domenica, Gennaio 16, 2022

Parla il pugile che ha salvato la vicina dallo stupro: “Quel bestione le stava addosso, l’ho steso”

Roma, quartiere Prati. Andrea Marcelli, un ex pugile di 55 anni, ha salvato la sua vicina di casa dallo stupro di un cittadino ucraino 36enne. Le parole dell'ex atleta: "Non sono un eroe".

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Pugile salva vicina dallo stupro. Roma, ore 23 di domenica 7 novembre: all’improvviso in una palazzina a pochi passi da piazzale Clodio risuonano delle grida disumane. È la voce di una ragazza che chiede aiuto. L’ex pugile dilettante Andrea Marcelli, 55 anni, non ci pensa due volte: scende subito dal letto e corre in aiuto della ragazza. Qualcuno stava tentando di violentarla. Sarà solo grazie al suo intervento, e poi a quello di alcuni condomini e della Polizia, che lo stupro verrà interrotto.

La vittima della tentata violenza è una ragazza di 30 anni che, quella sera, stava rientrando a casa dopo una giornata di lavoro. Ieri è stato fermato nel quartiere Prati l’autore dello stupro, un cittadino ucraino, descritto dall’ex pugile come un uomo molto robusto, un energumeno di almeno 100 chili che “le stava addosso”.

Pugile salva vicina dallo stupro, le sue parole: “I predatori sono tali finché non vengono predati”

Pugile salva vicina dallo stupro, le sue parole: "I predatori sono tali finché non vengono predati"

Pugile salva vicina dallo stupro. “L’unico timore che avevo è che ci potessero essere altre persone insieme a lui, ma quando ho visto quella ragazza bloccata da quell’uomo non ci ho pensato un solo secondo” queste le parole che l’ex pugile Andrea Marcelli, atleta dilettante per 10 anni, ha pronunciato ai microfoni di Roma Today. Poi, descrivendo la dinamica dell’aggressione, ha aggiunto:

Ho girato un angolo e ho visto questo energumeno che le stava sopra, la palpeggiava, mentre cercava di sfilarle le calze collant, ma soprattutto voleva trascinarla giù per le scale ed arrivare al piano sotterraneo dove ci sono i locali caldaia e dove probabilmente per lei si sarebbe messa ancora più brutta.

Non ci ho pensato un attimo, gli sono arrivato da dietro e l’ho spintonato stendendolo. La mia preoccupazione era che trascinadola per le scale le avrebbe potuto far male, far sbattere la testa sugli scalini. Era fuori di sè. Il mio arrivo lo ha colto di sorpresa.

Ha provato ad alzarsi ed ha colpirmi ma ero di traverso, in posizione di difesa e sono riuscito in qualche modo prima a bloccarlo e poi ad immobilizzarlo. I predatori sono tali fino a quando non vengono predati, quando questo succede non sono più così coraggiosi.

Dopo aver permesso alla ragazza di liberarsi dalla morsa dell’ucraino, le sue grida di aiuto si sono tramutate in silenzio, come racconta ancora l’insegnante di pugilato: “Forse proprio il silenzio ha poi dato coraggio agli altri inquilini che sono usciti dai loro appartamenti. Ne sono arrivati una decina mentre avevo già fatto inginocchiare questo bestione davanti a me. Ha provato ad alzarsi per scappare ma sono riuscito a bloccarlo, poi si è trovato circondato da dieci persone ed ha capito che non avrebbe potuto fare nulla”. A fermarlo definitivamente ci hanno poi pensato gli agenti delle volanti e del commissariato Prati di Polizia, “arrivati durante la collutazione nel corso della quale l’uomo voleva scappare”.

Pugile salva vicina dallo stupro, arrestato il violentatore. Marcelli: “Non sono un eroe”

Pugile salva vicina dallo stupro. L’ucraino, arrestato per violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale, è stato immediatamente trasportato negli uffici del commissariato Prati. Si tratta di un uomo di 36 anni, residente nella zona Balduina.

Sul suo intervento, Marcelli ha detto: “Non sono un eroe. Ho fatto quello che qualsiasi cittadino per bene dovrebbe fare: fermare una violenza contro una donna indifesa”.

Leggi anche: Uccise il padre violento per difendere la madre, il pm: “Chiedo 14 anni per Alex ma non li merita”

Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie