Festival di Cannes, debutta oggi il film di Paolo Sorrentino: “È la mia lettera d’amore a Napoli”

Debutta oggi al Festival di Cannes il nuovo film di Paolo Sorrentino, Parthenope: "Parlo della mia giovinezza mancata".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Verrà oggi presentato alla 77esima edizione del Festival di Cannes il nuovo film di Paolo Sorrentino. Parthenope, che si sviluppa in un arco di tempo compreso tra gli anni ’50 e i giorni nostri, è prodotto da Lorenzo Mieli per The Apartment Pictures di Fremantle, Anthony Vaccarello per Saint Laurent Productions, Paolo Sorrentino per Numero 10 e Ardavan Safaee per Pathé.

In concorso per la Palma d’Oro a Cannes, Parthenope debutterà nei cinema italiani a partire dal prossimo autunno, distribuita dalla neonata società PiperFilm. Inoltre, come affermato dallo stesso regista e sceneggiatore Sorrentino sui suoi profili social, la pellicola sbarcherà in Nord America grazie alla collaborazione con la casa di produzione newyorkese A24.

Leggi anche: Festival di Cannes, in gara Paolo Sorrentino e un film ispirato alla vita di Mastroianni

Chi è Parthenope, protagonista del film presentato oggi al Festival di Cannes?

Paolo Sorrentino ha presentato così il film, in vista della sua candidatura per la Palma d’Oro a Cannes: Parthenope incarna l’intero repertorio dell’esistenza umana, la spensieratezza della giovinezza e la sua fine, la bellezza classica e le sue inesorabili permutazioni, amori inutili e impossibili, flirt stantii e passione vertiginosa, baci notturni a Capri, lampi di gioia e sofferenze persistenti, padri veri e inventati, finali e nuovi inizi”.

Inoltre, in un’intervista a “Variety” il regista e sceneggiatore ha rivelato di aver scelto l’esordiente Celeste Della Porta e Stefania Sandrelli, quest’ultima per un motivo ben preciso:Conserva ancora quel dolore imperscrutabile che si prova da adolescenti e che ebbe in quel film ― La conoscevo bene (1965) ― e che probabilmente ebbe anche come persona e che ha ancora adesso”.

La lettera d’amore di Paolo Sorrentino per Napoli

Paolo Sorrentino lo ha rivelato chiaramente, Parthenope è una lettera d’amore a Napoli, così come ha già fatto in passato con il film È stata la mano di Dio. Anche in quest’altra pellicola il regista e lo sceneggiatore ha voluto concentrarsi sulla sua giovinezza mancata, ma ha invertito il suo punto di vista: Nel pensare a un eroe moderno, mi è venuto naturale che fosse un’eroina, non un uomo“.

In merito a questo punto ha voluto approfondire la sua posizione: “Come tutti i registi faccio sempre i conti con quanti film ho dentro di me. E pensando a quali film mi restavano da fare, a partire da È stata la mano di Dio, ho cominciato a scegliere quelli che puntavano all’essenza di ciò che mi interessa […] Mi interessava descrivere la mia giovinezza, e ho continuato con quest’altra cosa che è parlare della mia giovinezza mancata, una giovinezza sognata, più che vissuta”.

Parthenope è il primo titolo di PiperFilm

Come accennato in precedenza, PiperFilm è una nuova società di distribuzione, il cui primo titolo è proprio Parthenope. Ecco cosa si legge in una nota ufficiale, come riporta “ANSA”:

PiperFilm è una società che punta ad un nuovo modello di distribuzione su misura e si basa su un network di partner tra i più grandi player del mercato nazionale e internazionale, sia di produzione che di diffusione dei contenuti, che le consentiranno di affrontare questa sfida con grande solidità garantendo un immediato posizionamento sul mercato.

I film di PiperFilm seguiranno una filiera distributiva solida e totalmente innovativa.

Il Dipartimento Sales di Warner Bros. Entertainment Italia curerà la distribuzione operativa nelle sale cinematografiche, Netflix avrà la prima finestra post-theatrical in esclusiva.

Leggi anche: Pierfrancesco Favino giudice al Festival di Cannes: “I film parlano alla parte migliore delle persone”

spot_img

Correlati

Rosanna Banfi sarà nonna: “Mia figlia in menopausa a 27 anni, ora è incinta”

Rosanna Banfi è stata ieri ospite nel programma di Monica Setta, Storie di donne...

La lettera del giovane Sorrentino a Troisi: “A Roma clima freddo, le chiedo di poter lavorare nel suo prossimo film”

Paolo Sorrentino ha presentato al Festival di Cannes il suo ultimo film, Parthenope incentrato...

Chi è Aras Şenol, attore in Terra Amara: vince L’isola dei famosi e dona 50.000 euro alla fondazione Giulia Cecchettin

Aras Şenol è il vincitore de L'isola dei famosi, programma condotto da Vladimir Luxuria....
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img