lunedì, Ottobre 25, 2021

Cantinetta vino: come scegliere quella giusta per la tua cucina

Le cantinette vino refrigerate sono perfette per ricreare il microclima presente nelle cantine tradizionali. Ecco le loro caratteristiche e le tipologie presenti sul mercato.

La passione per il vino che unisce cultori ed enofili di tutto il mondo ha incentivato lo studio e la progettazione di diversi modelli di cantinetta vino refrigerata, perfetta per ricreare quel microclima ideale, fresco e asciutto, presente nelle cantine tradizionali.

Umidità e temperatura costante sono due elementi indispensabili per la conservazione del vino. E poter contare su un elettrodomestico che, dentro casa, può avere la funzione di deposito per le bottiglie più pregiate è un grande investimento nel lungo periodo per esaltare e mantenere intatte tutte le proprietà del vino. Soprattutto delle annate che si vogliono conservare nel tempo.

Ecco perché le cantinette frigo oggi sono diventate indispensabili per tutti gli amanti del buon vino. Sono progettate per un uso per lo più casalingo e le diverse tipologie presenti oggi sul mercato soddisfano le esigenze più disparate, come quella di differenziare la temperatura di ogni zona in base alla tipologia e alla qualità dei vini, che siano bianchi, rossi o rosè.

Le cantinette vino oggi sono tra gli elettrodomestici più richiesti, dal momento che possono essere posizionate come qualsiasi altro complemento presente in cucina o in un altro luogo della casa. La cantinetta frigo, per esempio, può essere collocata a incasso, sotto il ripiano di un mobile, oppure, se si sceglie un modello più grande e capiente, l’elettrodomestico può vivere di vita propria diventando un complemento a sé stante, come nel caso di una cantina vino a libera installazione.

Conservare il vino dentro casa in assenza di una cantina

La cantinetta frigo diventa una vera e propria necessità quando si compra del vino di qualità e si ha l’esigenza di conservarlo alla giusta temperatura, luce e umidità. Perché conservare il vino in condizione errate vuol dire comprometterne gusto e bouquet.

L’ambiente del frigorifero è troppo freddo e non offre il giusto livello di umidità di cui il vino ha bisogno. La dispensa, d’altro canto, è troppo calda e secca e anche in questo caso la qualità del vino ne verrebbe alterata.

Per questo, quando il vino è passione, merita un posto speciale dentro casa. Un luogo dove conservare le bottiglie preferite alla giusta temperatura per averle sempre a portata di mano e poterle stappare alla giusta occasione. La cantinetta vino si rivela quindi un elettrodomestico che permette di mantenere le migliori annate a una condizione ottimale di umidità, al giusto livello di oscurità e alla temperatura adatta a ogni tipologia di vino.

Il vino bianco, ad esempio, ha bisogno di una temperatura massima di 13°, quello rosso si ferma a un limite di 20°, mentre gli spumanti hanno bisogno di climi più rigidi, anche se mai al di sotto degli 8°. E una cantinetta vino offre la possibilità di conservare ogni bottiglia alla temperatura ottimale in un unico luogo, senza perdere le proprietà organolettiche del vino, alternarne il sapore o le note olfattive.

Ci sono diversi motivi per cui una cantina a incasso rappresenta un buon investimento per tutti gli amanti del buon vino. I più salienti sono tre:

  • Si tratta di un elettrodomestico che può conservare bottiglie differenti a temperature diverse (grazie alla possibilità di regolare la temperatura di ciascun piano);
  • Adagiando le bottiglie sul fianco è possibile ampliare la durata del tappo che, rimanendo umido, aderirà meglio alla bottiglia. In questo modo la conservazione ottimale è garantita;
  • Oltre al lato pratico e alle funzionalità dell’elettrodomestico, la cucina acquisisce valore in termini di design grazie a un complemento elegante e di grande impatto estetico, qualsiasi sia la dimensione scelta.

Tipologie di cantinette vino

Le caratteristiche di una cantinetta vino

Oggi il mercato offre diverse tipologie di cantinette frigo. Un’utile semplificazione le divide in due gruppi: quelle temperate e quelle climatizzate. La scelta è sempre dettata dalla necessità, in questo caso di conservare oppure lasciare invecchiare nel tempo le bottiglie. 

La cantina vino temperata è dotata di buone funzionalità standard: la temperatura si può regolare in modo che rimanga sempre costante nel tempo e permette di servire il vino nella sua gradazione ideale.

La cantina vino climatizzata è progettata e pensata invece per chi vuole stagionare del vino di qualità per poterlo conservare nel tempo. La potenzialità di questo modello è elevata: è possibile impostare diverse tipologie di temperatura all’interno della stessa cantina e di usufruire di un sistema di areazione interna che abbatte i tassi di umidità e conserva le bottiglie in modo ottimale.

I modelli climatizzati, inoltre, offrono la possibilità di conservare il vino secondo il classico sistema dell’inclinazione dei ripiani che, si sa, migliora l’affinamento del vino. Le qualità più pregiate sono sempre sigillate da tappi di sughero che, con il passare del tempo, potrebbero essiccarsi compromettendo il vino dal punto di vista organolettico. Una buona inclinazione, invece, favorisce la stagionatura perché mantiene il tappo di sughero inumidito in modo costante.

Diversi brand, oggi, propongono modelli dotati di differenti optional, come l’impostazione elettronica o il termostato digitale, che ottimizzano le prestazioni e offrono maggiore comfort. Altri modelli sono dotati si sistemi antivibrazione, che ammortizzano le oscillazioni che il motore provoca, e altri ancora riducono i tempi di refrigerazione riducendo anche lo spreco di energia.

Le caratteristiche di una cantinetta vino

Temperatura

La cantinetta vino permette di regolare la temperatura dei diversi piani. Il sistema interno è inoltre dotato di ventole che garantiscono un perfetto riciclo dell’aria e mantengono i livelli di temperatura sempre costanti. Qualsiasi tipo di sbalzo termico è così evitato e il vino può essere perfettamente conservato senza rischi. Ogni zona è dotata di evaporatore e di barriere divisorie per impostare temperature diverse in base al tipo di bottiglia.

Struttura

Le cantinette frigo di alta qualità dispongono di ripiani in legno naturale, tutti dotati di supporto per la conservazione del vino, che aiuta a eliminare i residui di odore e ogni altro tipo di sostanza che potrebbe compromettere il buon mantenimento della bottiglia. I ripiani sono rifiniti in metallo, materiale che agevola lo scorrimento per ridurre al minimo eventuali sollecitazioni del vetro. 

Illuminazione

Per scongiurare il pericolo che le bottiglie siano colpite da luce forte, condizione che può essere deleteria, solitamente le cantine vino sono dotate di interruttore con luce a LED che si può spegnere ed accendere a piacimento. 

Inoltre, i modelli più moderni sono dotati di tecnologia che permette di bussare sul vetro per attivare in automatico l’illuminazione interna, per poter visualizzare senza fatica l’etichetta delle bottiglie e scegliere quella più adatta per l’occasione senza dover aprire la porta creando un innalzamento della temperatura, e comprometterne così la conservazione. Alcuni modelli prevedono inoltre l’opzione che consente di regolare l’illuminazione per ogni singola zona e a livelli diversi; alto, medio e leggero, a seconda delle necessità del momento.

Dimensione

Esistono diverse tipologie di cantinette vino, di dimensioni diverse e forme differenti a seconda dell’esigenza e anche del gusto estetico. Gli elettrodomestici di dimensioni più contenute, energeticamente ottimali, funzionano grazie a un impianto termoelettrico e senza compressore, a beneficio di un minor consumo e quindi di un perfetto consumo di tipo familiare. 

Gli apparecchi di dimensioni più grandi hanno consumi più elevati ma offrono il vantaggio non solo di poter contenere un numero maggiore di bottiglie, ma anche di poter raffreddare più velocemente e a temperature più basse. I modelli più semplici e contenuti nelle dimensioni possono contenere fino a otto bottiglie, mentre quelli più grandi possono avere anche una capienza di trecento pezzi.

Design

La cantinetta frigo oggi si trasforma in un ottimo complemento d’arredo, utile non solo per avere sempre a disposizione le annate più pregiate, conservate nel migliore dei modi e alla giusta temperatura, ma anche per arredare e aggiungere un tocco di classe alla cucina e ad altri spazi domestici. 

Leggi anche: Quali sono i vini abruzzesi e cosa influisce sul loro gusto armonico

Ultime notizie