giovedì, Agosto 13, 2020

Il partito del selfie ha il suo perché

Aldo Torchiaro
Aldo Torchiaro
Aldo Torchiaro, giornalista da quando si usavano le macchine da scrivere, si occupa oggi di innovazione digitale, nuovi media, e-democracy.

La comunicazione digitale vive nella politica la sua dimensione più dinamica; la politica gestisce il potere: niente è più sexy, niente è più veloce. Frequentando la Leopolda anche quest’anno, per la special edition del lancio di Italia Viva, non noto soltanto che il selfie è diventato uno strumento di partecipazione. Capisco che integra la comunicazione politica non meno di altri mezzi. Rileggo Pierre Lèvy: “Nell’intelligenza collettiva, l’individuo cerca una dimensione valorizzante di sé che permetta di saldare la propria soggettività ad un tutto in mutamento continuo”. Guardo i tanti militanti che a Firenze si fotografano con Matteo Renzi, Teresa Bellanova, Maria Elena Boschi e con il nuovo simbolo del partito nascente: fanno quel che fanno i simpatizzanti di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Dove c’è leadership, si focalizza un’attenzione che mira ad eternare il framing. C’è la voglia di fotografare l’attimo, di fissare la propria immagine più personale – il riconoscimento facciale è ormai un protocollo identificativo scientifico e legale – ancorando la propria identità a quella del leader e di rimando al suo partito, in un ampio crescendo.


Metterci la faccia. Condividere il proprio sorriso con un progetto. Sottoscrivere con un clin d’oeil, uno sguardo, un occhiolino, una idea o un appello. Una speranza o una protesta. Perché uno scatto dal telefonino non è mai fine a se stesso: è il primo passo di una concatenazione di atti comunicativi. Ed è perciò il contrario del messaggio narciso. Punta alla diffusione e si apre a una critica che può toccare il contenuto quanto il contesto; la tecnica quanto il suo portato semiotico. Perché mettere in gioco la propria fisicità, il proprio aspetto fisico, significa mettere sul piatto la parte più intima e scoperta di sé. Offrire la propria vulnerabilità al compromesso mediatico.


I veri narcisi oggi sono quelli che si sottraggono, ritenendo di mantenere la propria immagine nel sacrario privato e inviolabile della propria vetrinetta di casa. La partecipazione, la condivisione, l’engagement si manifesta offrendo il proprio viso al vento della rete, che scompiglia e spettina per antonomasia, senza troppi riguardi.


Nella macchina della comunicazione della politica, il selfie è il volano che spinge l’autore a farsi propalatore virale dell’immagine fotografata, e per dirla con De Saussure, sia del significato sia del significante. Nella Lega – dove la Bestia brevettata da Luca Morisi assegna un punteggio di merito specifico ad ogni tipologia di output digitale – il selfie viene non a caso al primo posto. E ad ogni manifestazione pubblica leghista c’è una organizzazione definita e precisa: i militanti sfilano uno alla volta in un corridoio che ha un punto di immissione, un centro focale e una via d’uscita.


Sarà senz’altro vero che in molti si limitano al selfie per godere dell’effetto alone del divismo, ma è parte della comunicazione leaderistica, immediata e ipermediatizzata di questo frangente storico. Se la videocrazia descritta da Giovanni Sartori è oggi diventata selfiecrazia, più orizzontale e trasversale, non è affatto un male. Il telefono che stringiamo in mano è diventato il telecomando per incidere sulla politica in tempo reale.

Aldo Torchiaro

Aldo Torchiaro
Aldo Torchiaro
Aldo Torchiaro, giornalista da quando si usavano le macchine da scrivere, si occupa oggi di innovazione digitale, nuovi media, e-democracy.

Correlati

Costanza Caracciolo conquista tutti: la foto dopo il parto è senza inganni

Costanza Caracciolo, ex velina e compagna del bomber Christian Vieri si è...

Prima piscina per cani, così il canile di Cagliari affronta l’estate

Una bella iniziativa dei Giovani Sardisti del Psd’Az che hanno donato al canile di Cagliari una piscina e diversi sacchi di cibo per cani.

Sgarbi nudo in video contro il virologo Silvestri: “La verità è nuda”

Professione provocatore per Vittorio Sgarbi, se non fosse un eccellente critico d’arte....

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

“Sul Covid quante bugie ci hanno raccontato”: l’intervista al Professor Bacco

Abbiamo il diritto di discernere la verità dalla menzogna sul Coronavirus e guardare con lucidità al futuro, dando spazio a punti di vista differenti. L'intervista al Professor Pasquale Mario Bacco.

Ultimi

Coronavirus, ultimo monitoraggio: “In 9 regioni Rt sopra 1. Sono 225 i nuovi focolai”

Il report del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di Sanità dell’ultima settimana parla di “importanti segnali di allerta per un possibile aumento della trasmissione”.

I pessimisti muoiono prima rispetto alla media. Lo studio

Secondo un nuovo studio australiano, pubblicato sulla rivista Nature “vi sono indicazioni che atteggiamenti ottimisti e pessimisti possano avere effetti sulla biochimica del cervello e del sangue”.

Bonus casalinghe, Gasparrini:” Il vero ammortizzatore sociale dell’Italia”

Il Decreto Agosto guarda alle donne. Un’apertura da non sottovalutare con il...

L’OMS nomina Mario Monti presidente della Commissione sulle politiche sanitarie UE

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha istituito una commissione europea per la salute e lo sviluppo sostenibile al fine di “ripensare le priorità relative alle politiche da attuare alla luce della pandemia.

Coronavirus, la stretta del governo sulle misure di sicurezza. Ecco cosa cambia

Ieri, dopo il vertice tra governo e Regioni, si sono delineate alcune nuove regole in vigore da oggi e valide fino al 7 settembre.