lunedì, Settembre 26, 2022

Chi è Carlotta Bertotti, la bellissima modella con un nevo di Ota sul volto

Carlotta Bertotti è una giovane modella e influencer che è riuscita attraverso la sua unicità a scardinare un mondo stereotipato, come è stato per anni quello della moda.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Carlotta Bertotti è una modella e influencer, con una particolarità sul viso che rende la sua bellezza davvero unica. Da piccola ha raccontato di utilizzare cosmetici per mascherare la sua voglia e una lente a contatto speciale proveniente dagli USA per coprire la sclera dell’occhio.


La sua particolarità sul viso è un
nevo di Ota. Si tratta di una condizione benigna rara, presente soprattutto in estremo oriente e in particolare in Giappone e poco nota in Europa, caratterizzata da una iper pigmentazione della cute che si presenta come una voglia nero blu sulla pelle.

Carlotta Bertotti, un percorso per l’esaltazione della sua bellezza

Carlotta Bertotti_

Carlotta Bertotti, 22enne di origini torinesi, è modella e influencer. Da piccola pensava che lavorare nel campo della moda per lei fosse qualcosa di surreale. Da grande però è riuscita ad entrarvi, essendo un mondo che sempre meno stereotipato e aperto alle cosidette ‘unicità’.

Con il passare del tempo Carlotta ha compreso che il trucco non poteva essere la soluzione, non era ciò che voleva, e quello che lei considerava un difetto poteva renderla un’icona di body positivity, sia nella moda e sia tramite i social.

Ha così confessato nello studio televisivo de I Fatti Vostri: “Quando sono nata avevo solo un puntino in un occhio. Mia madre mi portò dallo specialista e inizialmente si parlava di un trauma da parto”. Le cose sono poi cambiate e Carlotta è come oggi ci appare. Racconta però un momento importante in cui a 18 anni, durante una gita scolastica a Valencia, è scattato qualcosa dentro di lei:

Un giorno andai in spiaggia e mi struccai senza anticipare nulla ai miei amici. Loro non mi dissero assolutamente niente, quasi fui io a chiedere loro se notassero qualcosa di strano.

Oltre a truccarmi, infatti, indossavo anche una personalità che si addicesse a quel trucco: molto forte e difficile da scalfire. Quel bagno per me è stata una liberazione, un’esperienza che non mi dimenticherò mai.

Carlotta Bertotti e l’agenzia Imperfetta

Carlotta Bertotti per farsi conoscere ha deciso di far parte dell’agenzia italiana inclusiva Imperfetta. Si legge così nella bio della sito internet dell’agenzia:

Il progetto intende scardinare il paradigma del modello perfetto e mettere in mostra personaggi reali, non stereotipati, orgogliosamente unici e originali, a cui piace esprimersi attraverso l’immagine del proprio corpo e il proprio stile unico.
​​
Sosteniamo un’idea di bellezza imperfetta perché è nelle imperfezioni che vince la personalità. Sperando che le nuove generazioni di donne non debbano aspirare a una bellezza idilliaca per sentirsi adeguate.

Carlotta Bertotti, percorso di studi e cosa fa oggi

Carlotta Bertotti si è laureata lo scorso novembre a Torino in Diritto per le imprese e le istituzioni e ora vive con il fidanzato Alessandro Canavera a Roma. Ha ricevuto molte richieste da agenzie di modelle a New York e Los Angeles, e da diversi fotografi.

Ecco cosa ha dichiarato la Bertotti in un’intervista, come riporta Il Giornale d’Italia, riguardo allo stato d’animo attuale e a ciò che fa anche per aiutare gli altri:

Ho accettato pochissime proposte, perché per quanto ami ciò che vedo allo specchio, resto ancora la ragazza insicura di un tempo.

Tuttavia espormi sui social o davanti all’obiettivo fotografico è il modo che ho io per aiutare gli altri attraverso la mia storia.

C’è bisogno di ritrovare l’umanità, e questo lo si può fare anche raccontando la storia della propria unicità su Instagram, dove è ancora diffusa una corsa alla perfezione che è colma di insicurezza.

Leggi anche: Noemi: “Sono dimagrita grazie alla psicoterapia. La salute mentale è ancora un tabù”

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie