e compensi del 2019 non devono essere superiori ai 5 milioni di euro. E il fatturato e i corrispettivi del mese di aprile 2020 devono essere inferiori ai due terzi di quanto registrato nel mese di aprile dell’anno precedente. Per le aziende in attività dal 1° gennaio 2019, per la richiesta di contributo è necessario dimostrare il solo calo del fatturato. Lo stesso vale per il caso particolare di aziende e professionisti ‘con domicilio fiscale o sede operativa nei Comuni che sono stati colpiti da sisma, alluvioni o crolli strutturali e che si trovavano ancora in uno stato di emergenza al 31 gennaio 2020’. Mentre, si legge nella guida dell’Agenzia delle Entrate, non possono accedere al bonus:

I soggetti la cui attività risulta cessata nella data di presentazione della domanda, i soggetti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, le cosiddette casse previdenziali, gli intermediari finanziari e le società di partecipazione, art. 162-bis del Tuir. Esclusi anche i soggetti che fruiscono del bonus professionisti e del bonus lavoratori dello spettacolo introdotti dal Decreto Cura Italia e gli enti pubblici, art. 74 del Tuir.

Leggi anche: Bonus vacanze 2020: come chiederlo e a chi spetta

Quanto ha stanziato il governo?

Questo tipo di finanziamenti sono esclusi dalla tassazione sia per le imposte sul reddito sia per l’Irap. E non hanno ricaduta sul calcolo del rapporto per la deducibilità delle spese e degli altri componenti negativi di reddito, compresi gli interessi passivi. Calcolare l’ammontare del contributo è semplice. Spiega il sito dell’Agenzia:

Alla differenza fra il fatturato e i corrispettivi del mese di aprile 2020 e il valore corrispondente del mese di aprile 2019 si applica una specifica percentuale in relazione all’ammontare di ricavi e compensi.

La percentuale è del 20% se i ricavi dell’anno 2019 non superano i 400mila euro, del 15% se non superano il milione di euro. È del 10% se non si è oltre la soglia dei 5 milioni. In ogni caso, per il contributo a fondo perduto è previsto un tetto minimo. È di 1.000 euro per le persone fisiche, 2.000 euro per le imprese.

Come fare per richiedere i contributi a fondo perduto

Per richiedere i finanziamenti bisogna compilare elettronicamente il modello a disposizione sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Per trasmetterlo si potrà utilizzare il canale telematico Entrate/Fisconline. Nel portale, nell’area Fatture e Corrispettivi, è indicata la procedura da seguire. Per accedere si avrà bisogno delle credenziali di Fiscoonline o Entratel dell’Agenzia, o si potrà anche usare il Sistema Pubblico di Identità Digitale, Spid, o la Carta nazionale dei Servizi, Cns. A quel punto l’Agenzia delle Entrate effettuerà i controlli di dovere per poi comunicare l’esito della domanda. Si potrà presentare il modello a partire dal prossimo 15 giugno, fino al 24 agosto 2020. Leggi anche: Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi di Elza Coculo

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Perché andare al cinema è importante come andare al supermercato

Non si vive di solo pane, eppure la pandemia stravolge completamente le...

Covid-19: come cambierà il lavoro?

Il cambiamento è già in atto. Dopo il nuovo DPCM in vigore...

Chi è Miriam Candurro, una delle protagoniste di “Un posto al sole”

Conosciamo Miriam Candurro per l'interpretazione di Serena Cirillo nella serie tv "Un...

Innamorarsi del proprio carnefice, ecco cos’è la sindrome di Stoccolma

Quante volte durante un film o una serie tv abbiamo sentito nominare...

Se non ti basta chiamarlo Fido: nomi per cani originali

I più tradizionalisti possessori di cani si accontentano dei nomi più comuni...