Cos’è, come funziona e come agisce il martello pneumatico antitumorale

Un team di scienziati ha scoperto un metodo rivoluzionario nella lotta contro il cancro, il 'martello pneumatico' antitumorale. Come annienta il 99% delle cellule malate?

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Arriva una nuova tecnica rivoluzionaria contro i tumori: un team di ricercatori statunitensi del Dipartimento di Chimica dell’Università Rice, con l’aiuto del Cancer Center dell’Università del Texas e dei Dipartimenti di Ingegneria Chimica, Ingegneria Elettronica e Informatica della Texas A&M University, ha sperimentato un ‘martello pneumatico molecolare’ attivato dalla luce infrarossa.

Lo studio, dal titolo Molecular jackhammers eradicate cancer cells by vibronic-driven action, è stato pubblicato sulla rivista scientifica “Nature Chemistry” e il risultato è notevole: proprio grazie a questo metodo innovativo, i ricercatori sono riusciti a riprodurre la vibrazione di una particolare molecola che porta alla disgregazione delle cellule cancerose.

Ma non solo. Nei test condotti in laboratorio è stato osservato con questo speciale ‘martello pneumatico molecolare’ è possibile eliminare fino al 99% delle cellule malate, specialmente quelle del melanoma, uno dei più diffusi al mondo.

Cosa afferma lo studio sul ‘martello pneumatico’ che agisce molto rapidamente contro i tumori?

I ricercatori statunitensi che hanno condotto lo studio sono stati supervisionati dai professori James Tour e Ciceron Ayala-Orozco. E dopo aver studiato a lungo le cellule cancerogene, hanno approfondito le proprietà di alcune molecole che possono vibrare se stimolate dalle luci.

Cosa afferma, allora, la ricerca? Se viene prodotta su di esse una vibrazione, la membrana può staccarsi dalle cellule malate, facendole morire, distruggendole. In particolare, il team di Tour e Ayala-Orozco ha analizzato a lungo la molecola aminocianina, un colorante fluorescente già in uso in ambito oncologico per scovare i tumori.

Gli scienziati hanno scoperto che quando l’aminocianina viene stimolata dalle luci infrarosse può vibrare, creando quello che i ricercatori chiamano plasmone. La vibrazione della molecola rompe, come già accennato, riesce a rompere la membrana delle cellule non sane.

Cosa fa il ‘martello pneumatico’ antitumorale?

Il professor Ayala-Orozco spiega come agisce e come funziona questo nuovo metodo rivoluzionario osservato a lungo in laboratorio:

Questa è la prima volta in cui un plasmone molecolare viene utilizzato per stimolare l’intera molecola e per produrre effettivamente un’azione meccanica mirata alla lacerazione della membrana delle cellule cancerogene.

Queste molecole sono biocompatibili, stabili in acqua e molto brave ad attaccarsi al rivestimento esterno grasso delle cellule.

Ma ora, con questo nuovo metodo, saremo in grado di fare enormi passi avanti nella ricerca.

Quali sono i vantaggi del nuovo metodo contro i tumori?

Siamo solo all’inizio, ma questa scoperta è in grado di aprire la strada ad altri studi che si basano proprio sulla distruzione delle cellule malate. E quali sono i vantaggi? La luce infrarossa è un ottimo alleato contro i tumori, infatti, giunge molto più in profondità rispetto alla luce visibile, facilitando le operazioni chirurgiche di rimozione delle masse tumorali.

Inoltre, i tumori non riescono a resistere alla distruzione in seguito a un’azione meccanica. Perciò, lo studio Molecular jackhammers eradicate cancer cells by vibronic-driven action, è il punto di partenza per nuove ricerche e sperimentazioni mirate alla distruzione di moltissime forme tumorali, garantendo una molto più rapida guarigione ai pazienti oncologici.

Leggi anche: Tumori testa collo: “Le diagnosi scoperte in tempo aumentano la guarigione del 90%”

spot_img

Correlati

Burioni: “Il vaccino contro il Papilloma Virus è così efficace da debellare il cancro all’utero come il vaiolo”

Roberto Burioni torna a parlare del vaccino contro il Papilloma Virus. Il professore di...

Il primo vaccino a mrna contro il cancro è stato somministrato a Napoli

Nuovo traguardo raggiunto nel campo dei tumori. Il paziente Alfredo De Renzis di Carovilli,...

Arriva la super tac, cos’è e come funziona: l’ospedale San Gerardo punta sulla precisione

All'Ospedale San Gerardo dei Tintori a Monza sarà possibile ora utilizzare una nuova apparecchiatura...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img