Congedo parentale per i papà: le strategie adottate dalle aziende come Barilla e Carrefour

Congedo parentale, fino a quanti giorni e quanti mesi è possibile richiederlo per i papà? Ecco alcune pratiche aziendali adottate in società come Avenade, Carrefour e Novartis.

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Quali sono le strategie messe in atto dalle aziende in merito al congedo parentale? La direttiva (UE) 2019/1158 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al 20 giugno 2019 stabilisce il congedo di paternità per un periodo superiore ai 10 giorni lavorativi a parità di stipendio. Tale provvedimento mira a bilanciare e conciliare la vita privata con gli impegni lavorativi, specialmente quando anche le mamme lavorano.

Nel nostro Paese il congedo parentale può essere richiesto per una durata di 10 mesi, e, in particolare per quello di paternità, vi è una proposta presentata dalla deputata dem, Lia Quartapelle, secondo cui è necessario renderlo obbligatorio per un periodo continuativo di 5 mesi, nei primi 3 anni della vita dei propri figli, senza avere decurtazioni sul proprio stipendio.

La stessa deputata Lia Quartapelle, come riporta il “Sole24ore” in collaborazione con Ceoforlife, community che riunisce oltre 100 aziende, istituzioni, collaboratori, e con Tortuga, il primo think-tank in Italia composto da giovani ricercatori e studenti del mondo dell’economia e delle scienze sociali, ha chiamato in causa alcune aziende per comprendere quale sarebbe il loro punto di vista sul congedo parentale, tra cui Avenade, Carrefour, Barilla, Enel, Haleon, Novartis e Siram Veolia.

Congedo parentale, le strategie adottate da 7 grandi aziende per i dipendenti papà

Da Avenade a Siram Veolia, ecco quali sono i provvedimenti adottati dalle aziende per il congedo parentale di paternità ai dipendenti.

Avenade

Avenade, società che fornisce consulenza IT, offre ai papà un congedo parentale pari a 30 giorni a parità di stipendio.

Barilla

Barilla ha già adottato una nuova politica, infatti, a partire dal 1° gennaio 2024, i neo-genitori che lavorano nella società possono richiedere fino a 12 settimane di congedo, retribuito al 100%.

Carrefour

Carrefour riconosce a un dipendente padre altri 10 giorni di congedo rispetto a quelli previsti dalla normativa completamente retribuito, e possono essere richiesti dai due mesi precedenti la data di nascita dei bambini fino al primo anno di vita

Enel

Enel sostiene attivamente i dipendenti genitori, avendo attivato già provvedimenti come il parental program, un supporto per tutti i caregiver oltre ai sostegni e politiche finanziarie per pagare le rette nelle scuole per i più piccoli. A proposito di congedo parentale, invece, e specialmente i neo-papà possono usufruire di 10 giorni aggiuntivi rispetto a quelli previsti dalla normativa, con piena retribuzione.

Haleon

Haleon, azienda che opera nel settore sanitario, adotta la politica del Fully equal parental leave, un congedo parentale retribuito di oltre 6 mesi dopo la nascita dei figli, trattasi anche di quelli affidatari o adottati. Inoltre, se entrambi i genitori sono dipendenti dell’azienda possono chiedere il congedo nello stesso periodo di tempo.

Novartis

I dipendenti di Novartis possono richiedere il congedo parentale per 6 mesi, a parità dell’80% della retribuzione.

Siram Veolia

Siram Veolia, azienda che opera nel settore dell’efficienza energetica, dal 2023 sta utilizzando un pacchetto Welfare che prevede per tutti i dipendenti papà la prerogativa di utilizzare permessi retribuiti fino a 5 giorni in caso di malattia dei propri figli, purché abbiano un età compresa tra i 0 e i 5 anni.

Leggi anche: Quanto valgono i fringe benefit 2024 per pagare bollette, affitto e mutuo?

spot_img

Correlati

Caso Scurati, Presidente Rai prima difende Serena Bortone, poi cambia idea: “Nessuna censura”

La presidente della Rai, Marinella Soldi, in commissione di Vigilanza ha chiarito alcuni aspetti...

Quando tornerà la Principessa Kate Middleton agli impegni pubblici e di cosa si occupa ora?

Come sta oggi Kate Middleton? Kensington Palace aggiorna il Regno Unito, e non solo,...

Franco Di Mare, il ricordo di parenti e amici: “Professionista nel lavoro e nella malattia ha dato coraggio agli altri”

Il giornalista ed ex direttore Franco Di Mare di Rai3 ci ha lasciati venerdì...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img