Perché Propaganda Live è la risposta migliore a chi discrimina

Buona la prima per Propaganda Live, che ieri ha inaugurato la nuova stagione con tanti ospiti e sorprese.

Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img

Buona la prima per Propaganda Live, che ieri ha inaugurato la nuova stagione. Il talk satirico e politico condotto da Diego Bianchi, in onda su La7, ha totalizzato 715.000 spettatori, ovvero il 5,89% di share.

Un risultato migliore rispetto a quello che fu della prima puntata della scorsa stagione, andata in onda il 9 settembre 2022: allora i telespettatori si erano fermati a 612.000, pari al 5,4% di share.

Propaganda live: il reportage di Diego Bianchi al confine tra Texas e Messico

Il primo appuntamento con Propaganda Live è stato ricco di ospiti e sorprese. Tra i presenti, in collegamento, il regista e attore Marco Paolini. È tornata anche la scrittrice Chiara Valerio, così come gli immancabili monologhi di Andrea Pennacchi e Valerio Aprea.

Il primo reportage della nuova stagione è stato dedicato all’immigrazione. Nello specifico, Diego Bianchi ci ha accompagnato in un viaggio di 3000 km dal Texas al Messico, lì dove il confine è segnato dal Rio Grande e dalle persone che tentano di fuggire verso una vita migliore.

Proprio lì il governatore repubblicano Abbot ha lanciato un’operazione per fermare l’immigrazione “illegale” militarizzando tutta la sponda del fiume, con un‘ultima (disumana) invenzione: una barriera di boe di 300 metri. Zoro era lì a documentare e a intervistare alcuni dei protagonisti.

Propaganda Live: la scrittrice Chiara Valerio tra gli ospiti

Nella prima puntata della nuova stagione di Propaganda Live, tra gli ospiti c’era anche Chiara Valerio. La scrittrice si è espressa su diverse discutibili considerazioni di alcuni esponenti di Governo (come quelle della ministra Roccella) e dei rispettivi “congiunti”, come da lei definiti, in riferimento soprattutto alle frasi di Andrea Giambruno, compagno di Meloni.

Poi, un commento ai tweet di Simone Pillon sui libri venduti da Roberto Vannacci che hanno superato quelli di Michela Murgia e sulle stesse (discriminati) considerazioni del generale.

Propaganda Live, Valerio: “Vannacci? Ha un’ossessione per Michela Murgia”

Diego Bianchi ha quindi mandato in onda alcune immagini del convegno di Nazione Futura che ha ospitato il generale Roberto Vannacci, che in quell’occasione aveva sottolineato come la strategia accusatoria nei suoi confronti fosse la seguente: “È un lucratore, sta vendendo tanto e sta facendo un sacco di soldi, ma perché non avete mai chiesto alla compianta Michela Murgia?”. In relazione proprio a queste parole, Chiara Valerio ha osservato:

I numeri non danno dati in assoluto. Rispetto alla parte del lucro che citava Vannacci, vorrei dire che nel solo 2023, Michela Murgia ha venduto 230mila copie e in tutta la sua vita più di un milione di copie. Ovviamente è un’ossessione quella su Michela Murgia, che è una scrittrice tradotta in trenta paesi, non so se Vannacci sia stato già tradotto all’estero. […] Siamo un fattore dieci volte minore rispetto a tutte le pubblicazioni di Michela Murgia.

Valerio ha poi sottolineato come Michela Murgia avesse “intuito politicamente” lo scenario attuale: “Michela aveva intuito politicamente alcune cose che stanno succedendo. Come l’aveva intuito Carla Lonzi, che diceva negli anni Settanta che il fascismo ha due ossessioni: la famiglia e la sicurezza. E in questo Governo è sintetizzato nel concetto della ‘minigonna’ e di mamme che consigliano dal loro tinello alle figlie di non uscire”.

Propaganda Live è la risposta migliore a chi discrimina

Insomma: se molti programmi lasciano ampio spazio a tesi come quelle del generale Vannacci e suggeriscono il “pugno duro” contro l’immigrazione, solleticando così la rabbia e l’odio del telespettatore, Propaganda Live si nutre proprio del processo contrario, non accontentandosi di spiegazioni immediate e discriminanti.

Possiamo dire tranquillamente che il programma di Diego Bianchi sia la risposta migliore a chi discrimina, a chi è convinto che la propria identità si rafforzi solo con l’esclusione dell’altro o dell’altra e a chi pensa che i diritti siano preorogativa solo di alcune categorie.

spot_img

Correlati

Rosanna Banfi sarà nonna: “Mia figlia in menopausa a 27 anni, ora è incinta”

Rosanna Banfi è stata ieri ospite nel programma di Monica Setta, Storie di donne...

La lettera del giovane Sorrentino a Troisi: “A Roma clima freddo, le chiedo di poter lavorare nel suo prossimo film”

Paolo Sorrentino ha presentato al Festival di Cannes il suo ultimo film, Parthenope incentrato...

Chi è Aras Şenol, attore in Terra Amara: vince L’isola dei famosi e dona 50.000 euro alla fondazione Giulia Cecchettin

Aras Şenol è il vincitore de L'isola dei famosi, programma condotto da Vladimir Luxuria....
Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img