giovedì, Giugno 30, 2022

Cartabianca chiude: perché la Rai vuole allontanare Bianca Berlinguer

Le recenti critiche da parte di alcuni esponenti politici avrebbero portato la Rai a decidere la chiusura del programma di approfondimento, Cartabianca.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

In queste ore sta circolando la notizia di una possibile chiusura di Cartabianca. La decisione, di interrompere la trasmissione e di accantonare Bianca Berlinguer, sarebbe stata presa dalla Rai a motivo delle continue ospitate del Professor Orsini.

Finora da viale Mazzini non è giunta nessuna indiscrezione. Carlo Fuortes, amministratore delegato della Rai, mercoledì davanti alla commissione di vigilanza ha dichiarato che non si tratta di nessuna presa di posizione nei confronti dell’ex direttrice del Tg3:


Nulla da dire su Bianca Berlinguer: è la formula del talk show politico che ha fatto il suo tempo
.

Il format televisivo dei talk in un’azienda che fa servizio pubblico credo non sia ideale per un approfondimento giornalistico. Credo siano più adatti all’intrattenimento su temi più leggeri.

Cartabianca: quale futuro per la Berlinguer

cartabianca_berlinguer

Cartabianca, il programma in prima serata del martedì su Rai3, condotto da Bianca Berlinguer, dalla prossima stagione televisiva non ci sarà più. Anche se i listini pubblicitari, che sono consultabili sul sito di Rai Pubblicità, lo riportano ancora dal prossimo settembre. Pare che già dalle scorse settimane la giornalista sia stata criticata, da diversi esponenti del Pd, per la presenza in trasmissione di ospiti discutibili.

Questo però non dovrebbe rappresentare per la Berlinguer un abbandono definitivo ma potrebbe trattarsi solo di un trasloco, secondo quanto riporta il sito TvBlog:

Secondo le informazioni in nostro possesso nella serata di ieri Bianca Berlinguer avrebbe avuto un incontro con l’attuale amministratore delegato della Rai Carlo Fuortes.

Sarebbe stato un incontro a due, un faccia a faccia in cui Fuortes avrebbe parlato con la conduttrice del suo futuro televisivo, ovviamente in Rai.

Potrebbe trattarsi solo dell’ennesimo cambiamento, come avvenuto quando dalla conduzione del Tg3 Bianca è passata a presentare un programma in prima serata, spazio che era stato di Giovanni Floris e Massimo Giannini. Anche se Fanpage parla di un incontro avvenuto prima di Pasqua, alla cui proposta di una seconda serata del lunedì su Rai1, la conduttrice avrebbe risposto di no.

Cartabianca: cosa non ha funzionato

La vicenda di Orsini, con un contratto di 2mila euro a puntata e poi bloccato dalla Rai, e in seguito ospite fisso gratuitamente, avrebbe fatto esplodere la questione, nonostante gli ottimi ascolti degli ultimi mesi.

Una persona all’interno del gruppo di lavoro avrebbe però dichiarato che “la linea editoriale non è gradita, al 99% si chiude”.

Il discorso degli ospiti però rappresenterebbe un nodo centrale della decisione di chiudere Cartabianca. Oltre ad Orsini, tanti altri sarebbero i volti televisivi a cui il programma ha dovuto rinunciare in seguito alla questione dei compensi.

Leggi anche: Mara Carfagna, chi è l’ex showgirl oggi ministro per il Sud e la coesione territoriale

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie