lunedì, Settembre 27, 2021

Rocco Casalino: da portavoce di Conte al nuovo ruolo in Parlamento

Rocco Casalino è diventato il responsabile del Movimento 5 Stelle per le tv con il compito di fornire un'immagine compatta e tenere lontani i dissidi interni tra i parlamentari del Movimento.

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Rocco Casalino è stato il portavoce dell’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Quando quest’ultimo ha salutare lasciare Palazzo Chigi, lasciando a Mario Draghi la guida del nuovo Governo, in molti si sono chiesti che fine avesse fatto l’ex concorrente del Grande Fratello.

La risposta ce l’ha data lo stesso Conte, il quale in occasione di una kermesse per Affaritaliani.it, svolta a Ceglie Messapica in provincia di Brindisi, riguardo al nuovo ruolo ricoperto da Casalino ha dichiarato:

È stato assunto alla Camera e al Senato ed è responsabile per le tv.

Quindi ha un compito molto più gravoso, perché ora lavora non più per un singolo, ma per i gruppi parlamentari del M5S.

Rocco Casalino, in cosa consiste il suo nuovo incarico

Rocco Casalino_

Il nuovo compito affidato a Rocco Casalino è quello di evitare dissidi e discordanze politiche tra i parlamentari del Movimento 5 stelle e garantire un’unica voce fornendo un’immagine mediatica quanto più compatta del Movimento sotto la nuova leadership di Conte.

Non si tratta di un compito semplice, ha ammesso Giuseppe Conte, ma abbastanza gravoso perché bisogna impegnarsi per garantire unione nel Movimento, evitando divisioni interne che fornirebbero un’immagine poco credibile all’esterno.

Inoltre in questo caso la responsabilità non è riferita solo al singolo ma ad un gruppo di parlamentari del M5S. L’impegno di Rocco Casalino sarà quello di occuparsi della strategia comunicativa portando avanti i principi del Movimento: reddito di cittadinanza, salario minimo e no al ritorno del nucleare.

Dall’esito incerto sembrano essere le elezioni Amministrative del 3 e 4 ottobre, in cui si vedrà l’impatto del Movimento sulle scelte politiche dei cittadini e si avrà consapevolezza del peso effettivo sull’elettorato. Sono oltre 1300 i Comuni coinvolti ma molto attesi sono i risultati per le grandi città come Milano, Roma, Napoli, Torino e Bologna.

Rocco Casalino: le critiche di Matteo Renzi

rocco casalino_critiche matteo renzi_controcorrente

Matteo Renzi è stato colui il quale ha portato alla crisi del precedente Governo Conte. Nel suo ultimo libro Controcorrente non si risparmia nelle critiche, non solo verso la parte politica avversaria ma anche nei confronti del mondo giornalistico tacciando Lilli Gruber e La7 di sudditanza nei confronti del Fatto Quotidiano, portando come prova il fatto che su 1200 puntate di Otto e mezzo ci sono state 568 volte firme del Fatto Quotidiano rispetto rispetto alle 378 del Corriere della Sera.

Le critiche non sono mancate anche per Rocco Casalino, al quale è stato attribuito l’uso improprio dei media, e in particolare della Rai, tale da far apparire Conte come la grande guida del popolo nel periodo più difficile attraversato dall’Italia durante l’emergenza sanitaria, tutt’ora in atto, a causa della pandemia da Covid-19.

Leggi anche: Casalino: “Non mi hanno regalato niente. A mio padre sul letto d’ospedale ho detto ‘muori’”

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie