sabato, Luglio 2, 2022

Ecco la mappa dei reati in Italia: quali sono le città con il più alto tasso di criminalità

Milano è la città del paese con il maggior numero di denunce, la provincia di Andria-Barletta-Trani in Puglia invece quella che ne ha di meno, ecco l'analisi del Sole24Ore sulle città più sicure in Italia.

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

La mappa dei reati in Italia racconta come il tasso di criminalità nel paese abbia avuto un calo fisiologico a causa della pandemia. Nel 2019 infatti i delitti commessi e denunciati sono stati 1.149.414, numeri calati nel 2020 molto probabilmente a causa delle restrizioni da Covid con il numero dei reati pari a 883.203. L’anno corrente invece con il ritorno graduale alla normalità ha riportato un aumento dei reati, nel 2021 i numeri sono risaliti e le denunce legate ai delitti commessi sono state 949.120.

I dati sono estrapolati da un’analisi nazionale fatta dal Sole24Ore, in cui vengono analizzati i tassi di criminalità e le città più sicure d’Italia.

Mappa dei reati in Italia, il quadro generale sulla criminalità: l’analisi del Sole24Ore

Mappa dei reati in Italia, il quadro generale sulla criminalità: l'analisi del Sole24Ore

La mappa dei reati in Italia, un’analisi fatta dal Sole24Ore riguarda gli ultimi tre anni, quindi pre, durante e post pandemia. Un quadro che fornisce il dato sulle città più sicure d’Italia ma anche i tassi di criminalità.

Uno dei quadri che sicuramente risulterà più incisivo è il dato delle denunce, il che probabilmente non fornisce un quadro di quali siano le città più sicure in Italia ma fornisce in media quali possano essere quelle dove vengono commessi più reati. La mappa dei reati in Italia quindi fornisce la lista delle venti città dove vengono denunciati in assoluto più reati:

  1. Milano
  2. Bologna
  3. Rimini
  4. Prato
  5. Firenze
  6. Torino
  7. Roma
  8. Imperia
  9. Livorno
  10. Genova
  11. Foggia
  12. Modena
  13. Parma
  14. Napoli
  15. Ferrara
  16. Savona
  17. Ravenna
  18. Venezia
  19. Siracusa
  20. Trieste.

Il quadro della criminalità in Italia dice che i reati più gravi denunciati nel 2021 sono 5.215 al giorno nel primo semestre, un dato decisamente in crescita del 7,5% rispetto al 2020, dovuto senza dubbio alla fine delle restrizioni fisiche dovute ala pandemia, ma comunque in calo del 17% rispetto allo stesso periodo del 2019.

In base al numero di denunce ogni 100mila abitanti, emerge poi la mappa della criminalità in Italia, che va da Milano a Oristano, l’ “Indice della criminalità 2021” conferma le difficoltà nel gestire la sicurezza nelle grandi città del paese, tutte tra le prime 20.

La mappa dei reati in Italia, come già detto non da una chiara chiave di lettura su quali possano essere le città più sicure in Italia, ma riflette anche la diversa attitudine a denunciare, pure in relazione alla capacità di risposta delle istituzioni sul territorio. Su questo pesa ovviamente tutto quel mondo di reati occulti legati alla criminalità organizzata.

Milano resta la città con più denunce, in particolare dei furti con destrezza che incidono per il 9% sul dato complessivo: dopo aver chiuso il 2020 con un calo delle denunce (-27%) , registra nei primi sei mesi 2021 una ripresa (+14%).

La mappa dei reati in Italia del Sole24Ore ci dice inoltre che la città di Bologna sale al secondo posto, seguita da Rimini e Prato. Poi ci sono i “primati” accostati alla tipologia di reato il che conferma le criticità di alcuni territori. Trieste resta, come lo scorso anno, la provincia con più denunce di violenza sessuale in rapporto ai residenti (48 episodi nel 2020) e Padova quella più sotto pressione per i reati di droga.

Se Napoli conferma il record di rapine e furti con strappo, Parma si distingue negativamente per incidenza di rapine nei negozi anche nell’anno Covid, Ravenna per i furti in casa e Imperia per percosse e lesioni dolose denunciate.

Mappa dei reati in Italia: aumenta la criminalità informatica

Mappa dei reati in Italia: aumenta la criminalità informatica

Non una grande sorpresa, tenuto conto del massiccio incremento dell’utilizzo della rete nell’ultimo anno e mezzo: le denunce per phishing, truffe, furti d’identità e crimini informatici (tanto per citare un caso eclatante, l’attacco hacker alla Regione Lazio) sono aumentate drasticamente, come dimostrando gli ultimi dati del dipartimento di Pubblica Sicurezza del ministero dell’Interno, estratti dalla banca dati interforze delle denunce di delitto rilevate sul territorio nazionale, e confrontati nel rapporto annuale del Sole 24 Ore con quelli degli anni precedenti: nei primi mesi del 2021, rispetto allo stesso periodo del 2020, truffe e frodi sono aumentate del 20% truffe e frodi, i delitti informatici del 18%.

Leggi anche: Napoli, abusi sessuali su una bambina di 4 anni: arrestati lo zio 27enne e la compagna

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Ultime notizie