mercoledì, 23 Settembre 2020

Cerchi un lavoro? Gli esperti in marketing più richiesti degli ingegneri

Federica Tuseo
Federica Tuseohttp://ildigitale.it
Federica Tuseo. Classe 1994. Redattrice. Nomade digitale, alla costante ricerca di novità e sempre pronta a partire per girare il mondo, raccontando storie di vita vissuta. Una laurea triennale in Lingue e culture moderne ed una magistrale in Media, comunicazione digitale e giornalismo. Web, startup e innovazione sono i suoi orizzonti di ricerca.

I laureati nelle materie ingegneristiche continuano ad essere una delle categorie più favorite nel trovare lavoro dopo gli studi. Trovano lavoro in tempi brevi, con contratti stabili e stipendi più alti della media. Lo dicono i dati: secondo l’ultima indagine AlmaLaurea, a un anno dalla laurea lavora il 76% contro il 54% del totale dei laureati. A tre anni gli occupati sono il 91% – contro il 73 del totale -, a cinque anni il 96% – contro l’86% del totale. Quindi a parte alcune criticità specifiche, in particolare degli ingegneri del settore civile ed ambientale, si può dire che ingegneria si conferma una laurea forte. Non solo un ambito di studi che dà prospettive lavorative future reali e concrete, ma un settore in cui è anche in calo la così detta fuga di cervelli. Se nelle precedenti indagini era stato evidenziato a più riprese come la quota di laureati che lasciava il nostro paese per trasferirsi all’estero fosse in continua ascesa, gli ultimi dati disponibili, tuttavia, evidenziano un rallentamento dei flussi. La quota di laureati in ingegneria che a cinque anni dalla laurea lavora all’estero è infatti pari all’8,3% tra i laureati del 2010, contro il 9,4% rilevato nella scorsa indagine tra i laureati del 2009. Se prendersi una laurea significa fare un investimento, investire tempo, impegno e denaro con la speranza di aprirsi una buona strada per il futuro, i diplomati che decidono di intraprendere un percorso di studi in ingegneria sembrano proprio aver fatto centro, analizzando i dati. Ma questi risultati sono abbastanza soddisfacenti da rappresentare il settore con il maggior numero di posizioni aperte? Ad oggi la risposta è negativa, considerando che, già dallo scorso anno, il mondo del lavoro ha bisogno più di esperti in marketing – digitale – che di ingegneri.

Il nuovo trend positivo: il marketing al primo posto

A chi sta per affrontare la temuta maturità e si trova a dover decidere del proprio futuro, bisognerà dare un nuovo consiglio: diventare esperto di marketing digitale. A confermare il nuovo trend che vede il settore Marketing & Sales surclassare quello ingegneristico, è la nuova Hays Salary Guide 2018. Pubblicata dalla società di selezione del personale Hays, questa indagine annuale affronta i principali temi legati al mercato del lavoro italiano, dallo smart working al social recruitment, dai trend di selezione alle politiche retributive, fino alle previsioni sulle tendenze occupazionali dei prossimi mesi. Nella guida la macroarea Marketing & Sales viene definito come uno dei mercati più vivaci in assoluto, il settore trainante dell’economia, con il maggior numero di posizioni aperte. Tuttavia, con le forti prospettive di investimento nelle risorse umane per professionisti del marketing, i numeri potrebbero presto cambiare.

“Il settore Sales & Marketing ricopre un ruolo strategico nella maggior parte delle aziende tale da non consentire ragionamenti in termini di riduzione o risparmio” – si legge sulla guida.

Tratti del ‘professionista ideale’

Oltre ad avere alle spalle necessariamente un percorso accademico in ambito tecnico ingegneristico oppure economico aziendale, il ‘professionista ideale’ deve presentare delle caratteristiche ben precise per avere successo nel settore marketing e per avere una più sostanziosa busta paga:

  • Avere sempre la valigia pronta – un’ampia disponibilità alla mobilità nazionale, oltre a trasferte internazionali;
  • Padronanza delle lingue – l’inglese è necessario, ma ormai non sufficiente, infatti spesso è richiesta la padronanza in una seconda lingua, privilegiate cinese e tedesco;
  • Intelligenza emotiva – la capacità di gestire al meglio le proprie emozioni e quelle altrui è una risorsa per avere successo in questo settore, si veda ad esempio l’importanza di questo requisito se si parla di gender marketing.

Settori e figure più richieste nel marketing

I settori più dinamici secondo i criteri di recruitment sono l’industria metalmeccanica e il digitale, seguiti dall’industria chimica e l’automotive. Al terzo posto si trovano design, arredamento e mondo del contract. Al contrario, “Oil & Gas” ed “Energy & Utilities” segnano una battuta d’arresto dal punto di vista delle assunzioni. Tra le figure più richieste risultano esserci:

  • Sales Engineer – tecnici esperti addetti della commercializzazione di attrezzature industriali sofisticate
  • Export Manager – con esperienza nella vendita di macchinari complessi e nei comparti Food & Beverage, Private Label e Automotive
  • Product Marketing Manager
  • Tutte le posizioni in ambito digital

Al contrario, vivono un periodo peggiore profili come il Marketing Manager e il Communication Manager, entrambi senza competenze digitali, e gli Agenti.

Cosa ci riserva il futuro?

Le prospettive di un ipotetico scenario futuro da qui ai prossimi cinque anni, i le professioni con maggiori chances di successo risultano essere:

  • i Digital People Officer, con la responsabilità di avvicinare tutta la popolazione aziendale alle tecnologie;
  • i Business Development Manager, già oggi molto richiesti, che ricoprono un ruolo globale interfacciandosi con mercati molto diversi tra di loro;
  • i Sales Training Manager, incaricati di supportare l’ingresso nel mondo del lavoro dei giovani professionisti.

di Federica Tuseo

Federica Tuseo
Federica Tuseohttp://ildigitale.it
Federica Tuseo. Classe 1994. Redattrice. Nomade digitale, alla costante ricerca di novità e sempre pronta a partire per girare il mondo, raccontando storie di vita vissuta. Una laurea triennale in Lingue e culture moderne ed una magistrale in Media, comunicazione digitale e giornalismo. Web, startup e innovazione sono i suoi orizzonti di ricerca.

Correlati

Australia, 380 balene sono morte spiaggiate. È mistero sulle cause

I soccorsi continuano a intervenire senza sosta, ma l’operazione è molto complessa. Circa 50 esemplari sono stati messi in salvo, ma le perdite sono enormi. È lo spiaggiamento peggiore della storia moderna.

Tesla, rivoluzione veicoli green: “Batterie più efficienti e costi accessibili”

Auto elettriche a partire da un prezzo base di 25mila dollari e maggiore durata delle batterie. Ecco le novità più importanti annunciate da Elon Musk.

A Dubai strage di gatti e cani randagi per l’Expo: “Animali lasciati morire nel deserto”

A denunciare la strage che sta avendo luogo in questi giorni per...