lunedì, Settembre 26, 2022

Alex Zanardi dimesso: dall’incendio a casa alle attuali condizioni di salute

Alex Zanardi torna a casa dopo 76 giorni di ricovero presso il San Bortolo di Vicenza, stesso ospedale che lo aveva curato nel 2021. Vediamo quali sono le condizioni attuali dell'ex campione.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Alex Zanardi è tornato a casa dopo un lungo ricovero all’ospedale di Vicenza. L’ex pilota era stato ricoverato dopo l’incendio divampato nella sua villa di Noventa Padovana che ha coinvolto i pannelli fotovoltaici, compromettendo i macchinari necessari per la sua assistenza, che erano collegati all’impianto.

Si è trattato di un successivo ricovero dopo quello del 19 giugno 2020 quando Zanardi è rimasto coinvolto in uno scontro con un camion durante una staffetta di beneficienza. La notizia riguarda solo le dimissioni dell’ex campione mentre riguardo alle sue condizioni di salute emergono pochi altri particolari, essendoci sempre attorno a lui una cortina di riserbo.

Alex Zanardi: le sue attuali condizioni

alex zanardi

Il team medico e specialistico del San Bortolo di Vicenza, che a livello scientifico è il più accreditato d’Italia e d’Europa, in questi due mesi e mezzo ha fornito tutte le curi possibili ad Alex Zanardi. Si tratta dello stesso ospedale presso il quale nell’aprile del 2021 la moglie dell’ex campione Daniela Manni e il figlio Nicolò si erano rivolti per il recupero fisico e cognitivo di Zanardi.

Il primario Giannettore Bertagnoni ha dichiarato che le condizioni del paziente sono state stabilizzate e che in questi mesi contestualmente è stato proseguito il programma riabilitativo seguito durante il primo periodo di degenza. Inoltre Bertagnoni ha sottolineato come il reparto resterà anche in futuro il punto di riferimento medico di Zanardi.

Alex Zanardi, le medaglie d’oro e gli sfortunati incidenti

Il primo incidente risale al 2001 quando gli dovettero amputare le gambe in seguito a un terribile incidente sul circuito del Lausitzring in Germania. Nel frattempo, dopo il recupero fisico e il suo ritorno allo sport nel para-olimpico, conquista 4 medaglie d’oro ai Giochi di Londra del 2012 e a quelli di Rio del 2016.

Poi nel 2020 il destino infausto lo fa sbandare contro un camion, mentre pedala a una curva sulla strada tra Pienza e San Quirico d’Orcia in Toscana, riportando ferite gravissime. E ancora l’incendio a casa sua di qualche mese fa, ennesima dimostrazione della sfortuna ma anche dell’estrema resilienza fisica di Zanardi.

Leggi anche: Distrofia retinica: due fratellini recuperano la vista grazie alla terapia genica

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie