mercoledì, 17 Luglio 2024
spot_img

Blockchain e criptovalute: un’introduzione completa

La rivoluzione del mondo della finanza e del mercato globale affonda le sue radici nel concetto di tecnologia decentrata, di blockchain e di criptovalute: ma come funzionano?

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Fenomeno globale da dieci anni a questa parte, le criptovalute hanno avuto e continuano ad avere una portata rivoluzionaria sui mercati finanziari mondiali, portando innovazioni significative nel campo dell’economia e della tecnologia.

Al centro di questa rivoluzione c’è la blockchain, una tecnologia che ha permesso la creazione e la gestione di criptovalute come il Bitcoin.

La storia delle criptovalute

La storia delle criptovalute inizia nel 2008, quando un individuo o un gruppo di individui sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto pubblicò un white paper intitolato “Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System”. Questo documento descriveva un sistema di pagamento elettronico basato su una rete peer-to-peer che non richiedeva l’intervento di intermediari come banche o istituzioni finanziarie.

Nel gennaio 2009, Nakamoto lanciò il software Bitcoin, rilasciando il primo blocco della blockchain di Bitcoin, noto come il “blocco genesi”. Da quel momento, Bitcoin ha iniziato a guadagnare popolarità, con una comunità di sviluppatori e appassionati che lavoravano per migliorare il software e aumentare la sua adozione.

Negli anni successivi, sono emerse altre valute digitali, spesso chiamate “altcoin” (monete alternative), che cercano di migliorare il design originale di Bitcoin o di introdurre nuove funzionalità.

Ad esempio, Ethereum, lanciato nel 2015, è una delle crypto più significative dopo Bitcoin poiché ha introdotto il concetto di smart contract, contratti auto-esecutivi con i termini dell’accordo scritti direttamente nel codice.

Blockchain e criptovalute, come sono collegate

Blockchain e criptovalute

Per comprendere meglio i Bitcoin e le sue sorelle è tuttavia necessario partire dal concetto di blockchain, tecnologia innovativa che funge da registro digitale, distribuito e immutabile, utilizzato per registrare transazioni su una rete di computer in modo sicuro e trasparente.

Come se fosse una catena di blocchi, da cui appunto il termine blockchain, dove ogni blocco contiene un insieme di transazioni e un riferimento crittografico al blocco precedente, creando una sequenza continua e sicura. Questa struttura consente a ogni partecipante della rete di avere una copia identica del registro, eliminando la necessità di un’autorità centrale per la verifica delle transazioni.

La blockchain è intrinsecamente legata alle crypto, poiché fornisce l’infrastruttura fondamentale su cui esse operano. La prima e più conosciuta implementazione della blockchain è stata il Bitcoin: ogni volta che qualcuno invia o riceve Bitcoin, la transazione viene registrata in un blocco, che viene poi aggiunto alla catena di blocchi esistente dopo essere stato validato dalla rete tramite un processo chiamato mining.

Così facendo, la blockchain garantisce l’integrità e la sicurezza delle transazioni, poiché ogni blocco aggiunto alla catena è collegato agli altri in modo crittografico, rendendo estremamente difficile alterare le informazioni senza rilevazione. Inoltre, la decentralizzazione della blockchain significa che non c’è un singolo punto di genesi, aumentando la resilienza del sistema contro attacchi e malfunzionamenti.

La tecnologia decentrata

Blockchain e criptovalute (2)

Cuore pulsante delle valute digitali è infatti la tecnologia decentrata: a differenza dei sistemi tradizionali, dove un’autorità centrale gestisce le transazioni e i dati, la blockchain utilizza una rete distribuita di nodi, ciascuno dei quali conserva una copia del registro delle transazioni.

La decentralizzazione, in questo modo, aumenta la sicurezza, poiché è molto difficile per gli hacker compromettere l’intero sistema, composto da nodi indipendenti e ognuno con il suo registro, e nel frattempo promuove la trasparenza, poiché tutte le transazioni sono visibili pubblicamente sulla blockchain e verificabili da chiunque.

Un altro vantaggio significativo della tecnologia decentrata è la resistenza alla censura. Nei sistemi centralizzati, un’autorità può bloccare o alterare le transazioni. In una blockchain decentralizzata, invece, le transazioni vengono validate dai nodi della rete attraverso un processo di consenso, rendendo molto difficile per qualsiasi singolo attore alterare i dati delle transazioni.

Ethereum in questo ha portato la tecnologia decentrata a un nuovo livello perché gli smart contract permettono la creazione di applicazioni complesse che operano senza intervento umano. .

Blockchain e criptovalute: la situazione attuale

Oggi esistono migliaia di criptovalute, ognuna con caratteristiche uniche e diverse applicazioni. Il mercato digitale è altamente volatile e speculativo, ma viene adottato sia da parte degli investitori istituzionali che degli utenti al dettaglio.

Bitcoin rimane la criptovaluta più conosciuta e utilizzata, con una capitalizzazione di mercato che spesso rappresenta una quota significativa del totale. Ethereum, con la sua piattaforma per smart contract, ha un ruolo di primo piano nel campo della finanza decentralizzata (DeFi), dei token non fungibili (NFT) e delle applicazioni decentralizzate (dApp).

La regolamentazione in questo ambito varia notevolmente da paese a paese. Mentre alcune nazioni, come El Salvador, hanno adottato Bitcoin come moneta a corso legale, altre, come la Cina, hanno imposto restrizioni severe sul trading e sul mining. Negli Stati Uniti e in Europa, le regolamentazioni stanno evolvendo, con un crescente interesse per l’adozione di normative che bilancino l’innovazione con la protezione dei consumatori.

Scenari futuri: possibilità e dubbi

Il futuro delle criptovalute e della blockchain è ancora incerto, ma ci sono diverse tendenze che possono fornire un’idea di dove si stia dirigendo questo settore.

L’adozione crescente di questa tecnologia da parte delle istituzioni finanziarie tradizionali quali banche, fondi di investimento e società di pagamento sta modificando il panorama dei servizi offerti, come la possibilità per i clienti di investire in asset digitali. Questo potrebbe portare a una maggiore stabilità del mercato e a una più ampia accettazione delle crypto come beni legittimi.

Come abbiamo visto, poi, la finanza decentralizzata è un altro campo in rapida espansione: le piattaforme DeFi offrono servizi finanziari tradizionali come prestiti, scambi e assicurazioni, ma in modo decentralizzato, senza intermediari, rendendoli più accessibili e inclusivi.

Un’altra tendenza emergente è quella degli NFT (token non fungibili), che rappresentano proprietà digitali uniche su blockchain. Gli NFT hanno trovato applicazione nell’arte digitale, nei giochi e nei beni di lusso, creando nuovi mercati e modelli di business.

Tuttavia è bene ricordare che la scalabilità delle blockchain diventerà presto un problema a causa delle reti attuali che lottano per gestire un volume elevato di transazioni. La sicurezza rimane una preoccupazione, con numerosi casi di hacking e frodi nel settore. Infine, la regolamentazione sarà cruciale per determinare come le valute digitali saranno integrate nel sistema finanziario globale.

Leggi anche: Mondo crypto: quali sono le criptovalute più interessanti su cui investire?

spot_img
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Correlati

Cyber security: come proteggere la tua azienda dagli attacchi informatici

Attacchi informatici e cyber security, se ne parla dal 1988, quando uno studente americano,...

Come sviluppare una strategia di digitalizzazione aziendale per migliorare i tuoi profitti

La digitalizzazione aziendale è un processo indispensabile per le imprese che intendono rimanere competitive...

Apple, dal 2025 arriva Siri integrata con AI: come ci renderà più semplice la vita?

Apple ha annunciato che integrerà l'AI nell'assistente vocale Siri. A dirlo è "Bloomberg", in...
spot_img