martedì, Aprile 20, 2021

Fase 2, la nuova autocertificazione per far visita ai congiunti. Come compilarla

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Il 4 Maggio è alle porte, l’agognata Fase 2 sta per partire tra ansie, necessità lavorative e la nuova autocertificazione per gli spostamenti. La quinta versione dall’inizio della quarantena, presto scaricabile. Tra le novità più attese, dopo circa due mesi di lontananza la possibilità di far visita ai congiunti, compresi fidanzati e affetti stabili.

Cosa prevede la nuova certificazione

Alle tre principali motivazioni che fino ad oggi erano previste nel documento per permettere gli spostamenti, ovvero comprovati motivi di lavoro, salute o necessità, se ne aggiunge una quarta: l’incontro con i congiunti. Muoversi con l’autocertificazione, quindi, sarà un atto che ci accompagnerà ancora per qualche settimana, durante la lenta ripartenza dopo il lockdown. Il nuovo modello andrà integrato in base alle disposizioni dell’ultimo DPCM datato 26 Aprile e in vigore dal 4 Maggio. Leggi anche: Conte: “Valutare l’apertura in via sperimentale di nidi, scuole dell’infanzia, centri estivi”

Come compilare la nuova autocertificazione

C’è da capire come e dove inserire nel modello la voce relativa alle visite presso parenti. Dovremmo indicarle a penna tra le situazioni di necessità, nello spazio A questo proposito dichiara che… Oppure verrà inserita una casella apposita? Occorrere sicuramente indicare chi si va a far visita: bisognerà comunicare il rapporto di parentela oppure sentimentale e affettivo. Probabilmente, per questione di privacy, potremmo omettere il nome e il cognome della persona interessata.

Dopo Immuni, una App anche per l’autocertificazione

Nell’attesa di lanciare l’ennesima stampa del nuovo modello per gli spostamenti, nel Governo starebbero pensando di trasferire il documento in digitale su una App. Sempre nell’esecutivo, si registrano voci di dissenso, come quella del Ministro alla Salute Pierpaolo Silleri che affidando ai social la sua opinione scrive:

Auspico che l’autocertificazione nelle prossime settimane venga tolta, non possiamo dover continuare a dimostrare la legittimità di uno spostamento per colpa dei pochi che non seguono le regole.

Leggi anche:Covid: “È ufficiale, tutti i pazienti sviluppano anticorpi”   di Catiuscia Ceccarelli    

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie