Il factotum di Gina Lollobrigida a giudizio: “Si dichiara indigente e non paga gli alimenti al figlio”

Andrea Piazzolla, ormai conosciuto da tutti come il factotum di Gina Lollobrigida, è stato citato in giudizio dalla Procura per il mancato pagamento degli alimenti al figlio, nato nel 2009 dalla relazione con Sara Urrera.

Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img

Andrea Piazzolla, conosciuto da tutti come il factotum di Gina Lollobrigida, è stato citato in giudizio dalla Procura per il mancato pagamento degli alimenti al figlio, nato nel 2009 dalla relazione con Sara Urrera. L’uomo, 35 anni, ha riconosciuto di essere il padre del ragazzo solo nel 2021, a termine di un complesso ed intricato percorso giudiziario.

Stando a quanto riportato da Il Corriere della Sera, Piazzolla avrebbe dovuto pagare al figlio 300 euro al mese, oltre al 50% delle eventuali spese straordinarie. Questo quanto stabilito il 27 maggio 2021 dal giudice civile. Ma l’uomo non avrebbe mai adempiuto alle disposizioni della sentenza, tanto che ora ad essergli contestato è proprio il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare.

Andrea Piazzolla: la relazione con Sara Urrera, il figlio e l’incontro con Gina Lollobrigida

Andrea Piazzolla e Sara Urrera si conoscono 15 anni fa e, nel gennaio 2009, la donna rimane incinta. Fatto, questo, preso inizialmente con entusiasmo dall’uomo: la coppia pensa addirittura al matrimonio. Poi, nel marzo dello stesso anno, Piazzolla conosce Gina Lollobrigida e la presenta alla fidanzata. Proprio in quelle settimane, l’uomo cambia idea sulla gravidanza e chiede a Urrera di abortire. La donna si rifiuta. Il bimbo nasce il 5 settembre 2009, quando ormai la storia tra i due è già conclusa.

Nel frattempo, Andrea Piazzolla diventa il factotum di Gina Lollobrigida e nel 2015 si trasferisce a vivere a casa della diva. Dopodiché conosce e si fidanza con Adriana, dalla quale avrà una figlia nel 2020, chiamata “Gina” proprio in onore della Lollo.

Avvocati di Sara Urrera: “Andrea Piazzolla si dichiara indigente”

Nel 2016, Sara Urrera chiede ad Andrea Piazzolla di assumersi le responsabilità di padre. Lui, di tutta risposta, nega di essere il genitore del ragazzo. Inizia così un processo civile terminato nel 2021 con il riconoscimento di paternità di Piazzolla. Il ragazzo, infatti, porta da due anni anche il cognome del padre.

Dopo aver riconosciuto la paternità di Piazzolla, il giudice aveva pure stabilito la somma che l’uomo avrebbe dovuto versare al figlio: 300 euro al mese. Ma la sentenza è stata impugnata in sede civile da Sara Urrera attraverso i suoi legali, Annafranca Coppola e Sara Spina. L’avvocato Spina, che si occupa anche del processo penale, ha spiegato che “Piazzolla si dichiara indigente”.

Proprio pochi giorni fa, è stato aperto il testamento di Gina Lollobrigida. Metà del patrimonio milionario della diva è stato lasciato proprio ad Andrea Piazzolla, difeso dall’avvocato Filippo Morlacchini. Il factotum, intervistato da Alberto Matano, ha dichiarato che “questi soldi confluiranno in un fondo, un trust (…) La mia parte sarà totalmente messa all’interno del trust che si occupa di queste cose, non prenderò nemmeno un centesimo”.

Leggi anche: Il figlio di Gina Lollobrigida: “Ecco come il suo factotum le ha fatto il lavaggio del cervello”

spot_img

Correlati

Eros Ramazzotti e i 40 anni di Terra promessa: “Lo sapete che il titolo era un altro?”

Eros Ramazzotti sarà uno dei grandi ospiti al Festival di Sanremo e l'8 febbraio...

Mengoni a Sanremo: “Come mi sono preparato al Festival? Ho rivisto quello con Anna Marchesini”

Marco Mengoni torna al Festival di Sanremo, con cui ha da sempre un profondo...

Piero Chiambretti torna in Rai: prenderà il posto di Fazio?

"Grazie Pier Silvio per questi 15 anni fantastici. Con affetto, Piero Chiambretti". È così...
Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img