giovedì, Giugno 30, 2022

Termoigrometri: caratteristiche, vantaggi e applicazioni tipiche dei modelli digitali

In vari settori la misurazione della quantità di vapore acqueo nell’aria e dell’umidità dell’aria è fondamentale per tenere sotto controllo tutte le fasi dei processi produttivi.

Gli strumenti che vengono impiegati per queste misurazioni sono i termoigrometri, dispositivi che riescono a stimare la temperatura e l’umidità dell’aria analizzando le variazioni di temperatura della stessa e la pressione. Al termine della misurazione questi dispositivi mostrano la percentuale di umidità nell’aria, un parametro che si rivela essenziale in svariati settori professionali, dai trasporti all’agricoltura. 


In commercio si trovano oggi diversi modelli di termoigrometri, i quali differiscono per il metodo impiegato per il calcolo e per le caratteristiche strutturali. Molti professionisti e aziende stanno scegliendo di investire sul termoigrometro digitale, ritenendo di poter beneficiare dei vantaggi che è in grado di offrire e di poter ottimizzare in questo modo le attività professionali.


Caratteristiche del termoigrometro digitale

Per motivare il successo dei modelli digitali è bene prendere in esame le caratteristiche che si contrappongono ai modelli tradizionali analogici. Un termoigrometro digitale, ad esempio, dispone di uno display per la veloce lettura dei risultati ottenuti dall’analisi dell’aria; le dimensioni dello schermo e la risoluzione variano in base al modello che si sceglie di acquistare.


I modelli digitali sono spesso dotati di una memoria interna, da sfruttare per memorizzare le varie misurazioni. La capacità della memoria dipende dal modello scelto e l’esigenza di acquistare un termoigrometro digitale con memoria più o meno capiente dipenderà dal tipo di attività professionale che bisogna svolgere e dal numero di misurazioni richieste dall’attività professionale.


Oltre alle caratteristiche specifiche dei modelli digitali, in fase di scelta di un termoigrometro bisogna esaminare anche le caratteristiche e le funzionalità dei termoigrometri in generale. In particolare è bene informarsi sui range di misurazione del dispositivi, in modo da scegliere il modello più appropriato per le misurazioni di cui si ha bisogno.

Il confronto dei modelli in commercio deve prevedere poi la valutazione del livello di precisione delle misurazioni: i modelli professionali garantiscono al giorno d’oggi quasi tutta una precisione elevata, ma prima di procedere con l’acquisto il consiglio è di accertarsi che il modello scelto sia davvero preciso.


È utile infine informarsi sulla presenza di eventuali software integrati, i quali possono essere sfruttati per l’analisi dei risultati ottenuti dalle misurazioni e per ottenere il massimo dalla grande mole di dati che si possono raccogliere con questi dispositivi negli ambienti di lavoro e nelle varie aree della filiera produttiva.


Vantaggi e impieghi dei modelli digitali di termoigrometro

I vantaggi dei termoigrometri digitali sono legati alle caratteristiche principali di questi dispositivi. Nello specifico, i modelli digitali garantiscono una misurazione più semplice e una lettura dei dati facilitata, grazie alla presenza del display digitale. La memoria interna consente invece di avere rapido accesso a tutte le misurazioni, potendo confrontare i dati attuali con quelli rilevati nelle misurazioni precedenti e potendo così tracciare grafici utili per l’analisi dei risultati.


Gli utilizzi di questi dispositivi sono molteplici, infatti i termoigrometri trovano impiego in diversi settori. Si pensi ad esempio all’industria alimentare, nella quale il costante monitoraggio dell’umidità dell’aria è fondamentale per garantire un processo produttivo corretto e per offrire ai consumatori dei prodotti alimentari di qualità elevata.

I termoigrometri sono utilizzati anche nei magazzini delle aziende per accertarsi che i valori di umidità non siano tali da favorire il danneggiamento delle merci stoccate. Non bisogna dimenticare poi il loro impiego per la misurazione dell’umidità negli ambienti di lavoro, dal momento che l’umidità è uno dei parametri da valutare per garantire ai dipendenti il benessere dal punto di vista termico.

Ultime notizie