Bebe Vio, la mamma Teresa: “Dopo la meningite ora siamo noi che incoraggiamo gli altri”

Bebe Vio raccontata da sua mamma Teresa Grandis: "Mia figlia è andata a fare la prova, le hanno attaccato il fioretto alla mano con uno scotch di carta e lei ha iniziato a tirare. Più vinceva, più desiderava continuare a gareggiare".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Teresa Grandis, mamma di Bebe Vio, ha raccontato al “Corriere della Sera” la storia di sua figlia, dall’infanzia alla malattia, dalle cure fino alle medaglie olimpiche. Con suo marito Ruggero hanno sempre cercato di sostenersi l’una con l’altro: “Da principio mi sentivo veramente giù di morale. Mi ricordo una frase che dissi a mio marito, ‘ Ma noi rideremo ancora?’. Davvero ero convinta che mai più sulla nostra faccia si sarebbe stampato un sorriso. Lì è stato Ruggero, a rassicurarmi, dicendomi che ce l’avremmo fatta”.

Teresa Grandis non ha mai perso la speranza che sua figlia Bebe Vio potesse sopravvivere: “Quando a 11 anni Bebe è stata colpita da una meningite fulminante è stata decisamente una botta. All’inizio ci avevano dato il 97% di probabilità che morisse. Ma non ho mai pensato di mollare un secondo, mai”.

Teresa Grandis è ora presidente di Art4sport, onlus che promuove l’attività sportiva come terapia per tutti gli atleti che gareggiano con le protesi e questa è la sua mission: Adesso siamo noi che cerchiamo di incoraggiare gli altri. Lo facciamo volentieri. Spesso mi chiamano parenti e amici di persone che stanno vivendo un momento complesso e io dico, ‘Sono a vostra disposizione, di giorno e di notte'”.

Come è cambiato il rapporto tra Bebe Vio e sua mamma Teresa Grandis dopo la meningite?

Per Teresa Grandis il rapporto con sua figlia non è mai cambiato: “Bebe è sempre stata molto tosta, lo è tuttora. Ovviamente, per nessun genitore è normale pensare che la propria figlia rischia la vita. Poi però il solo modo per andare avanti e non soffermiamoci sul perché a me?, non serve a niente”.

Sua figlia ha sempre avuto la passione per la scherma, sebbene volesse smettere dopo aver contratto la meningite: “Bebe era al centro protesi, ma le protesi non le aveva ancora. All’inizio mia figlia non voleva riprendere con la scherma, in tanti, dopo un incidente, reagiscono così perché pensano che non sarà più la stessa cosa. Poi, però, Bebe è andata a fare la prova, le hanno attaccato il fioretto alla mano con uno scotch di carta e lei ha iniziato a tirare. Più vinceva, più desiderava continuare a gareggiare”.

Bebe Vio nel 2021 ha subìto un infortunio al gomito, cui è seguito un lungo periodo di riabilitazione e poi ha contratto una grave infezione da stafilococco. Ma anche dopo quell’occasione è tornata in pedana, aggiudicandosi poi, lo scorso ottobre, l’oro nel fioretto a Terni. Continua sua mamma: “Bebe ha una determinazione che va al di là di tutto, uno sguardo sicuro verso il futuro. Il suo cervello è un flipper che pensa 50 mila cose insieme. Si dà da fare per gli altri, non è una prima donna”.

La lezione di Teresa Grandis

Teresa Grandis non si sente una mamma coraggiosa, bensì come “una mamma come molte altre che quando ha avuto un problema lo ha affrontato” e non ha mai provato compassione per sua figlia quando era più piccola, dando un’importante lezione, esempio che Bebe Vio ogni giorno si impegna a diffondere: “Quando passi un momento complicato hai voglia di ridare indietro. A Bebe ho parlato di tanti campioni del mondo paralimpico. Avevo bisogno di far vedere a mia figlia che c’erano delle persone con una disabilità, più o meno come la sua, che avevano comunque fatto tanto nella vita“.

Leggi anche: Bebe Vio alla Camera per i 75 anni della Costituzione: “Ragazzi, poche scuse e lavorate per i vostri sogni”

spot_img

Correlati

Doppio trapianto per due gemelli al fegato e rene, la mamma: “Dopo tanta paura oggi stanno bene”

È stato eseguito nella stessa giornata un doppio trapianto di fegato e rene presso...

Jessica scompare da scuola, ritrovata 13 anni dopo: “Ho sentito che mi state cercando, sono io”

Jessica Delgadillo aveva solo 14 anni quando è scomparsa nel nulla, ma oggi è...

Suviana, chi è il sopravvissuto Nicholas Bernardini, come si è salvato e come sta ora?

Continuano le ricerche nella centrale idroelettrica di Bargi dell'Enel Green Power, nel bacino di...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img