Giulia Ruffato, dall’ischemia alla mail di Alex Zanardi: “Ora voglio vincere alle Paralimpiadi”

La storia di Giulia Ruffato: "Ero ricoverata in ospedale, paralizzata, mi è arrivata una mail di Alex Zanardi, mi incoraggiava. Pensavo fosse uno scherzo".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Giulia Ruffato, 37enne originaria di Pianiga in provincia di Venezia, continua a collezionare successi. La giovane ha sempre praticato lo sport, fino a che un giorno un’ischemia improvvisa al midollo, mentre era in piscina, l’ha privata dell’uso delle gambe.

Nel 2013, però, è arrivata una telefonata improvvisa: era Alex Zanardi, dicendole di volerla nel team di Obiettivo 3, il progetto cui ha dato vita proprio il campione paralimpico. Vediamo meglio chi è ora Giulia Ruffato.

Chi è Giulia Ruffato?

Giulia Ruffato è sempre stata una sportiva fin da piccola, dalla pallavolo allo sci, dal nuoto al ballo latino-americano , fino a che un problema fisico l’ha costretta in sedia a rotelle. La giovane 37enne, però, non si mai arresa ed ecco cosa è accaduto il 2018, come si legge sulla sua bio sulla pagina di Obiettivo 3:

Una volta terminata la riabilitazione è subito salita in sella ad un handbike con la società Anmil Sport Italia, iniziando anche a praticare canottaggio e continuando a destreggiarsi sugli sci.

Da inizio 2018 una svolta radicale, la decisione di candidarsi a Obiettivo3 e la scelta di dedicarsi soltanto all’handbike.

Giulia Ruffato, in sella alla sua handbike, ha già conquistato titoli importanti: “Una scelta vincente, visto che dal 2018 al 2022 ha conquistato 4 titoli italiani di paraciclismo nella sua categoria, vestendo anche la maglia della nazionale e ottenendo 2 bronzi nella coppa del mondo in Belgio e 1 in Canada”.

La telefonata con Alex Zanardi

Giulia Ruffato ha raccontato a “Corriere del Veneto” come è avvenuto il primo contatto con Alex Zanardi: Ero ricoverata in ospedale, paralizzata, mi è arrivata una mail di Alex Zanardi, mi incoraggiava. Non ci conoscevamo, ho pensato a uno scherzo, mi sembrava impossibile”.

Dopo la mail, Alex Zanardi le ha telefonato e proprio quel gesto le ha cambiato per sempre la vita: “Ero una nuotatrice e pallavolista prima dell’ischemia, Alex mi ha fatto provare l’handbike, ha saputo motivarmi, farmi ripartire. La strada è piena di buche, si cade, ma bisogna rialzarsi e andare oltre, mi ha detto Alex”.

Quante ore si allena al giorno Giulia Ruffato?

Giulia Ruffato si sta ora preparando alle Paralimpiadi di Parigi, che si svolgeranno dal 28 agosto all’8 settembre 2024: “La mia speranza è onorare la maglia che porto, con un ottimo risultato alle Paralimpiadi. Tutta la nostra squadra ha passione e fame di risultati. Le difficoltà non ci fermano, come ci ha insegnato Alex“.

Ma quante ore al giorno si allena Giulia Ruffato? Ecco la sua risposta: Mi alleno tutti i giorni circa tre ore, ma è molto faticoso, lotto con dolori neuropatici costanti e devo anche conciliare gli allenamenti con il lavoro”.

Ha sottolineato, ancora una volta, quanto l’esempio di Alex Zanardi sia stato una fonte di ispirazione: “Il carisma e l’empatia di Alex Zanardi sono stati trascinanti per me e per molti altri, lui ci ha cambiato la vita, ha saputo coinvolgerci, darci la spinta per buttarci oltre ogni ostacolo. Per questo vogliamo vincere, sentiamo di farlo per lui“.

Leggi anche: Giada Tognocchi sfida la disabilità: la carrozzina, la passione per il fioretto e il sogno della scherma

spot_img

Correlati

Il veterinario che cura gratis cani e gatti dei senzatetto: “Ho salvato più di 400 animali”

Kwane Stewart è un 53enne originario di Albuquerque meglio, conosciuto come The Street Vet,...

Giulia Duro, lieto fine per la 19enne scomparsa a Palermo: “Sta bene, è tornata a casa”

La 19enne Giulia Duro, scomparsa nel nulla tre giorni fa nel palermitano, è stata...

Carlo Acutis sarà il primo santo millennial, perché e qual è il suo miracolo

Carlo Acutis, lo studente lombardo 15enne morto a causa di una leucemia fulminante, verrà...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img