Home»New Story»Abolita pena di morte in Colorado

Abolita pena di morte in Colorado

Nel bel mezzo di una pandemia, finalmente una buona notizia: abolita la pena di morte anche in Colorado.

1
Condivisioni
Pinterest Google+

Nonostante le notizie funeste che provengono da ogni parte del mondo legate alla diffusione del coronavirus, oggi è possibile riportare una notizia che fa pensare più alla vita che alla morte. Nella serata del 24 marzo 2020 il Colorado è diventato il ventiduesimo stato degli Stati Uniti ad abolire la pena di morte.

In maniera particolare occorre considerare che già nel 1976 ci si era mossi in questa direzione ma la corte suprema di allora, che come si sa è composta da 9 giudici di nomina presidenziale la cui carica dura a vita, aveva ripristinato la morte come pena capitale.

Ci sono molti stati USA in cui viene ancora applicata la pena di morte

Lo stato di Denver aveva tuttavia evitato di applicare questa misura negli ultimi 44 anni limitandosi a eseguire soltanto una condanna a morte. Proprio in concomitanza con l’abrogazione di questa legge, il governatore Jared Polis ha firmato una legge per commutare la condanna a morte di 3 uomini nel braccio della morte al carcere a vita senza possibilità di libertà condizionale. Bisogna inoltre precisare che il codice federale degli Stati Uniti non riconosce la possibilità di applicare la pena di morte tuttavia esistono alcuni stati in cui tale pena viene ancora applicata.

Ora si apre la strada alla fine della pena capitale negli stati uniti

Secondo il portavoce dell’Unione Europea, Jaume Duch Guillot:

La decisione del governatore del Colorado incoraggia ulteriormente la crescente tendenza ad abbandonare la pena capitale negli Stati Uniti.

Proseguono quindi, anche ai giorni nostri, le tendenze di abolizione della pena di morte e delle torture che sono iniziate in Europa già nel XVIII secolo, durante l’epoca della ragione, e hanno avuto tra i loro massimi esponenti capi di stato e pensatori del tempo come ad esempio Cesare Beccaria. L’auspicio è che questa tendenza mondiale possa portare presto a commutare le pene in tutti gli stati che ancora la applicano.

Leggi anche: La pandemia ci restituirà un mondo ecosostenibile? L’intervista a Stefano Ciafani

di Domenico Di Sarno

Articolo Precedente

La pandemia ci restituirà un mondo ecosostenibile? L'intervista a Stefano Ciafani

Articolo Successivo

USA sceglie chi salvare: "Niente respiratori ai disabili"

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *