giovedì, Giugno 30, 2022

Escursioni ad Asiago: perché sono un’esperienza da fare

Le escursioni ad Asiago sono consigliate a tutti gli appassionati di natura, cultura, sport, storia e renderanno la tua esperienza indimenticabile.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Le escursioni ad Asiago sono un’esperienza da non sottovalutare. Il comune della provincia di Vicenza è collocato nell’altopiano dei Sette Comuni, sulle Prealpi Vicentine, confinanti con il Trentino. Il nome rimanda a quello dell’omonimo formaggio, che è prodotto sull’Altopiano, ma dietro ad esso si nascondono tante altre bellezze da scoprire.

All’inizio del 900 la cittadina era considerata una terra di nessuno e per questo ha subito maggiormente i danni dovuti ai bombardamenti. Se si decide di percorrerla a piedi, attraverso un percorso su una strada di dieci tornanti si può scorgere il panorama di Asiago con una vista mozzafiato.

Oltre ad Asiago l’intero altopiano è un luogo incantevole molto gettonato dai turisti, sia nel periodo invernale e sia nel periodo estivo, dove è possibile combinare le passioni per storia, cultura, natura e sport.

Escursioni ad Asiago nell’altopiano

L’itinerario per passeggiare e il trekking da fare ad Asiago prevede un percorso sull’Altopiano dei Sette Comuni composto da otto comuni: Asiago, Foza, Gallio, Enego, Conco, Luisiana, Conco, Roana e Rotzo.

L’altopiano, che sorge a 1000 metri di altitudine e di cui fanno parte le zone di Cima Portule, Cima Larici e Ortigare, attrae sia gli escursionisti e sia gli appassionati di sport e della storia passata, che avranno l’opportunità di vedere diversi forti come Verena, Interrotto e Campolongo.

La visita dell’Altopiano e le escursioni ad Asiago possono partire da Rotzo, il comune più antico della zona, come dimostra la chiesa di Santa Margherita la cui fondazione risale all’anno Mille, per poi proseguire verso il sito preistorico Bostel. Asiago, oltre alle bellezze diurne è da apprezzare anche per quelle notturne essendo il luogo ideale per vedere le stelle tanto che nel 1942 fu fondato l’Osservatorio astrofisico, che all’epoca era il più grande d’Europa.

Caratteristico il comune di Roana, fulcro della lingua e cultura cimbra, di derivazione germanica e caratterizzato da sei borgate. Conco oggi è conosciuta per le stazioni turistiche di Val Lastaro e Biancoia, ma nasce inizialmente come contrada di Luisiana.

Escursioni ad Asiago nell’altopiano: gli sport da praticare

Le escursioni ad Asiago e nelle zone limitrofe non possono non includere la cima del colle Leiten da cui si può intravedere il Sacrario Militare, e dove riposano 54.000 soldati. Mentre sul monte Ortigara, sacro agli alpini, si trova il museo di Zebio, dove sono visibili camminamenti, trincee e ricoveri.

Nel Comune di Gallio si trovano invece diverse strutture sportive comprendenti impianti per lo sci alpino e trampolini da sci, che d’estate si trasformano in bike park, e dove gli sportivi hanno la possibilità di frequentare campi da tennis, campi da golf e piscine, oltre a praticare diversi sport come pattinaggio, sci di fondo, rafting e hidrobob.

Leggi anche: Procida, Capitale della Cultura 2022: ecco 5 cose da vedere assolutamente

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie