Gino Cecchettin da Fazio: “Scrivere mi ha aiutato a elaborare il lutto per la mia Giulia”

Gino Cecchettin torna da Fabio Fazio: "Il 5 marzo esce il mio libro 'Cara Giulia'. Spero che ogni genitore possa trovare uno spunto per affrontare l'approccio con i figli".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Gino Cecchettin è stato ieri ospite da Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa. Ha presentato il suo libro dedicato a sua figlia scomparsa lo scorso novembre, dal titolo Cara Giulia. Quello che ho imparato da mia figlia, edito da Rizzoli e in uscita domani 5 marzo.

Gino Cecchettin ha spiegato il motivo che lo ha spinto a scrivere, assieme a Marco Franzoso:Questo è stato il modo migliore per poter elaborare il lutto. L’ho scritto per diversi motivi, perché ogni cosa che faccio cerco di capire cosa avrebbe fatto lei. Ho iniziato a mettere nero su bianco le mie sensazioni, per far pace con quello che è successo e lasciare qualcosa di utile per gli altri”.

Il papà di Giulia, però, ha svelato anche un altro dettaglio su Cara Giulia. Quello che ho imparato da mia figlia: Il libro fa parte di un progetto più ampio la realizzazione di una fondazione a sostegno di associazioni che già operano sul territorio. L’avrei voluta prima del libro, ma abbiamo aspettato per renderla il più inclusiva possibile, stiamo cercando di contattare gli enti per dare profondità”.

Gino Cecchettin, l’amore per i suoi figli e la fondazione a nome di Giulia

Scrivere per rievocare e fare pace con il passato e per far sì che sua figlia Giulia venga ricordata per sempre. Sono questi i motivi per cui Gino Cecchettin ha scritto Cara Giulia. Quello che ho imparato da mia figlia, come ha rivelato ieri sera da Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa:

Ho scritto un libro e onestamente non l’ho voluto fare per salire in cattedra, anche perché non posso insegnare nulla, bensì ho solo fatto tante domande a me stesso e ho pensato che queste domande potesse essere utili anche agli altri.

Penso che Giulia abbia il diritto di essere ricordata e questo libro me ne ha dato l’opportunità, e penso inoltre che in questo libro ogni genitore possa trovare uno spunto per affrontare l’approccio con i figli.

Il libro ha come sottotitolo Quello che ho imparato da mia figlia e Gino Cecchettin, sempre durante la puntata di ieri, ha dedicato un pensiero agli altri due figli, Elena e Davide:

Giulia mi ha insegnato ad essere altruista, in questi mesi molte persone mi hanno parlato di lei facendomi conoscere la sua delicatezza.

Da Elena ho imparato cosa voglia dire essere forti, e da entrambi ho imparato a far riferimento alla dolcezza che hanno i giovani.

Mi sono messo in prima linea, anche per mio figlio Davide, perché non volevo che venissero schiacciati dal mio dolore.

Chi non viene nominato nel libro di Gino Cecchettin?

Gino Cecchettin ha dichiarato che nel libro non viene mai nominato Filippo Turetta, ex fidanzato e uccisore di sua figlia Giulia: “Non c’è, in quanto ho voluto concentrarmi solo su Giulia”. Ha, però, affermato di aver parlato con i suoi genitori, Nicola ed Elisabetta: “Con loro ci siamo sentiti un paio di volte, l’ultima a Natale e rinnovo a loro tutto il mio sostegno, perché ancora adesso stanno vivendo un dramma”.

Leggi anche: Gino Cecchettin a Che Tempo Che Fa: “Dite ti amo alle vostre compagne e fatelo adesso”

spot_img

Correlati

Caso Scurati, Presidente Rai prima difende Serena Bortone, poi cambia idea: “Nessuna censura”

La presidente della Rai, Marinella Soldi, in commissione di Vigilanza ha chiarito alcuni aspetti...

Quando tornerà la Principessa Kate Middleton agli impegni pubblici e di cosa si occupa ora?

Come sta oggi Kate Middleton? Kensington Palace aggiorna il Regno Unito, e non solo,...

Franco Di Mare, il ricordo di parenti e amici: “Professionista nel lavoro e nella malattia ha dato coraggio agli altri”

Il giornalista ed ex direttore Franco Di Mare di Rai3 ci ha lasciati venerdì...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img