martedì, Maggio 11, 2021

Chicago, agente uccide ragazzo 13enne: aveva le mani alzate. Un video riprende il momento

Una frazione di secondo tra l’immagine del tredicenne con le mani alzate e il colpo sparato dall’agente. Il sindaco di Chicago, Lightfoot: “Non possiamo permettere di perdere altre vite”

Chicago, un agente di polizia spare e uccide un ragazzo 13enne. “Uno scontro armato” dicono inizialmente le forze dell’ordine di Chicago.

È la mattina del 29 marzo quando il tredicenne Adam Toledo perde la vita a seguito di un colpo sparato dritto al petto dall’agente Eric Stillman. E se la polizia sostiene che la morte del ragazzo sia avvenuta nel corso di un conflitto armato, le prove danno ragione ai dubbi sorti nell’opinione pubblica. Lo stesso primo cittadino di Chicago, Lori Lightfoot ha così commentato:

Non voglio entrare nello specifico, poiché l’indagine è in corso, ma non ho riscontrato alcuna prova che Adam Toledo abbia sparato alla polizia.

Chicago, agente uccide ragazzo 13enne con un colpo al petto: la body cam lo incastra

adam toledo

Il video “atroce e straziante” – come definito da Lightfoot – , pubblicato nel sito del Dipartimento di polizia di Chicago e ispezionato da Agi, dura oltre sette minuti e documenta gli ultimi istanti di vita di Toledo: insanguinato, con gli occhi sbarrati e il respiro affannoso.

“Abbiamo deluso Adam”, dichiara il sindaco, invitando la popolazione a mantenere la calma. Dopo la diffusione pubblica di tali immagini, la rabbia insorge nelle gang dei latinos, che minacciano di sparare contro le macchine della polizia.

“Adam non avrebbe voluto questo – dichiara la madre della vittima, Elizabeth Toledo – Non fatelo.”

Leggi anche: Processo George Floyd: Derek Chauvin rischia 40 anni per omicidio di secondo grado

Gli ultimi istanti di vita di Adam Toledo: cosa è successo

Little Village, quartiere periferico di Chicago a densa popolazione di latinos. La tecnologia ShotSpotter, in grado di dare l’allarme in tempo reale in caso di colpi d’arma da fuoco, informa gli agenti che hanno risposto alla chiamata dello sparo di otto colpi di pistola.

Minuto 1:46 della registrazione. Il trentaquattrenne Eric Stillman, agente bianco della polizia di Chicago, dopo aver catturato il ventunenne Ruben Roman – insieme ad Adam Toledo – scende dall’auto per correre dietro al giovane ispanico.

Come testimoniato sia dalla body cam che dalla trasmissione radio, Stillman dice di inseguire qualcuno che “si tiene la cintura”

Due e trentotto del mattino, il momento cruciale: l’agente urla a Adam di fermarsi. Passano diciannove secondi dal momento in cui Stillman abbandona la volante e lo sparo che porrà fine alla vita del ragazzo.

Una frazione di secondo, quasi impercettibile se non grazie al video riprodotto a rallentatore. “Buttala via” ordina l’agente a Toledo, riferendosi a un’arma intravista tra le sue mani. Ma nell’istante in cui spara, non c’è alcuna traccia dell’oggetto. Come viene poi appreso da un altro filmato, il ragazzo viene ritratto mentre butta qualcosa oltre il muretto che ha posto fine alla sua corsa. Alla richiesta della polizia, Adam Toledo si è voltato verso il poliziotto disarmato.

L’opinione pubblica chiede giustizia per Adam Toledo: una violenza ingiustificata

omicidio adam toledo proteste

Nel momento in cui Adam è stato colpito, non aveva una pistola. Ok?” ha dichiarato lo scorso giovedì pomeriggio Adeena Weiss-Ortiz, legale della famiglia Toledo, dopo aver visionato il momento dello sparo a rallentatore. “Qualunque cosa avesse nella sua mano – prosegue – si avvicina alla recinzione e la lascia andare, si gira e gli sparano”.

Dopo la diffusione del filmato, sono sorte piccole manifestazioni attorno a Chicago. Gli appelli alla calma del sindaco Lightfoot e della madre di Toledo, Elizabeth, cercano di arginare non solo le minacce delle gang ispanios, ma anche la rabbia della comunità verso un ulteriore gesto di violenza ai danni di una minoranza etnica.

“Adam non avrebbe voluto questo”, dichiara la madre, ancora incredula per quanto accaduto. “Giocava ancora con i Lego” prosegue, inconsapevole dell’assenza di Adam dall’abitazione di famiglia nella mattina del 29 marzo, seppur capitasse spesso che il figlio uscisse senza avvisare.

Omicidio Toledo e non solo

Oltretutto, il video della morte di Adam Toledo è stato diffuso a seguito di simili episodi di violenza che hanno scosso l’opinione pubblica. L’11 aprile, infatti, una poliziotta di Minneapolis spara e uccide il giovane nero Daunte Wright, scambiando un taser per una pistola vera.

In Texas, invece, proprio in questi giorni sono stati licenziati sette agenti, rei di aver provocato la morte di un ragazzo di colore in possesso di cinquanta grammi di marijuana.

L’agente Eric Stillman è stato temporaneamente sospeso dal servizio.

Leggi anche: Omicidio Aldrovandi 15 anni dopo: La mamma: “Non lo dimenticate”

di Linda Scattolini

Ultime notizie