Mengoni a Sanremo: “Come mi sono preparato al Festival? Ho rivisto quello con Anna Marchesini”

Marco Mengoni torna sul palco dell'Ariston: "Sono di nuovo a Sanremo, ma mi sembra di essere stato sempre qui".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Marco Mengoni torna al Festival di Sanremo, con cui ha da sempre un profondo legame. Il palco dell’Ariston, infatti, lo ha visto trionfare per ben due volte, la prima con il brano “L’essenziale” nel 2013, mentre la seconda l’anno scorso, dieci anni dopo la vittoria, con la canzone “Due vite”, con cui si è classificato quarto all’Eurovision Song Contest.

Eppure, come lo stesso cantante ha rivelato oggi durante la conferenza stampa a Sanremo, è come se il tempo si fosse fermato: “Mi sembra di non essermi mai staccato dal Festival, e di essermi svegliato un secondo fa dall’anno scorso. Sono fortunato, perché non tutti hanno la possibilità di fare quello che farò io questa sera”.

Mengoni porta la sua fragilità sul palco dell’Ariston

Marco Mengoni è intervenuto oggi durante la seconda conferenza stampa di Sanremo, affermando, poco prima dell’inizio: “Attiro l’invidia di molti miei amici che vorrebbero pronunciare la fatidica frase ‘Dirige l’orchestra il maestro…’. Devo tutto ad Amadeus”. Si tratta di un anno molto intenso per Mengoni, il quale, dopo un tour italiano ed europeo, sarà di nuovo live negli stadi nel 2025, con l’aggiunta di nuove date a Milano, il 13 e il 14 luglio prossimo.

Inoltre, il cantante ha rivelato di aver abbracciato quel cambiamento interiore che tanto aspettava: “In questo periodo sto cercando quella parte di me. Sono stato troppo severo per troppi anni, ora voglio pensare meno e godermi di più la vita. Sono contento di essere me, nel bene e nel male. La fragilità non va rifiutata, ma gestita e io lo sto facendo grazie all’aiuto di un terapeuta“.

Come si sta preparando Marco Mengoni a Sanremo?

Mengoni ha dichiarato anche di essersi preparato a lungo per la conduzione: Ho riguardato vecchi Festival di Sanremo, di quando ero più piccolo e sono andato a ripescare alcuni momenti importanti. In particolare, non avevo capito l’importanza di alcuni personaggi. Ho riguardato con molta gioia il Festival con Anna Marchesini come co-conduttrice e ho riscoperto il suo genio assoluto. Lei è la musa più importante per questa sera, mi ha ispirato molto”.

Dopo aver ringraziato Amadeus che gli ha lasciato la libertà di esprimersi, ha rivelato che “tutto quello che ho proposto, discusso ed elaborato insieme al mio team, è stato accolto, non era del tutto scontato”. Ha continuato: “Io, ovviamente, faccio un altro mestiere, entrerò in punta di piedi e porterò me stesso, con verità e onestà perché non saprei fare diversamente”.

Marco Mengoni ha affermato anche di aver fatto molte prove per dimostrarsi impeccabile questa sera: “Ecco come mi sono preparato, ho riscoperto e ristudiato il passato, ma nel frattempo sto sudando. Cerco in tutti i modi di fingermi impassibile rispetto a tutta questa pressione e questa ansia, però, so nasconderlo molto bene“. Infine, Marco Mengoni ha poi concluso: “Ho provato tutte le impostazioni di voce per non apparire emozionato e tremante, stasera avrete modo di vedere se ho ragione”.

Leggi anche: Sanremo, inizia oggi il Festival: chi sono i Big in gara, gli ospiti e il sistema di voto

spot_img

Correlati

Maria De Filippi al Teatro Parioli: “Ecco perché non ho mai parlato di Maurizio prima”

Maria De Filippi ha riaperto ieri sera le porte del Teatro Parioli, conducendo con...

Luciana Littizzetto dedica una lettera a Costanzo: “Senza di te la TV non è più la stessa”

Durante lo speciale andato in onda ieri sera su Canale 5, Dedicato a... Maurizio...

Maurizio Costanzo, quando va in onda lo speciale, a che ora e chi sono gli ospiti

Il 24 febbraio del 2023 ci ha lasciato uno dei conduttori e giornalisti più...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img