sabato, Maggio 21, 2022

Bonus benzina da 200 euro: a chi è stato esteso e come ottenerlo

Il bonus benzina, secondo il decreto Ucraina bis, era rivolto ai lavoratori delle aziende private. Ora però è stato esteso. Vediamo chi sono gli altri soggetti che ne potranno beneficiare.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ci sono novità per il bonus benzina da 200 euro. Con una modifica al disegno di legge per la conversione del D.L. n. 21/2022, e approvato in commissione al Senato, è stato esteso l’utilizzo dei nuovi buoni benzina anche ai lavoratori dipendenti di soggetti che non sono solo aziende.

L’estensione riguarda anche gli studi professionali o gli Enti del Terzo settore, compresi i lavoratori in smart working. L’importo di 200 è su base volontaria, e va considerato come costo dell’azienda, quindi è esente da tasse e contributi.

Bonus benzina: cosa è cambiato e come ottenerlo

bonus benzina_

Nel testo del decreto Ucraina bis, approvato dal Governo per contrastare gli effetti della crisi, si specificava che il soggetto erogante erano le aziende private. Da lì era partito l’equivoco in quanto il termine azienda era generico e poteva escludere a molti lavoratori la possibilità di ricevere il bonus.

Quindi non solo le aziende private ma anche i datori di lavoro privati possono erogare il contributo per le spese del carburante. Anche gli apprendisti e i soci di cooperative sono inclusi tra i beneficiari.

Per la misura erano stati stanziati 9,9 milioni di euro, comprendenti solo le aziende private. Ora però aumentando i beneficiari lo saranno anche i costi.

Per ottenere il contributo non sarà necessario presentare alcuna domanda ma si attua su base volontaria. Quindi il datore di lavoro deciderà se erogarli, a prescindere dall’ISEE e dalla retribuzione, e quale debba essere l’importo del bonus benzina, di 200 euro o anche inferiore.

I lavoratori esclusi dal bonus sono i collaboratori di tipo CO.CO.CO, i lavoratori delle Pubbliche Amministrazioni e degli Enti pubblici e i tirocinanti.

Bonus benzina: come funziona e quando sarà attivo

Il bonus carburante sarà erogato come fringe benefit, ossia come un beneficio accessorio. Quindi è l’azienda a decidere, su base volontaria, se dare il contributo e quale somma che deve avere. Il recupero dei costi sostenuti avverrà in parte in quanto sulla cifra non sarà versato né l’IRPEF e neanche i contributi previdenziali.

Per l’erogazione bisogna attendere che la legge di conversione del Decreto sia pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Sicuramente si potrà disporre dei buoni entro il 31 dicembre 2022, anche se l’utilizzo degli stessi potrà avvenire oltre questa data ma entro la data di scadenza stampata sul buono stesso.

Leggi anche: Bonus 200 euro, si amplia platea dei beneficiari: come verrà erogato e tutte le novità

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie