Home»Brand da raccontare»Canapa come filosofia di vita: è la storia di Zia Maria

Canapa come filosofia di vita: è la storia di Zia Maria

Zia Maria, l'hemp store nel cuore di San Lorenzo che abbatte il muro dei pregiudizi sulla Cannabis Light.

1
Condivisioni
Pinterest Google+

Canapa, una parola che ultimamente sentiamo e leggiamo spesso un po’ ovunque: diciamo la verità, se ne è sempre parlato ma mai come sta avvenendo in questi ultimi tempi. La sensibilizzazione e il riconoscimento dei moltissimi effetti positivi di questa pianta, troppo a lungo vista come una droga da proibire, stanno piano piano facendo breccia nell’opinione pubblica.

All’estero ovviamente se ne parla da anni ma nell’ultimo periodo anche in Italia ci sono stati passi avanti in questo senso: la valorizzazione ma soprattutto la commercializzazione della Cannabis Light, chiamata così in virtù del suo basso tenore di THC ha intaccato un muro di pregiudizi che forse con il tempo riusciremo a demolire. E c’è chi ha fatto della Canapa il suo obiettivo. Oggi vogliamo raccontarvi la storia di chi ha avuto il coraggio di credere in questo sogno, di chi ha deciso di farne una filosofia di vita: la storia di Chiara e di Zia Maria.

L’incontro con la Canapa nel cuore del quartiere romano di San Lorenzo

Chiara e Alfredo nello store di Zia Maria. Credits foto: Silvia Matteini

Zia Maria nasce a giugno 2018 grazie alla determinazione di Chiara Lo Cascio, che, insieme al compagno Alfredo, ha deciso di portare avanti l’idea della Canapa come preziosa alleata e non come un nemico da combattere. La scelta del quartiere San Lorenzo di Roma è in un certo senso emblematica: non passa giorno senza che si scateni una polemica spesso legata anche al consumo di sostanze illegali. Scegliere questa zona significa mandare un messaggio forte. La Cannabis Light è una risorsa da sfruttare e non qualcosa da demonizzare: i numerosi studi scientifici e le prove empiriche hanno dimostrato da tempo le sue proprietà benefiche. E il primo passo per sconfiggere i pregiudizi sono l’informazione e la conoscenza. Ecco quindi che Zia Maria nasce a 50m dal famosissimo Bar Celestino, ritrovo di tutti giovani del quartiere, soprattutto nei fine settimana. L’amore verso questa pianta meravigliosa è quello che ha spinto Chiara ad intraprendere questo percorso. Racconta:

Ho scelto di puntare sulla promozione della Cannabis perché sono convinta da sempre che si tratti di una pianta meravigliosa, bistrattata e demonizzata nonostante siano sempre di più gli articoli scientifici e le testimonianze personali che ne dimostrano le proprietà benefiche. Non solo a livello più “ricreativo” fa meno male e da molta meno dipendenza di alcol e nicotina, ma può far bene e può aiutare in molti casi come ad esempio per ansia, dolori, problemi del sonno. Quando vedo clienti che sostituiscono con l’Olio al CBD alcuni farmaci “pesanti” per addormentarsi la sera mi convinco che sto facendo un buon lavoro. Ed è proprio dove il proibizionismo ebbe inizio che si sta di nuovo legalizzando la Cannabis, anche a uso ricreativo. Sarà un caso? Tutti questi Stati che si stanno muovendo stanno sbagliando?

Zia Maria, uno store per un pubblico consapevole

Tra le tante cose che rendono Zia Maria una realtà unica nel panorama della Capitale il target è sicuramente una delle più importanti: si rivolge a un pubblico maturo e consapevole proponendo prodotti di alto livello a prezzi onesti. E non parliamo solo di Cannabis Light, ma anche di cosmetici cruelty free e alimenti, sempre a base di questa favolosa pianta.
Anche l’arredamento e l’aspetto del negozio rispecchiano questa filosofia: non troverete grafiche colorate di foglie di Marijuana, ma semplici ed eleganti illustrazioni botaniche che spiegano le proprietà di questa pianta. Un negozio dallo stile maturo con una clientela informata e colta.
Entrando nello store ci si trova subito in un locale accogliente, anche se la prima impressione può essere quella di un ambiente un po’ nordico per la sua semplicità ed eleganza: questo approccio invoglia anche molti turisti a fare un giro all’interno, attirati dall’atmosfera più simile a quella a cui sono abituati. Piante, legno, acciaio e il suo “soffitto verde” caratterizzano questo gioiellino unico nel cuore di San Lorenzo. Racconta Chiara:
Mi occupavo di innovazione, startup e imprenditoria giovanile fino a prima di aprire il negozio: ecco perché provare a creare un’impresa basata su una pianta dalle mille proprietà che può aiutare il mondo, rappresenta in qualche modo un’innovazione in un settore in forte crescita a livello locale e mondiale. Da Zia Maria non trovi solo Cannabis Light: vogliamo mostrare ciò che questa meravigliosa pianta ha da offrire. Abbiamo cosmetici BIO e cruelty free alla Canapa e alimenti BIO tra cui l’ottimo Olio di Semi di Canapa spremuto a freddo e ricco di Omega 3 e 6.

Cosa puoi trovare da Zia Maria?

I prodotti che puoi trovare da Zia Maria. Credits foto: Silvia Matteini

Dalla Zia, così la chiama Chiara affettuosamente, puoi trovare una vasta gamma di ottime varietà di Cannabis Light, la scelta cambia in base ai mesi per poter andare incontro ad ogni gusto ed esigenza. Al momento tra le varietà proposte c’è la Zia Fruit, una delle più gettonate, molto fruttata e dalle bellissime cime compatte. Ci sono anche l’Orange Bud, la White Widow, la Skywalker, la classica Cheese e un’ottima Lemon Haze a 10€ al grammo – 8€ al grammo se se ne acquistano 3: perfetta per una mattina particolarmente sonnolenta perché calma e schiarisce la mente senza far venir voglia di dormire.

Ci sono in vista altre novità: da metà novembre Zia Maria incrementa ulteriormente la sua offerta per arrivare ad avere 12-15 varietà disponibili. Sono così richieste che terminando spesso ma niente paura: in pochissimi giorni tornano disponibili o vengono sostituite da varietà nuove di zecca, accuratamente selezionate dallo staff. Ci spiega Chiara:
Quando mi chiedono quale sia più buona ho difficoltà a rispondere, perché se non mi piacciono non le metto proprio in negozio. Per me è davvero una domanda difficilissima: la risposta dipende più che altro dai gusti.
Altro aspetto che contraddistingue Zia Maria sono i prezzi super onesti, tra i migliori rapporti qualità-prezzo, ma questo non deve far dubitare della qualità: la risposta è semplice, La Zia ha ottimi fornitori.
Non solo varietà di Cannabis Light, in negozio potrai trovare Olio al CBD al 7% e al 5% in Olio di Canapa quindi con l’intero fitocomplesso dato che il CBD da solo non funziona, va attivato dai terpeni e dagli altri elementi presenti nella pianta. Un punto di forza di Zia Maria è sicuramente l’ampia gamma di cosmetici BIO all’Olio di Canapa, anch’essi a prezzi molto abbordabili, nonostante l’alta qualità e l’essere rigorosamente cruelty free.
In questo store di San Lorenzo si possono trovare anche una grande varietà di alimenti alla Canapa, per lo più BIO, ma anche Raw per crudisti e per vegani. Proprio a novembre è attiva una promo per la “RAW Protein“, la polvere di proteine crude della Canapa per vegani, sportivi o per chi vuole aggiungere alla propria dieta più proteine e fibre, rigorosamente vegetali: 450 grammi a 17,50€ anziché 22€.

Progetti per il futuro: dalla carta prepagata alle borse in fibra di Canapa

Da Zia Maria. Credits foto: Silvia Matteini
I progetti per il futuro non mancano, come anche le novità in arrivo: nuovissime carte prepagate targate Zia Maria, l’Happy Hour in cui saranno proposti prodotti a base di Canapa e non ultime le borse realizzate con la fibra di questa pianta dai mille usi, tra cui quelle per laptop. Saranno in vendita inoltre i poster su carta di canapa con stampe e illustrazioni botaniche esplicative. Come ci anticipa Chiara:
A breve aggiungeremo ai nostri prodotti anche delle borse in tessuto di Canapa e degli orecchini stampati in 3D con filamento plastico vegetale, sempre ottenuto dalla Canapa. Carta, tessuti, plastica vegetale, carburante: se questa pianta non fosse stata demonizzata, oggi il mondo, oltre a essere più rilassato, avrebbe anche avuto meno problemi legati al petrolio e alla plastica! Ford aveva creato un’intera automobile fatta e alimentata da Canapa e soia al posto di plastica e petrolio, cercatela online!
Credits Foto Gallery: Silvia Matteini
Articolo Precedente

Armadio Verde, online il guardaroba sostenibile per lo scambio di vestiti usati

Articolo Successivo

Green economy: l'emergenza ambientale porterà oltre 3 milioni di posti di lavoro

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *