domenica, Gennaio 29, 2023

Chi è Liliane Murekatete, moglie di Soumahoro che non vuol essere chiamata Lady Gucci

Liliane Murekatete è la moglie di Soumahoro, al centro della vicenda giudiziaria sulle cooperative che non avrebbero pagato i dipendenti. Vediamo di conoscerla meglio.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Liliane Murekatete è la moglie di Soumahoro, deputato eletto con l’alleanza Verdi, protagonista insieme alla madre di una triste vicenda legata a delle irregolarità perpetrate ai danni dei dipendenti di due cooperative, dove le due donne hanno avuto ruoli importanti.

Si tratterebbe perlopiù di stipendi non pagati. Ciò che però ha fatto discutere è la vita lussuosa ostentata dalla Murekatete sui social, tra borse di lusso e hotel a 5 stelle. Il marito la difende e al riguardo ha specificato non essere un reato quello di amare la moda. Intanto è stata aperta un’indagine della Procura di Latina sulle condizioni dei lavoratori nella coperativa Karibu fondata da sua madre Marie Therese Mukamitsindo.

Liliane Murekatete, il suo punto di vista: “Per la narrazione di giornalisti io sono certamente colpevole”

liliane murekatete_

Liliane Murekatete ha deciso di parlare all‘Adnkronos spiegando il suo punto di vista sulla vicenda, con il desiderio di togliersi qualche sassolino dalle scarpe:

Adesso basta, porto in tribunale chi mi ha diffamato.

Posso capire, senza giustificarli, gli attacchi politici, ma la narrazione della maggior parte dei giornalisti è stata improntata ad un teorema fondato sulla colpevolezza certa e manifesta, con buona pace della presunzione di innocenza: colpevole io, colpevole mia madre, colpevole il mio compagno.

La moglie di Soumahoro non ci sta ad essere etichettata con il soprannome di “Lady Gucci”, poi specifica:

La costruzione del racconto mediatico volto a rappresentarmi come una cinica griffata ad affibbiarmi icastici titoli derisori, una che pubblica selfie (peraltro dello stesso tenore di quelli di centinaia di migliaia di giovani donne occidentali e non) mentre i lavoratori della cooperativa non ricevono gli stipendi è artatamente falsata.

Inoltre sottolinea come la gran parte delle foto risalgano al 2014/15 quando non solo non lavorava nella cooperativa ma non aveva neanche conosciuto il suo attuale marito, e insiste di non volersi prestare a questo processo mediatico.

Liliane Murekatete: “La colpa è dello Stato”

Sulla vita privata di Murekatete non si conosce molto. Secondo quanto riporta LinkedIn sappiamo che ha lavorato per cinque anni e 11 mesi presso la cooperativa Karibu, oltre ad essere stata assistente parlamentare.

In base a quanto dichiarato da Soumahoro però la moglie è attualmente disoccupata e non ha avuto ruoli di riguardo nella cooperativa Karibu, oltre a non essere mai stata in nessun Consiglio d’amministrazione (Cda). Ciò però si discosta dalle informazioni che si conoscono sul suo conto. Fino a fine giugno risulta essere stata presidente della Karibu e fino a ottobre ancora nel cda.

Intanto Liliane Murekatete e la madre hanno dato la colpa allo Stato e agli enti locali che non avrebbero mai pagato regolarmente.

Leggi anche: Indagine sulle coop, Soumahoro in lacrime: “Sono una persona pulita, parlate con mia moglie”

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie