giovedì, 18 Luglio 2024
spot_img
spot_img

Arrivano le strisce rosa, mamme e donne incinte potranno parcheggiare in aree riservate

Mamme e donne incinte potranno sostare in apposite aree per due ore consecutive, ecco come funziona l'iniziativa virtuosa di Monterotondo.

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Le mamme non dovranno più percorrere l’intero quartiere ore e ore per trovare un parcheggio lontano dal cancello del nido o dell’asilo dei propri figli. E le gestanti non faranno più il giro dell’ospedale per dover parcheggiare in un posto distante dall’entrata per una visita. Il Comune di Monterotondo, infatti, ha promosso un’iniziativa che interviene per risolvere questo problema generalizzato, condiviso da moltissime donne.

Il Comandante della Polizia Locale di Monterotondo Michele Lamanna ha firmato l’ordinanza numero 99 firmata venerdì 7 giugno: da Via Col di Lana a Via Piazza Togliatti, da Da Via Kennedy a Piazza della Libertà, accanto ai parcheggi con strisce bianche, blu e arancioni, vi saranno anche quelle rosa. Ma cosa comporta tale cambiamento? Mamme e donne incinte potranno sostare in apposite aree per due ore consecutive.

Gli stalli designati saranno contrassegnati da una specifica cartellonistica verticale: al centro vi è una donna rappresentata col pancione e un’altra con il passeggino. Ma non è solo questa la novità: le strisce rosa indicano dei posti auto riservati anche ai genitori di bambini e bimbe fino al compimento di due anni.

Le strisce rosa saranno posizionate non solo in prossimità delle scuole e asili, ma in tutti quei luoghi che sono frequentati dagli abitanti della città, come ospedali, ambulatori, uffici postali e parchi pubblici. Ecco cosa rivela in una nota l’amministrazione comunale di Monterotondo guidata dal sindaco Riccardo Varone: “Le strisce rosa sono frutto di un lavoro sinergico tra Comune e Polizia Locale che rappresenta un altro passo a sostegno della comunità”.

La novità delle strisce rosa introdotta a Monterotondo

Per poter sostare sulle strisce rosa è necessario essere muniti di un pass speciale, che le donne in stato di gravidanza e neomamme hanno potuto richiedere in Comune dallo scorso 8 marzo. Tale iniziativa è stata introdotta a Monterotondo a seguito della mozione presentata dalla Consigliera Chiara Coltella il consiglio comunale del 29 marzo 2022.

Il regolamento parcheggi rosa, elaborato dalla stessa Consigliera Chiara Coltella insieme alla Delegata alle pari opportunità Alessandra Clementini, è stato poi approvato con delibera di Consiglio comunale 67 del 28 novembre 2023.

Gli stalli verranno posizionati in aree specifiche dall’amministrazione comunale, come indicato nell’ordinanza, con un pannello integrativo che indica il limite orario della sosta. Inoltre, non è consentito il pagamento a integrazione di altri minuti, una volta scaduto il tempo massimo.

Ma da quanto tempo esistono i parcheggi rosa per le mamme e le donne incinte?

Nonostante sia una novità del comune di Monterotondo, i parcheggi rosa sono già stati introdotti dal nuovo Codice della Strada, entrato in vigore il 10 novembre 2021.

Questi ultimi possono, quindi, essere predisposti a discrezione del sindaco di ogni Comune d’Italia. Inoltre, come stabilito dalla legge, chi parcheggia la propria automobile nelle aree riservate a donne incinte, mamme e genitori con bimbi a carico fino a due anni di età rischia una sanzione che va da un minimo di 80 a un massimo di 328 euro.

I parcheggi rosa sono un valido aiuto per le gestanti e tutte le donne con figli, dal momento che permette loro di non affannarsi nelle aree molto trafficate e laddove la sosta è difficoltosa. Il progetto promosso dal comune di Monterotondo, se esteso in tutta Italia, potrà davvero fare la differenza.

Leggi anche: Le mamme portano i figli in ufficio, succede a Remed: “Vengono quando vogliono e fanno i compiti insieme”

spot_img
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.

Correlati

Baby blues, il progetto Un sorriso per le mamme aiuta le neogenitrici ad affrontare il post-partum

Diventare mamme è un viaggio emozionante per moltissime donne, che coronano finalmente uno dei...

È davvero possibile avere una mamma per amica?

Mamma e figli possono essere amici? Questa è una domanda che i genitori si...

Wellness Style, l’allenamento anti-aging per mettersi in forma a prova di mamme in carriera

Non è mai troppo tardi per mettersi in forma, anche in estate ormai inoltrata,...
spot_img