martedì, Settembre 29, 2020

Badge di verifica: su Instagram arriva la richiesta per avere l’ambito bollino blu

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

Quanti di noi hanno sognato di vedere quella piccola spunta blu accanto al nome del nostro profilo su Instagram? Eppure solo pochi fortunati, quasi tutti celebrities e vip, possono sfoggiarlo con orgoglio. Ma ecco che sta arrivando una rivoluzione: sembra che Instagram, proprio come Facebook e Twitter, abbia aperto la possibilità di richiedere l’ambito badge di verifica. Ottenere il bollino blu è quasi più importante che avere migliaia di follower. Quasi. Il sito australiano Nine è stato il primo a rivelare questa indiscrezione: a quanto pare la possibilità di fare richiesta del badge di verifica sarebbe al momento disponibile solo per gli utenti australiani possessori di iPhone ma dovrebbe estendersi anche ad Android nelle prossime settimane. L’ipotesi più probabile è che questo sia un test per capire esattamente i numeri degli utenti che correrebbero a richiedere il bollino blu delle star. Mashable è più ottimista: l’arrivo in altri mercati potrebbe essere più veloce, si parla di poche settimane. Vuoi scoprire come aumentare i tuoi follower su Instagram? Clicca qui per saperne di più

Introdotto fin dal 2014, come ottenerlo restava un mistero

Badge di verifica: su Instagram arriva la richiesta dell'ambito bollino blu Fino a ieri sul social delle foto non c’era modo di fare richiesta per avere un profilo verificato. Il riconoscimento veniva assegnato secondo dinamiche interne solo a vip, aziende internazionali e personaggi molto famosi. Ora, stando alle indiscrezioni, tutti gli utenti potranno farne richiesta indipendentemente dalla loro popolarità o dal numero di follower. Certo, bisogna tenere in considerazione che sicuramente una grande percentuale di domande sarà respinta. La presenza del famigerato bollino blu non è una novità, è stato introdotto fin dal 2014. Sulla pagina ufficiale di assistenza leggiamo: “Nel mese di dicembre 2014, introdurremo i badge di verifica su Instagram. Al momento solo alcuni personaggi famosi, figure pubbliche e marchi dispongono dei badge di verifica. Non è attualmente possibile richiedere o acquistare un badge di verifica“. Il consiglio per ottenerlo è quello di collegare altri social in cui è presente il bollino di verifica per autenticarsi. Sì, perché fino ad ora i metodi a cui si è ricorsi per cercare di avere questo ambito status symbol sono stati empirici e un po’ casalinghi: avere un gran numero di follower, essere sempre attivo, non comprare like e commenti fasulli, insomma un vero e proprio lavoro. Quasi mai però tutta questa fatica ha dato dei risultati: esistono profili da poche migliaia di follower che mostrano in bella vista l’agognata spunta blu e altri con numeri molto più elevati che non l’hanno ottenuta. Per scoprire come aumentare il numero dei tuoi follower clicca qui! Leggi anche: “Mamme social star di Instagram: sole, figli e tuffi nelle stories

Ecco la vera novità: la richiesta per un profilo verificato

Come fare quindi per richiedere questo riconoscimento che abbiamo tanto desiderato? Per ora non abbiamo altre informazioni, l’unica cosa che possiamo fare è tenere gli occhi aperti e l’app sempre aggiornata. Se sul nostro profilo per miracolo fosse abilitata questa funzionalità, la troveremo nel menu delle impostazioni, con una dicitura che dovrebbe essere simile a “Richiedi verifica”. Una volta inoltrata la domanda sarà necessario compilare un modulo: verrà richiesto di inserire il nome reale, l’username e di caricare una copia della propria carta d’identità. Instagram quindi valuterà il profilo e assegnerà il badge valutando fattori come “popolarità, autenticità, unicità e completezza. Ma non cantiamo vittoria troppo presto: il badge sarò comunque riservato “a figure pubbliche note, celebrità, brand globali o entità e istituzioni”, nessun grande cambiamento per noi comuni mortali. Ciò non vuol dire che la portata di questa novità sia da sottovalutare: è lo stesso Instagram a precisare che la procedura ha lo scopo di bloccare le frodi che si stavano sviluppando sempre di più intorno ai distintivi e per garantire una maggiore trasparenza agli utenti evitando che vengano ingannati. Scopri come dare alle tue foto quel tocco in più renderle perfette, clicca qui. Leggi anche: “Instagram: soldi, successo e fama. Indovina, chi ne ha di più?”   di Martina Mugnaini

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Libellula significato, simbologia e leggende

Libellula significato e spiritualità. Un insetto dai mille colori che affascina con il suo volo leggero incarnando diversi significati a seconda delle culture

Ultimi

Reddito di cittadinanza, ecco cosa cambierà

La misura anti-povertà, bandiera del Movimento 5 Stelle, ha bisogno di essere incatenata al mercato del lavoro. Il premier Conte pensa a “un network per offrire un processo di formazione e riqualificazione dei lavoratori”.

Antonio De Marco ammette: “Li ho uccisi perché erano troppo felici”

"Erano troppo felici". La voglia di vivere e la gioia di pianificare...

Inps, dal primo ottobre si passa a SPID. Cos’è e come richiederlo

SPID è il Sistema Pubblico di identità digitale, un account unico che permette l’accesso a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione italiana.

Omicidio Lecce, perché Antonio De Marco ha ucciso Daniele e Eleonora?

Il modo in cui ha commesso il duplice omicidio di Lecce, Antonio...

Omicidio Lecce, Antonio De Marco confessa: “Sono stato io ad uccidere Daniele e Eleonora”

Lecce esce da un incubo. Così ha dichiarato il procuratore di lecce...