Home»Digitale Life»Come rendere le tue vacanze sicure da hacker e incidenti digitali

Come rendere le tue vacanze sicure da hacker e incidenti digitali

In estate cala l'attenzione digitale: 5 accorgimenti per difendersi dalle cybertruffe.

5
Condivisioni
Pinterest Google+

Contro le frodi digitali ci dà una mano Ermes Cyber Security, startup e sipn-off del Politecnico di Torino, fondata dai ricercatori Hassan Metwalley, Stefano Traverso e Marco Mellia. Si occupa di sicurezza informatica e privacy online. Grazie ad algoritmi, big data e intelligenza artificiale, l’innovazione ci protegge dall’attacco degli hacker. Il sistema che si occupa della sicurezza dei dati sensibili sulla rete aiuta a metterci a riparo dalle truffe interattive che, al contrario nostro, non vanno in ferie. Ermes propone alcuni semplici accorgimenti da osservare per allontanare il rischio di incidenti digitali mentre siamo distratti sotto l’ombrellone. Dato che sempre più difficilmente riusciamo a staccarci dai nostri dispositivi elettronici, sia perché condividiamo quasi tutto, sia perché il web ci aiuta a organizzare al meglio le nostre pause estive, ecco alcuni consigli utili per vivere più serenamente le nostre vacanze lontane dagli hacker.

Leggi anche: Digital Detox: 7 modi per disintossicarsi da smartphone e computer

Estate tempo di relax… ma attenti alle truffe!

Si sta avvicinando agosto, per molti mese delle ferie. Spiagge, bikini, drink, vacanze in qualche meta più o meno lontana. Per alcuni notti brave, evasione da impegni e doveri. Il nostro cervello va un po’ in ferie per l’arco di circa quindici giorni in cui si vive una vita parallela fatta di relax, spensieratezza, divertimento. Lontano dalle città recuperiamo l’energia utile per tornare ad affrontare l’anno. Ma… c’è un ma! Le città si svuotano e questo è sempre stato il momento preferito dai topi d’appartamento. Ma un’altra minaccia si affaccia nell’era digitale e oltre alle classiche e collaudate forme di furti si aggiunge un ulteriore pericolo per i nostri dati sensibili: la truffa online.

Leggi anche: Fingerpools: lo sharing di piscine per il tuo tuffo “proibito”

Sotto l’ombrellone, ai bordi di una piscina, in attesa dell’amico che si prepara per la serata, spesso continuiamo a trascorrere il nostro tempo su internet. Navigando tra un sito e un altro, condividendo i nostri momenti spensierati sui vari social, controllando le email, non rinunciando a momenti di intrusione in quella vita che vorremmo mettere un attimo da parte. Distrattamente scorriamo i messaggi di posta ricevuta, apriamo richieste provenienti da amici o presunti tali. Ed è lì che malintenzionati buttano l’amo per estorcere con l’inganno informazioni personali. A chi non è mai arrivata una email sospetta con una richiesta di registrazione usando come specchietto per le allodole l’identità di istituti bancari o finanziari? A chi non sono mai arrivate strane richieste di amici sui social? Azioni che incutono curiosità o ansia, a seconda dei soggetti, per cui è facile cadere a volte nella rete. Tutte esche per ingannare noi, navigatori della rete, e persuaderci a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso. Si chiama phishing e nessuno ne è al riparo. Anche le truffe, adeguatesi alla società dell’informazione, alla digitalizzazione della vita, diventano virali. Cyberladri attenti ai trend globali che sfruttano l’estate per approfittare del calo di attenzione di molti di noi.

Leggi anche: L’ombrellone che cercavi è finalmente alla portata di clic

I 5 accorgimenti digitali da non dimenticare in vacanza

Per proteggere gli utenti dal furto di dati sensibili sul web, Ermes Cyber Security, offre alcuni consigli da adottare anche in tempo di ferie. Ecco qualche semplice accorgimento:

  1. Non cliccare per nessun motivo link sospetti. Non fidarsi dell’apparenza, ma verificare sempre l’indirizzo mail da cui si riceve una comunicazione dubbia
  2. Attenzione ai social! Catene su WhatsApp, strane richieste di aiuto su Facebook, provenienti da un amico a volte possono celare tentativi di hackeraggio
  3. Non abbandonare mai lo smarphone! Preoccupiamoci di non lasciarlo tra le mani di possibili soggetti “pericolosi”, perché lì dentro ormai c’è la nostra vita!
  4. Password diverse: abituiamoci a variarle per i diversi device
  5. Attenzione alle connessioni wireless

Leggi anche: Se vuoi andare in vacanze ma odi programmarla, WeRoad fa al caso tuo

La tecnologia ormai è diventata pervasiva e nutre ogni aspetto della nostra vita. Quasi tutto ormai è filtrato attraverso le lenti del mondo digitale. E così anche i ladri si adeguano alla dimensione virtuale. Ma la meraviglia del web sta nelle infinite possibilità che offre, fra cui le soluzioni per potersi tutelare e godersi vacanze tranquille.

 

di Valentina Cuppone

Articolo Precedente

Ridaje, la startup che dà lavoro e dignità ai clochard: si prendono cura delle città

Articolo Successivo

Perché la green energy è (davvero) il nostro futuro

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *