sabato, Luglio 24, 2021

Cerchi un lavoro? Ecco come trovare un’occupazione in modo efficace

Per chi ha perso il lavoro o per chi cerca un'occupazione, è questo il momento giusto per rimettersi all'opera e per riattivarsi: ecco i segreti per trovare lavoro in modo efficace.

Cercare lavoro può essere un’impresa molto complessa. Specie in un momento come questo: è stato definito “effetto Covid” quello che ha portato in un anno, tra febbraio 2020 e febbraio 2021, alla perdita di circa un milione di posti di lavoro. Il dato, già poco incoraggiante, si fa ancora più drammatico se si guarda alla realtà degli inattivi, ovvero coloro che un lavoro neanche lo cercano più: questi, nel 2021, sono circa 717 mila in più rispetto al 2020, e toccano quota 14 milioni e 84 mila. L’occupazione giovanile, da parte sua, non è certo immune a tale tendenza: i giovani al lavoro a febbraio 2021 erano circa 919mila, con un calo di 159mila unità rispetto a un anno prima.

Ora, però, sembra di riuscire a intravedere una luce di speranza in fondo al tunnel della pandemia di Covid-19. Da oggi quasi tutta Italia è in zona bianca e, in molte Regioni, già dai giorni scorsi si riesce a respirare una nuova e frizzante aria di normalità. Per chi ha perso il lavoro, o, semplicemente, per chi cerca un’occupazione, è questo il momento giusto per rimettersi all’opera e per riattivarsi. Ecco quali sono i migliori metodi per trovare un lavoro.

Cercare lavoro: come scrivere un buon CV e un’efficace lettera di presentazione

Cercare lavoro: come scrivere un buon CV e un'efficace lettera di presentazione

Prima di mettersi alla spasmodica ricerca di un lavoro, bisogna comprendere quali siano le giuste tecniche per cercare un’occupazione in maniera efficace. Anzitutto, conviene armarsi di pazienza e costanza: l’operazione di ricerca non sarà così facile e immediata, perciò la regola numero uno è non lasciarsi guidare dalla fretta o dall’impazienza. La prima cosa da fare, poi, è scrivere un buon Curriculum Vitae. Le dieci regole d’oro per un CV perfetto sono:

  • Scegliere il modello di CV più adatto alle esigenze;
  • Usare nella stesura un tono adatto e la giusta formalità;
  • Inserire le proprie esperienze dalla più recente alla più remota;
  • Inserire le informazioni nelle sezioni apposite, non dilungandosi eccessivamente;
  • Ricontrollare il curriculum prima di inviarlo ai selezionatori;
  • Prestare la massima attenzione alla grammatica, evitando errori;
  • Elencare tutti, ma proprio tutti, i riconoscimenti ottenuti nella propria vita;
  • Adattare il CV alla posizione per cui ci si propone;
  • Non inserire esperienze controproducenti o non rilevanti per la posizione per cui ci si candida;
  • Assicurarsi che il CV sia coerente con la lettera di presentazione allegata.

Un curriculum che si rispetti deve avere sempre allegata la lettera di presentazione del candidato, che dovrà ovviamente adeguarsi alla posizione per cui ci si candida, con pure espliciti riferimenti ad essa. Scrivere una buona lettera di presentazione è molto importante: basti pensare che il reclutatore la leggerà prima del curriculum, l’obiettivo deve essere quindi quello di attirare la sua attenzione. Perciò niente errori grammaticali, grande leggibilità e, soprattutto, massimo risalto delle caratteristiche che ti rendono praticamente perfetto per quel lavoro.

Cercare lavoro: come farlo online

Dopo aver scritto un buon curriculum e una convincente lettera di presentazione, arriva il momento della ricerca vera e propria. Una delle modalità più gettonate ed efficaci per trovare lavoro è quella online. Nello specifico, si possono consultare:

  • Siti web o portali di lavoro: sono siti che raccolgono o pubblicano annunci di lavoro. Ad esempio, guarda qui le migliori offerte di lavoro aggiornate quotidianamente;
  • Siti internet delle aziende: in questo caso si possono visitare sezioni come “lavora con noi” o “posizioni aperte”, generalmente rinvenibili in ogni sito;
  • Motori di ricerca: alcuni motori di ricerca permettono di individuare annunci pubblicati sui principali siti dedicati alla ricerca di lavoro.

Altri metodi efficaci restano i social network. Linkedln, Twitter, Facebook, Google+ e Youtube, ad esempio, permettono agli utenti di creare un profilo professionale per entrare in contatto con datori di lavoro che cercano nuove risorse. La parola d’ordine? Coraggio: mai avere paura di prendere l’iniziativa, spesso la strategia migliore è contattare direttamente le aziende ed autocandidarsi.

Cercare lavoro: i metodi classici

Oltre alle tecniche online, rimangono sempre validi i classici sistemi di ricerca di lavoro: consultare le pagine gialle, ma non solo:

  • Rivolgersi ai Centri per l’Impiego: tali strutture promuovono spesso attività di orientamento, di formazione e di incontro con l’offerta di lavoro;
  • Inserirsi in una banca dati professionale: oltre ai Centri per l’Impiego, esistono associazioni simili in ambito universitario o professionale. Unico monito: diffidare dalle banche dati che chiedono denaro;
  • Lasciare i propri dati a società che selezionano personale o alle agenzie per il lavoro;
  • Inviare una lettera di autocandidatura alle aziende;
  • Inserire degli annunci sui giornali.

Leggi anche: Cresce disoccupazione giovanile in Italia, ecco perché è importante avere un buon curriculum

Ultime notizie