giovedì, Dicembre 2, 2021

Chi è Rkomi fra i Best Italian Act agli MTV EMA 2021

Rkomi è un giovane rapper che si sta facendo strada non solo sulla scena rap italiana, ma anche indie e pop. Sarà agli MTV Ema 2021 con i Maneskin, Madame, Caparezza e Aka7even.

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Rkomi è un rapper e cantautore italiano. Partendo da un rap puro passa ad un genere indie e allo stesso tempo pop, per approdare ad uno stile che gli è proprio, tutto suo.

Rkomi, insieme a Madame, Caparezza, Aka7even e Maneskin, sono stati gli artisti più votati dal pubblico fra i Best Italian Act di quest’anno. Il 14 novembre agli MTV EMA 2021 ci sarà la premiazione da Budapest, in Ungheria. Dalle case popolari della periferia milanese possiamo dedurre che il rapper ne ha fatta di strada.

Rkomi, un ragazzo di periferia

Rkomi

Rkomi, pseudonimo di Mirko Manuele Martorana, è nato a Milano nel 1994, ed è cresciuto a Calvairate, quartiere popolare nella zona orientale della città, appartenete al 4 Municipio.

Non ha mai conosciuto il padre ed è stata la madre a ricoprire il ruolo di entrambi i genitori, anche se come lui stesso ha raccontato al settimanale Grazia la figura del fratello, più grande di nove anni, è stata quella che più si è avvicinata nella sua vita ad una figura paterna.

Ha frequentato l’istituto alberghiero CFP Galdus fino al terzo anno. A 17 anni ha abbandonato gli studi. Ha svolto diversi lavori fino ai 21 anni, come il barista, lavapiatti, muratore. Come lui stesso ha raccontato il rapporto con il rapper Tedua, sua amico d’infanzia e coinquilino, ha influito sul suo avvicinamento alla musica.

Rkomi, i successi musicali

Rkomi_Sfera Ebbasta

I primi progetti musicali risalgono al 2012 ma il suo esordio avviene nel 2014 con Calvairate Mixtape, raccolta amatoriale a cui partecipano anche Tedua e Izi. Nel 2016, dopo due anni di silenzio, pubblica l’EP Dasein Sollen, che riscuote una buona accoglienza e nel quale figura il brano omonimo, 00 in collaborazione con Tedua e Aeroplanini di carta con Izi. In seguito viene chiamato dal cantautore Calcutta a presenziare lo show d’apertura di un suo live.

Iniziano così le prime collaborazione e i primi contratti discografici, dapprima con Roccia Music, etichetta fondata da Shablo e Marracash, e poi con Universal. Nel 2017 esce l’album Io in terra, composto da 14 tracce: Milano Bachata con Marracash, Verme con Noyz Narcos, Mai più con la collaborazione di Alberto Paone, batterista di Calcutta, Apnea e l’omonimo Io in terra, che fin da subito scala la vetta della classifica FIMI e diventa disco d’oro. L’anno successivo esce Ossigeno-EP, in cui compare il singolo Acqua calda e limone, con la partecipazione di Ernia. Si tratta del secondo EP di Rkomi, che vede un primo avvicinamento del rapper al pop e al funky.

Nel 2019 esce l’album Dove gli occhi non arrivano. É evidente come l’artista abbia adattato il rap alle regole del pop, consacrando l’avvenuto passaggio ad una sonorità più popolare. Tante le collaborazioni, da Jovanotti, Ghali, Dardust, Carl Brave a Elisa con Blu, disco d’oro a cui ha fatto seguito Mon Cheri con Sfera Ebbasta. Nel 2021 esce il terzo album in studio, intitolato Taxi driver, che come i precedenti raggiunge subito la classifica FIMI Album. A settembre è stata pubblicata la versione Taxi driver MTV Unplugged, con tracce precedenti cantate live e altri pezzi tra cui una cover di Vasco Rossi.

Leggi anche: I Maneskin sul tetto del mondo: “Apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas”

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie