Ali di Leonardo, l’ambulatorio lombardo cura i pazienti gratis: “Evitiamo ai pensionati la lista d’attesa”

Ali di Leonardo è un ente senza scopo di lucro che opera in Lombardia: "Arrivano da noi sempre più persone che non possono permettersi le cure adeguate".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Si chiama Ali di Leonardo ed è composta da Maria Gabriella e Siria Scrimieri, Sonia Servino, Alata Stella, Marco Leonardo Gnech e Moira Perruso: è questa l’associazione composta da infermieri e medici volontari che ha uno scopo ben preciso.

Opera a Ponte Lambro, nella periferia est di Milano, in cui c’è un solo medico per oltre 5000 abitanti. E proprio per aiutare tutti i cittadini, Ali di Leonardo ha deciso di istituire un ambulatorio infermieristico e garantisce cure gratuite soprattutto agli anziani della zona che non possono permettersele.

La presidente Maria Gabriella Scrimieri ha così affermato a “Il Fatto Quotidiano”: “Le condizioni di salute dei pazienti che arrivano da noi sono in netto peggioramento a causa delle liste d’attesa troppo lunghe”.

Chi è e cosa fa l’associazione Ali di Leonardo?

Ali di Leonardo è un ente privato senza scopo di lucro che ha due ambulatori, non solo a Ponte Lambro, ma anche a Calvairate. E, come rivela sul proprio sito, il suo obiettivo è quello di fornire tutto il loro aiuto alle persone più bisognose:

Ali di Leonardo si ispira al Manoscritto “K1” noto anche come codice sul volo degli uccelli di Leonardo da Vinci.

Questa la pietra angolare è l’emblema della volontà dell’uomo di affrontare con successo e determinazione le avversità che si presentano durante la vita, avvalendosi delle proprie energie, della propria forza ed è questo il nostro spirito guida.

Leonardo coniuga in questo manoscritto l’arte, la scienza e l’ispirazione culturale e spirituale, un incastro perfetto in cui noi vogliamo inserire il nostro operato e i nostri obiettivi che sono l’associazione culturale e umanitaria.

Realizziamo progetti per migliorare le condizioni di vita delle persone, supportando tutti coloro che si trovano in difficoltà.

Chi sostiene Ali di Leonardo?

Ali di Leonardo sta diventando sempre di più un punto di riferimento per pontelambresi e calvairatesi e la presidente Scrimieri ha illustrato il loro modus operandi a “Il Fatto Quotidiano”: “Nel nostro ambulatorio proviamo a fare quello che possiamo e facciamo un inquadramento delle condizioni generali, rileviamo e monitoriamo i parametri vitali oltre a fare un’educazione terapeutica e sanitaria”.

L’associazione aiuta tutti coloro che “non hanno potuto fare controlli preventivi nel pubblico e non possono permettersi il privato”: “Da quando abbiamo aperto, arrivano sempre più pensionati e anche persone del ceto medio che lavorano, ma hanno stipendi bassi e non possono permettersi le cure private”.

La presidente Maria Gabriella Scrimieri ha raccontato anche un fatto realmente accaduto: “La moglie di un negoziante della zona aspettava una visita specialistica cardiologica da più di un anno. A pagamento invece era disponibile dopo pochi giorni, ma con due figli da mantenere non poteva permettersela”.

Sono moltissime le persone che si trovano in questa stato di attesa e, a lungo andare, le loro condizioni potrebbero aggravarsi sempre di più. Ma, se i pazienti dovessero aver bisogno di visite più approfondite Ali di Leonardo li mette in contatto con altri specialisti, che operano sempre su base volontaria.

Leggi anche: Svolta nella medicina: “L’elettricità guarisce le ferite”

spot_img

Correlati

Burioni: “Il vaccino contro il Papilloma Virus è così efficace da debellare il cancro all’utero come il vaiolo”

Roberto Burioni torna a parlare del vaccino contro il Papilloma Virus. Il professore di...

Il primo vaccino a mrna contro il cancro è stato somministrato a Napoli

Nuovo traguardo raggiunto nel campo dei tumori. Il paziente Alfredo De Renzis di Carovilli,...

Arriva la super tac, cos’è e come funziona: l’ospedale San Gerardo punta sulla precisione

All'Ospedale San Gerardo dei Tintori a Monza sarà possibile ora utilizzare una nuova apparecchiatura...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img