Home»Brand da raccontare»Hai avuto un incidente stradale? Ecco cosa puoi fare per ottenere il tuo risarcimento

Hai avuto un incidente stradale? Ecco cosa puoi fare per ottenere il tuo risarcimento

La startup legale Lex Town ti consente di ottenere l'indennizzo che ti spetta dalla tua assicurazione senza perdere tempo.

0
Condivisioni
Pinterest Google+

Ti è mai capitato di rimanere coinvolto in un incidente stradale? Lo spavento, la preoccupazione, i danni. Purtroppo la macchina, se da un lato rappresenta una comodità quasi irrinunciabile, dall’altro è soggetta più di ogni altro mezzo di trasporto a infortuni e incidenti. Non passa giorno senza che si parli di un incidente stradale: tra le cause principali ci sono sicuramente la disattenzione e l’alta velocità, soprattutto nelle strade cittadine. Lo smartphone, il nostro fedele compagno di tutti i giorni, può diventare il nostro peggior nemico alla guida: la tentazione di rispondere a quel messaggio è davvero forte e basta un secondo di disattenzione per commettere un errore.

Quando questo accade, se non ci sono conseguenze gravi per chi è rimasto coinvolto, i pensieri gravitano con preoccupazione intorno ad una sola parola: Risarcimento. E sì, perché una volta passato lo spavento la prima cosa a cui si pensa sono i danni che la macchina ha subito e a come fare per ripararla. Si ha la certezza che la questione andrà per le lunghe, che magari non si otterrà mai quello che ci spetta e che se anche fosse si dovranno sostenere spese considerevoli per periti, legali e via dicendo.

Potremmo fare centinaia di esempi ma prendiamo quell’incidente stradale di cui si è parlato per giorni: un automobilista a bordo della sua macchina transitava tranquillamente nella sua corsia sul GRA a Roma. Ad un certo punto un’auto in immissione gli ha tagliato la strada a tutta velocità causando una collisione incredibile. Entrambi i conducenti sono rimasti illesi ma le automobili erano completamente distrutte. Il proprietario, dopo un primo spavento, si è reso conto della situazione e ha deciso di prenderla in mano per ottenere subito quello che gli spettava, non avendo nessuna responsabilità di quello che era successo. Come? Si è rivolto ad uno studio di avvocati: sì, perché la migliore soluzione per tutelarsi ed essere sicuri di non venire raggirati è affidarsi a chi ha alle spalle anni di esperienza in queste situazioni. La startup legale Lex Town, con il suo team di avvocati altamente qualificati, si occupa da molto tempo del settore dell’infortunistica stradale e proprio grazie a questa competenza è riuscita a far ottenere l’indennizzo che spettava all’automobilista.

Leggi anche: Nasce Lex Town, la prima azienda legale d’Italia: rivoluziona il concetto di avvocato

L’intervista a Lex Town

Abbiamo chiesto all’Avvocato Piero Madonia, dominus di Lex Town, di spiegarci nel dettaglio cosa fare se si è vittime di un sinistro.

Cosa fare quindi in caso di sinistro stradale?

Qualora l’incidente in cui sei stato coinvolto non abbia causato danni né a te né all’altro conducente è bene comunque sporgere una denuncia cautelativa alla propria assicurazione. Questa procedura serve per mettere a conoscenza la compagnia che il sinistro c’è stato ma che per fortuna non ci sono state conseguenze. In questo modo ci si tutela da una eventuale richiesta di risarcimento proveniente dall’altra macchina coinvolta.

Ma se ci sono stati dei danni?

In quel caso hai tutto il diritto di chiedere un risarcimento. Gli indennizzi che puoi richiedere sono davvero molti, conoscerli tutti è il primo passo per tutelarsi:

  • Danni a persone

  • Danni a cose

  • Danni a veicoli

  • Invalidità permanente

  • Invalidità temporanea totale

  • Invalidità temporanea parziale

  • Danno morale

  • Danno esistenziale

  • Danno alla vita di relazione

  • Danno patrimoniale

  • Danno da diminuzione della capacità lavorativa

Leggi anche: E se la tua cartella esattoriale fosse sbagliata? È così nel 70% dei casi

Cosa fare in caso di incidente stradale con danni?

Una volta appurato di aver subito uno dei questi danni hai diritto a un risarcimento. Vediamo cosa fare per ottenerlo.

Nei casi di incidenti stradali in cui le parti coinvolte siano d’accordo in merito alle rispettive responsabilità, la procedura per la denuncia del sinistro parte sempre da una accurata compilazione del Modulo di Constatazione Amichevole di Sinistro Stradale, il così detto C.I.D., che deve essere firmato da tutti gli automobilisti coinvolti. Se le versioni però non concordano, è consigliato non firmare il modulo e richiedere l’intervento dell’autorità pubblica.

L’intervento delle Forze dell’Ordine è invece obbligatorio nel caso in cui ci siano feriti, se si tratta di incidente con molti veicoli coinvolti, quando si profilino responsabilità penali, quando l’altro autista coinvolto non è assicurato e nei casi in cui non si riesce a ripristinare la normale circolazione del traffico.

Cosa fare quindi per ottenere il risarcimento?

Prima di tutto è bene ricordare che l’automobilista danneggiato, esente da ogni responsabilità, può attivare la procedura di “risarcimento diretto” dei danni subiti rivolgendo la richiesta direttamente alla propria compagnia assicurativa, descrivendo dettagliatamente il sinistro e allegando tutti i relativi documenti – modulo C.I.D., eventuale verbale delle Forze dell’Ordine, documentazione medica e via dicendo. Con questo sistema, in linea teorica, il danneggiato viene risarcito direttamente dalla propria compagnia senza doversi rivolgere alla controparte o all’impresa assicuratrice di quest’ultima.

Quali sono i casi in cui non si può richiedere il risarcimento diretto?

Sembra tutto così facile, ma non lo è: questo sistema in realtà non tutela al meglio il danneggiato e questo avviene a causa dell’evidente conflitto di interessi tra l’assicuratore, che vuole contenere i costi dei sinistri, e il danneggiato che vorrebbe ottenere il massimo risarcimento. Inoltre ci sono dei casi in cui il risarcimento diretto non può essere applicato, quando sono coinvolti:

  • Più di due veicoli
  • Un veicolo non regolarmente assicurato
  • Un veicolo non immatricolato in Italia
  • Un veicolo che non rientra nella categoria dei veicoli a motore
  • Un ciclista, un pedone o un bene immobile

Cosa comporta la scelta di procedere autonomamente senza rivolgersi ad un avvocato?

Qualunque sia la procedura da attivare per la liquidazione dei danni derivanti da un incidente, l’infortunistica stradale costituisce una materia complessa e in continua evoluzione, ma solo il legale, grazie alla sua esperienza nel settore, è  in grado di rapportarsi efficacemente con l’assicurazione. Il danneggiato che non si è avvalso dell’assistenza di un legale si troverebbe a subire le condizioni risarcitorie imposte dalla propria compagnia assicuratrice, dovendosi così “accontentare” dell’indennizzo proposto, spesso molto contenuto.

La scelta migliore per ottenere il risarcimento che ti spetta

Grazie alle delucidazioni dell’Avvocato Madonia, sappiamo che la prima cosa da fare, è rivolgersi ad un avvocato: questo è il modo migliore per non rimanere vittime delle furbizie delle società assicurative. Lex Town offre 4 motivazioni per tutelarsi attraverso la loro consulenza:

  1. Non pagherai la tua assistenza legale

In caso di gestione stragiudiziale della pratica di risarcimento del danno da sinistro stradaleè l’assicurazione a pagare le spese legali, liquidando all’avvocato scelto dal cliente la relativa parcella.

  1. Denuncia del sinistro entro 72 ore

Il codice civile sancisce che il danneggiato debba avvisare la sua compagnia assicuratrice entro tre giorni dal verificarsi del sinistro o dal momento in cui viene a conoscenza del fatto. La legge stabilisce chiaramente le conseguenze del mancato o tardivo avviso: la perdita del diritto all’indennizzo. Ecco perché Lex Town ti garantisce la tempestiva denuncia all’assicurazione entro le 72 ore dall’incidente.

  1. Medico in sede

Nello studio di Lex Town troverai fin dall’inizio un medico in grado di fornirti assistenza tempestiva per la creazione di documentazione medica inerente a lesioni personali più o meno gravi e a reperire eventuali documenti redatti nel Pronto Soccorso in cui ci si è recati a seguito dell’incidente. Questi sono fondamentali e vanno presentati nella richiesta di risarcimento in modo da ottenere tutto quello che ti spetta.

  1. Recupero del verbale dalle autorità

Nel caso in cui sia intervenuta l’Autorità Pubblica sul luogo dell’incidente per le motivazioni di cui abbiamo parlato sopra, sarà stato redatto un verbale del sinistro da parte degli agenti. Questo documento è molto importante per presentare la richiesta di risarcimento. Il rilascio del verbale è una procedura burocratica noiosa che può essere svolta molto più rapidamente da un professionista con esperienza decennale.

Se hai appena avuto un incidente e ti stai chiedendo cosa fare, puoi richiedere una consulenza gratuita al team degli avvocati di Lex Town. La legge è uguale per tutti ma un buon avvocato può fare la differenza.

Articolo Precedente

Il digitale ci renderà eterni? Un'app memorizzerà la nostra personalità per sempre

Articolo Successivo

Google investe sul green: addio all’inquinamento nelle grandi città

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *